Come gli alchimisti trasformavano il ferro in oro… voi potete trasformare l’oscurità in luce. Siete tutte benvenute.

venerdì 21 febbraio 2014

F.A.Q. ( = Foolishly Asked Questions)

[Premessa: Penso che l’ironia rappresenti un aspetto molto importante della nostra lotta contro il DCA. Ergo, questo post nasce proprio con quest’intenzione: basarmi su alcune e-mail che ho ricevuto per fare ironia. Non ho alcuna intenzione di offendere nessuno – e, se qualcuna dovesse riconoscersi e sentirsi offesa, chiedo scusa in anticipo – e, naturalmente, l’anonimato è garantito. Don’t take it too seriously, girls: è solo per farci una risata. Buona lettura.] 

Avendo riportato la mia e-mail su questo blog, frequentemente ricevo messaggi da parte vostra. Con alcune di voi mi scrivo abitualmente, e sono veramente contenta che questo blog ci abbia permesso di conoscerci in alcuni casi anche nella vita reale, e comunque al di là del mero disturbo alimentare.

Per il resto: il 90% delle e-mail che ricevo sono da parte di persone che desiderano condividere con me la loro esperienza di DCA, persone che mi chiedono consigli di auto-aiuto da affiancare alla psicoterapia, persone cui piace il mio blog, persone che semplicemente hanno bisogno di sfogarsi (ne approfitto per ringraziare tutte/i coloro che mi scrivono… GRAZIE!); il 5% invece sono da parte di persone che m’indirizzano critiche costruttive, e che parimenti ringrazio, perché critiche intelligenti di questo tipo servono per guardarsi da un altro punto di vista e riflettere. Infine, vi è un restante 5% che… bè, non saprei proprio come classificare. Ora, è cosa nota che su Internet gira veramente gente di tutti i tipi, ma a volte riesco a rimanere comunque senza parole. Mi riferisco a quelle persone che, in tutta serietà, mi scrivono raccontandomi più o meno in breve la loro esperienza di DCA (e non solo) e raggiungono l’acme della loro e-mail concludendola con una topica domanda. Di quelle che le leggi e ti chiedi se chi le ha scritte ci è o ci fa. Ma ci fa parecchio, eh!

Per cui, nel post di oggi ho deciso di riunire le più folli, astruse e insensate domande sull’anoressia ed affini che mi sono state indirizzate. Con le mie relative risposte, ovviamente. Perché anche se si parla di disturbi alimentari, che sono una cosa seria, credo che un po’ d’ironia faccia sempre bene. Veder… ehm, ridere per credere. ^___^

Giusto perché c’insegnano che la Matematica non è un’opinione, mentre la forma della lingua italiana che s’impara tipo in prima elementare invece sembra proprio esserlo:

• Ma te quante calorie mangi mediamente al giorno? 
Non mangio calorie. Mangio cibo.

Questo quesito invece mi è stato rivolto da un’attentissima lettrice alla quale evidentemente non sono sfuggiti i fatti che questo non è un blog pro ana, e che il mio DCA sia, da manuale, Anoressia Nervosa Sottotipo 1:

• Vorrei poter vomitare, ma non ci riesco. Sai dirmi quali oggetti posso utilizzare per ottenere un buon risultato? 
Ma certo. Ecco qui un prontuario step-by-step.
1) Utilizza le mani per abbassare il chiusino del water.
2) Utilizza le gambe per uscire dal gabinetto.
3) Utilizza le mani ancora una volta per chiudere la porta del gabinetto.
4) Utilizza le gambe ancora una volta per andare in un’altra stanza. Possibilmente una in cui non sei sola.
5) L’impulso di vomitare a poco a poco passa: hai ottenuto un buon risultato.

Le classiche ed immancabili:

• Quanto pesi?  




















Sono alta 167 cm, qual è il peso perfetto per la mia altezza? 


Altre perle:

• Qual è la dieta migliore da seguire? 
Quella in cui quando hai fame mangi quanto e quello che ti va, e smetti quando ti senti sazia. La migliore in assoluto.

• Perché le anoressiche sono sempre così serie? 
No, guarda, forse sembriamo serie dall’esterno. All’interno siamo party h24, tutto sesso, droga e rock’n’roll.
(SEMPRE serie? Cioè, ma questo cosa fa nella vita, lo stalker di gente malata di anoressia?) 

• Chi ha l’anoressia sta sempre da sola perché odia tutti gli altri? 
No, odiamo solo chi ci fa domande del genere.

• Visto che studi Medicina, conosci qualcosa che possa fungere da soppressore dell’appetito? 
Cibo. La risposta che stai cercando è “CIBO”.

• Quando eri nel pieno dell’anoressia, come ti guardavi allo specchio?
Con gli occhi.

• Sono anoressica da quando avevo 13 anni. Potrei essere pronta per fare sesso? 
Se lo chiedi a me… no, suppongo che tu non sia pronta. (Ma non per via dell’anoressia, eh!)
(Qualcuna mi spieghi la correlazione tra l’essere affette da un DCA e l’avere rapporti sessuali. Vi prego. Poi la spieghi anche all’autrice della domanda.) 

• Io ora peso XX chili. Pensi che sembrerei anoressica se perdessi altri 10 chili e entrassi in una 36? 
 Non puoi sembrare anoressica. L’anoressia è una malattia, non una taglia.

• Per essere anoressica devi aver perso un certo tot di peso o avere un BMI sotto un certo valore? 
NO!!!!!!!!

E, per finire, alcune risposte serie:

• Ma, in fin dei conti, tutto ciò che vorrei dire si riduce a 3 parole: perché non digiunare?
In 3 parole? Perché ti ucciderà.

• Come si può iniziare un percorso di ricovero? 
1) Decidere di voler veramente iniziare un percorso di ricovero.
2) Ricercare aiuto professionale.
3) Tanto – ma tanto – olio di gomito.

Come sei riuscita a combattere contro l’anoressia?
Ho VOLUTO farlo.

30 commenti:

justvicky ha detto...

Io su quella con l'oggetto da mettersi in boccca per vomitare avrei risposto in maniera molto, molto , molto più volgare =)

Oggi preparati a una super email
;)

Raki89 ha detto...

Se fossimo su facebook avrei messo "i like" :)
Anche a me ha fatto ridere il come posso vomitare, anche xkè oltre a non fare dimagrire (il cibo viene assimilato già in bocca) comporta tanti di quegli effetti negativi che tanti ignorano..

Laura C. ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
PrettyLittleGirl ha detto...

Poverine O_O
Oddio, la cosa del "mangiare calorie" devo ammettere che la dicevo anche io in un periodo:-/
Del tipo "oggi ho mangiato carboidrati, proteine.. 100 kcal"..va beh, dovevo essere parecchio fusa e vedere la parola calorie ovunque..
Le altre domande mi sembrano un po da gente che fa di tutto per mantenere o ricercare certi comportamenti..spero che questa gente chieda aiuto sinceramente!
Ormai ci sono troppi blog e fonti dannose in giro..

PrettyLittleGirl ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
αrilù ha detto...

Mi hai fatto scompisciare ahahahahaha!!! Soprattutto alla domanda del "perché sono sempre così serie?" Ahahahah!! Comunque per quanto riguarda l'associazione anoressia-sesso secondo me si dovrebbe un attimo approfondire. Un po' c'entrano. Nel senso che se a una ragazza non viene il ciclo per un anno, questa cosa ovviamente si riflette anche sul desiderio sessuale che indubbiamente cala. L'ho -e lo sto- sperimentando sulla mia pelle purtroppo..

Taiyou ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Signorina Nemo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Taiyou ha detto...

Stessa esperienza di Arilù. A me il ciclo deve ancora tornare e l'impulso sessuale è pari a zero da troppo tempo. :(
Fra poco compio vent'anni e mi sento - col corpo e con la mente - come se ne avessi ancora dodici. Non riesco nemmeno ad avere relazioni sentimentali ''platoniche''. Poi vabbè, ovviamente è una cosa soggettiva!
Le mail mi hanno fatta sorridere, ma anche riflettere che purtroppo le persone sono male informate riguardo i DCA e li prendono troppo sottogamba, come se fossero capricci o qualcosa di passeggero come un raffreddore...

Ti abbraccio, Veggie ;) buona serata!

Signorina Nemo ha detto...

"Per essere anoressica devi aver perso un certo tot di peso o avere un BMI sotto un certo valore? "

Per quel che mi riguarda, purtroppo, devo rispondere di sì.
La psicologa da cui andavo, che a me sembrava comunque molto brava e professionale, mi disse che io ero a rischio anoressia, se continuavo così, ma ero comunque troppo in carne per esserlo già (bmi 17,9).
Così ha detto ai miei genitori che non c'era nulla di cui preoccuparsi, che le avevo raccontato che ogni tanto mi "abbuffavo" e che quindi non avrei corso molti rischi.
I miei hanno cominciato così a credere che io facia solo i capricci, e sono finita nel binge.
Aaaaaaaaaarh! vorrei urlare, diavolo!
Se solo fosse stato dato più alle mie parole...

Complimenti per il magnifico blog :)
Nemo

Signorina Nemo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Wolfie ha detto...

Ah ah ah ah ah ah!!!!!!!!!!!!!!!!! Mi sono divertita moltissimo leggendo questo post!!!!!!!!!!
Io spero che le persone che ti hanno mandato queste domande “ci facciano”, perché se “ci sono” allora mi fanno veramente cadere le braccia.
In ogni caso, apprezzo moltissimo l’ironia, anche perché il piangersi addosso non porta da nessuna parte, l’ho imparato sulla mia pelle: molto meglio farsi una risata e non prendersi troppo sul serio, e poi fare esattamente quello che tu rispondi all’ultima domanda: metterci tutta la nostra forza di volontà per combattere e cambiare le cose, perché anche se questo ci spaventa, ce la si può fare!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Vele Ivy Di Colorare ha detto...

Immaginavo che ricevessi anche mail di questo tipo! Hai fatto bene a condividerle... c'è del tragicomico in tutto ciò.
Comunque le tue risposte sono sempre fighissime :-D

Jonny ha detto...

Personalmente, nel rispondere avrei unificato la domanda di quella che chiede come si fa a vomitare, con quella che chiede del sesso.
Avrei suggerito ad entrambe un pompino ad un qualsiasi tizio dotato di un cazzo di ragguardevoli dimensioni.
Due piccioni con una fava – per l’appunto.

(Mai più)Enigma ha detto...

muahahahahahah!!!! bellissima =D

GaiaCincia ha detto...

La correlazione DCA-sessualità sta nel modo in cui ci si relaziona con la propria fisicità, non si può avere una sana e serena vita sessuale se si riversano sul proprio corpo i propri problemi ;) Anche quando il problema è il controllo, è difficile lasciarsi andare (e quindi rinunciare al controllo) - poi ogni persona è fatta a modo suo eh! Non ho la ragione in tasca :p

Mi piace questo post, ma mi piacciono ancora di più le domande che ti sono state poste. Un concentrato di disinformazione ed esperienze di vita di persone con problemi simili ma tutti molto diversi.

Ciao Veggie, alla prossima!
(e cercherò di tenere al guinzaglio il mio brutto caratteraccio #^^#)

Anonimo ha detto...

io recentemente riguardo alla relazione tra l anoressia e il mancato desiderio sessuale ho letto che dipende dal fatto che il corpoo di una donna malata di anoressia faticherebbe troppo per portare avanti una gravidanza e quindi si protegge non avendo proprio desiserio sessuale.. ma personalmetnte penso che siano varii fattori che contribuiscono al mancato desiderio sessuale. Cmq è un argomento che interesserebbe anche a me aprofindirlo di piu

SL miriam

Kay ha detto...

Questo post è molto divertente, ma perché quando gli altri ti fanno le domande e usano la parola “anoressica” tu rispondi sempre con “avere l’anoressia”? (Non è solo questo post, ti leggo da un po’ di tempo e ho notato che scrivi sempre “avere l’anoressia”, ma non dici mai “anoressica”).

K. ha detto...

E' stato bello leggere il tuo parere ed essermi sentito letto, "ascoltato". Beh, so che apparirà banale come domanda ma, tiro lo stesso! Come stai? Cosa mi racconti? Spero di sentirti ancora al più presto, un abbraccio carissima :)

Veggie ha detto...

@ justvicky – Ti confesso che è stata la mia prima tentazione… Ma poi mi sono detta: “No, dai, questo blog lo leggono anche le ragazzine…”… non traumatizziamo 12enni innocenti che credono ancora all’amore da mondo delle favole… ^^”

@ Raki89 – No, su FaceBook io non ci sono… Ma apprezzo il tuo “I like” tramite blog!... Detto questo, è verissimo che parte dell’assimilazione del cibo avviene già in bocca… e comunque nello stomaco, prima che l’atto del vomito sia compiuto. E hai ragione quando dici che comunque non fa dimagrire, e provoca danni molto gravi, talora anche letali.

@ Laura C. – E’ vero, in passato erano molto più “elastici” con gli esperimenti… ma ti assicuro che anche oggi come oggi, pur non raggiungendo più effettivamente certi estremi, negli U.S.A. vengono ancora condotti esperimenti simili contando sulla povertà delle persone che, quando si sottopongono a tali test, vengono pagate, e che quindi per necessità si offrono come “cavie”… Del resto, per quanto scorretti da un punto di vista etico, è innegabile la validità scientifica di studi condotti come quello del Minnesota e quelli che tu citi. Detto questo, concordo a pieno con ciò che hai scritto. Ovviamente l’esperimento è limitato, perché mette in luce soprattutto le conseguenze fisiche della rapida e drastica perdita di peso, e stabilisce correlazioni tra perdita di peso e comparsa di problematiche psicologiche… non tenendo conto del fatto che, in molti casi, chi afferisce ad un DCA ha delle problematiche psicologiche ben anteriori alle turbe alimentari stesse (viceversa, nel Minnesota Study erano stati reclutati volontari considerati “psicologicamente integri”). Però, al di là di questa limitazione, sicuramente si tratta di uno studio efficace nella valutazione degli effetti dell’eccessivo sottopeso ottenuto con una scarsa alimentazione, che si possono effettivamente riprodurre anche nell’anoressia. Resta ovviamente poi il dato di fatto che ogni persona è una storia a sé… ergo, le molteplici cause che conducono al DCA sono sicuramente diverse da persona a persona, così come possono essere diverse le manifestazioni cliniche della malattia… questo rientra in un più generale concetto di variabilità interindividuale, che rende chiaramente impossibile ogni generalizzazione.
In quanto al post in questione… Talvolta i troll capitano, e non escludo che alcune delle persone che mi hanno rivolto queste domande potessero avere intenti di presa in giro… ma per lo più ti assicuro che sono proprio ragazzine del tutto disorientate, che fanno domande che secondo me stanno proprio fuori dal mondo… Ti assicuro che in confronto a certe mail che ricevo, la posta di “Cioè” ci fa proprio una sega…! ^__^” Un abbraccio forte…

@ PrettyLittleGirl – Al di là dell’ovvia ironia del post, anch’io spero davvero che le persone che mi hanno fatto queste domande abbiano chiesto o chiedano quanto prima un aiuto professionale… Se ricercano miratamente certi comportamenti, dubito che abbiano un DCA, mi sembrano più persone che scimmiottano i comportamenti di un disturbo alimentare pretendendo/fingendo di averlo… ma, del resto, se si comportano così sicuramente dei problemi ce li hanno… quali che siano… e, per questo, penso farebbero bene comunque a chiedere aiuto…

Veggie ha detto...

@ arilù – Sono contenta che questo post ti abbia strappato una risata!... ^__^ C’è gente parecchio geniale, in giro, eh?!... Scherzi a parte… La domanda sul sesso (come tutte le altre, del resto) ovviamente l’ho decontestualizzata. Quello che tu scrivi relativamente a DCA e calo della libido è verissimo, niente da eccepire, ma ti assicuro che l’autrice della domanda in questione non faceva riferimento a quella biologia che tu giustamente e correttamente citi… Tutta la sua e-mail, che io ho condensato in quella domanda, era una cosa del tipo “lettera alla psico-sessuologa di una rivista adolescenziale”, di quelle che ti chiedono cose del tipo: “Ma se io guardo un ragazzo che passa per strada mentre sto andando in motorino, posso comunque rimanere incinta?”… ecco, ti assicuro che il tono della mail era questo. Poi, certo, tu fai un discorso giustissimo e serio, che però esula dalla domanda in questione… ^^”

@ Taiyou – Come dicevo anche ad arilù (dai un’occhiata alla sua risposta), effettivamente, ormonalmente parlando, c’è una significativa correlazione tra il sottopeso dell’anoressia, e il calo della libido… è fisiologico, normale che sia così… ed è molto meno soggettivo di quel che pensi, credimi. Però ti assicuro che è transitorio: quando il tuo peso torna al suo valore normale di set-point fisiologico, la tua alimentazione si regolarizza, e il tuo corpo ricomincia a funzionare ad hoc, anche la libido ritorna ad essere esattamente come dovrebbe per una donna della tua età… Detto questo, è vero, c’è molta disinformazione in merito ai DCA… Peccato che gli organi (i mass-media e la sanità) che si dovrebbero occupare di questo, nascondano la testa sotto la sabbia…

@ Signorina Nemo – Ciao Nemo, grazie mille per quello che scrivi a proposito del mio blog… Io non sono una psicologa, e lungi da me il professare competenze professionali che non ho… Però, in quanto medico, credimi se ti dico che ascoltare il paziente è la prima cosa che t’insegnano… Per cui, direi che a maggior ragione lo dovrebbe fare una psicologa… Ergo, pur esprimendo un mero parere personale, mi permetto di dubitare della presunta competenza della tua psicologa, se non è stata capace di fare neanche la cosa più elementare quale darti ascolto… Ti faccio notare, peraltro, che sui manuali di psichiatria, quella che noi chiamiamo semplicemente “anoressia” va sotto il nome di “anoressia mentale”… a sottolineare che non si tratta di una malattia prettamente fisica, ma che la patogenesi è mentale ed il dimagrimento solo una conseguenza. Banalmente in virtù di quanto riportato in letteratura, come si fa allora a prendere sul serio una persona che correla la tua possibilità di sviluppare un DCA al tuo peso corporeo?... L’esperienza che tu riporti – e so che è un’esperienza di vita molto dolorosa, e ti ringrazio per averla voluta condividere qui – è peraltro la più palese dimostrazione che la risposta a quella domanda è proprio NO. A prescindere da questo, comunque, spero davvero che tu riesca presto a stare meglio… Ti abbraccio forte…

@ Wolfie – E’ verissimo quello che scrivi… se ci mettiamo tutta la nostra volontà, quello che possiamo arrivare a fare può addirittura sorprenderci…

@ Vele/Ivy – Eh, vedrai, se non ci si ironizza un po’ su, di fronte a certe cose ci sarebbe da mettersi le mani nei capelli… per le persone che ci stanno dietro, naturalmente…

@ Jonny – Ecco, appunto…

@ (Mai più)Enigma – Vero che c’è gente bellissima in giro?!... ^__-

Veggie ha detto...

@ GaiaCincia – E’ innegabile che ci sia un bel po’ di confusione in merito ai DCA… e queste domande, nel loro piccolo, ne sono esempio… Detto questo, ti invito a leggere le risposte che ho dato ad arilù e a Taiyou in merito alla correlazione anoressia-libido… C’è senz’altro del vero anche in quello che scrivi tu, comunque… pur non avendo la ragione in tasca (e chi mai ce l’ha?!...) il tuo ragionamento è assolutamente condivisibile. Certo, c’è il più grande discorso dell’impossibilità di fare generalizzazioni, perché poi la medesima cosa – la sessualità nel caso di specie – è sicuramente vissuta in maniera diversa da persona a persona… Però sicuramente un DCA, in qualsiasi forma si manifesti e quali che ne siano le cause, altera sia per ragioni biologiche che per ragioni psicologiche il rapporto con la sessualità, questo è un dato di fatto innegabile…
P.S.= Il discorso sul caratteraccio lo riferivo in realtà ben più a Barbarawantstobeskinny e a Jonny che non a te… Tu sei rimasta invischiata nel mezzo, e non volevo fare parzialità, per questo ti ho inclusa nel monito… Resta il fatto che tu hai replicato in maniera corretta ed educata, e lo stesso hai fatto esprimendo la tua opinione pur in contrasto con quella di Barbara, e questo è accettabilissimo per me. Non mi piace quando cominciano a volare insulti gratuiti da mercato del pesce, tutto qui. Non voleva essere assolutamente una critica al tuo modo di esprimerti, o al fatto che dopo aver ricevuto una critica ti sei difesa (anzi, in questo hai fatto benissimo!...), e chiedo scusa se quello che ho scritto poteva essere fraintendibile… spero di essere stata più chiara, adesso.

@ Miriam – Ti invito a leggere le risposte che ho dato a arilù e Taiyou… Comunque è vero anche quello che scrivi tu. Naturalmente non è l’unica variabile in gioco, però certamente anche l’estrema difficoltà che avrebbe un corpo emaciato a sostenere una gravidanza può far parte delle cause che determinano una riduzione del desiderio sessuale nei momenti peggiori del DCA…

@ Kay – Ti ho risposto nel post di oggi!... Grazie per lo spunto di riflessione!...

@ K. – Figurati, è stato un piacere commentare il tuo blog!... Certo che ripasserò!... Un abbraccio a te…

Pulce ha detto...

Ciao Veggie...
È da tanto che non ti commento più ma leggo sempre!
Questo post è molto simpatico, mi ha fatta sorridere . Certo ke alcune domande non so com'è possibile addirittura farsele venire in mente!
Bellissime risposte,
Un abbraccio forte

PrettyLittleGirl ha detto...

Non lo so Veggie, puó darsi che in certi casi si scimmiotti non saprei perché non so come si faccia a "scimmiottare"..peró a me di certo farebbe strano pensare che ci si possa alzare dal letto e voler imitare una con un dca..non so perché ma mi suona molto piú familiare (e lo dico in maniera molto personale e opinabile) che molte persone facciano parte delle cosiddette "sindromi sottosoglia" e nel momento in cui, ti rendi conto che vuoi rientrare nella "diagnosi ufficiale" x avere un minimo di riconoscimento per la tua sofferenza, ti metti apparentemente a "voler aggravare i tuoi sintomi" magari sembrando di scimmiottare un dca..

Veggie ha detto...

@ Pulce – Bentornata, mi fa davvero piacere rileggerti!... Effettivamente anche a me certe domande fanno strano… mi sembrano un po’ un esasperazione di luoghi comuni, con poca consistenza di fatto… In ogni caso, è positivo che tu c’abbia fatto almeno una risata, perché l’intenzione del post era proprio quella… ^__^

@ PrettyLittleGirl – Per quel che può valere, mi è capitato (e non una volta sola!) di ricevere e-mail da persone che mi raccontavano di avere un DCA, ma che poi ho sgamato essere completamente fake!... Quindi, alla luce di ciò, per quanto mi paia assurdo voler fingere di avere una malattia devastante come un DCA, prendo atto di una realtà di fatto e cioè che effettivamente ci sono persone che, per motivi a me ignoti, copiano/fingono di avere un DCA. Detto questo, è possibilissimo che alcune di queste persone abbiano un DCA subclinico… ti dirò, a me quando avevo un’anoressia subclinica non mi è mai passato neanche per l’anticamera del cervello di voler avere un DCA (anzi, quando mi è stato diagnosticato ero incazzatissima…), però questa certo è meramente la mia opinabilissima esperienza personale… E, tra l’altro, perché mai tutta questa voglia di rientrare in una “diagnosi da manuale”?... L’entità della sofferenza personale, che sicuramente è presente, non si misura certo in base a quanti criteri diagnostici soddisfi…

PrettyLittleGirl ha detto...

"L’entità della sofferenza personale, che sicuramente è presente, non si misura certo in base a quanti criteri diagnostici soddisfi…" eh lo so Veggie, cioé io sono piú che d'accordo con te e, se uno é intelligente lo capisce..
per la mia esperienza, almeno per quanto riguarda me e altre persone che hanno condiviso la loro esperienza riguardo a "DCA subclinici/ DCA conclamati ma magari in cui non viene raggiunto un certo "peso" o certi criteri, la voglia di rientrare nella "diagnosi da manuale" deriva forse dalla stufaggine di sentirsi poco presi sul serio una volta che riprendi un certo peso o se per esempio hai forme "miste" in cui sia hai un comportamento sia un'altro (classico esempio abbuffate/restrizioni) o se il tuo sintomo é ad andamento non cronico..per esempio, stai meglio e sei di nuovo normopeso e per tutti "non sei malata"..
tutto questo autorizza certe persone a pensare esattamente che allora perché non sei uno scheletro ambulante non stai piú soffrendo e tutto va bene..
E questi "criteri" condizionano anche le stesse persone che magari perché non "sono abbastanza malate" pensano che "allora forse non ho niente"..In un certo senso se il DCA non si "vede" é piú facile che molta gente lo prenda sottogamba o comunque, anche una volta ricevuto aiuto e tutto, ci si sente appunto "un po come dei fake" perché dici c'é chi sta molto peggio..
Il fatto che non ci sia scritto da nessuna parte che stai male, a mio parere, fa sentire molte persone minimizzate nella malattia che comunuque sempre malattia é, a qualunque stadio sia..( e questo mi ci inserisco anch'io quando sento cose tipo "ah, eppure non sembri anoressica/ bulimica!"
Quanto alle e-mail rimango stupita di cosa ti arriva!non avrei immaginato si potesse volere un dca..ma a quanto pare tutto é possibile! O_o anche se mi pare di aver letto che per certi puó essere una condizione idealizzata

PrettyLittleGirl ha detto...

ah ps. ovviamente "aggravare i tuoi sintomi " intendevo incosciamente nel senso che magari poi nascono confronti/ domande come quelle sopra nate dalla confusione..specifico che non intendevo che ti alzi dal letto e ti metti ad imitare quelle che hanno un dca..mi riferivo nel caso un qualche problema con il cibo fosse giá presente, che sia in forma subclinica/ atipica o come vogliamo chiamarlo..

Marcella - Dimagrisci con Gusto ha detto...

Domande degne di barbie want to be skinny e le amiche pro ana ma con le tue risposte sei stata fantastica!ahahahahahahaha che risate!!!
Ma la risposta migliore è stata senza dubbio l'ultima!

Leonie Skinny ha detto...

Non credo cara Marcella :) non ho mai inviato nessuna mail di questo tipo a Veggie. Come te ho trovato ridicole queste mail. Non potrebbe essere altrimenti, dato che soffro di disturbi alimentari e che ne patisco le conseguenze giorno per giorno.

Marcella - Dimagrisci con Gusto ha detto...

Barbie mi inquieti, pratichi stalkin nei miei confronti?? ahaha!

 
Clicky Web Analytics Licenza Creative Commons
Anoressia: after dark by Veggie is licensed under a Creative Commons Attribution-NoDerivs 3.0 Unported License.