Come gli alchimisti trasformavano il ferro in oro… voi potete trasformare l’oscurità in luce. Siete tutte benvenute.

martedì 9 settembre 2008

Per cominciare...

Ho aperto questo blog per aiutare le ragazze che soffrono di disturbi alimentari e di anoressia in particolare, per supportare tutte coloro che stanno percorrendo la dura strada del ricovero, ed anche per tenere me stessa nella giusta corsia dopo tanti anni passati ad andare a 200 Km/h contromano. Mi piacerebbe davvero poter fare qualcosa, anche qualcosa di piccolo, per tutte coloro che si trovano in una posizione che conosco fin troppo bene perché l’ho vissuta e la sto tuttora vivendo. Vorrei che questo fosse veramente un blog per tutte voi, ragazze.

Quando ho attraversato la fase peggiore dell’anoressia – dal primo ricovero agli anni a seguire – ho scritto e disegnato molto. Era l’unico modo che conoscevo per cercare di buttare fuori tutta l’oscurità che mi tenevo dentro e provare a combatterla. Perciò qui vorrei condividere le mie parole e i miei schizzi perché penso che abbiano una voce in grado di dire molte più cose di quante normalmente la gente che sta intorno riesca a fare. Ho scritto racconti, poesie, sfoghi, flussi di coscienza, annotazioni, semplici frasi. E ho disegnato la rabbia, l’ansia, il dolore, la disperazione, il senso di vuoto, gli sbagli. A poco a poco, posterò tutto questo: penso che la condivisione sia importante ed estremamente benefica. Vorrei fare capire a tutte coloro che si stanno dibattendo nella rete dei disturbi alimentari che non sono sole. Vorrei che sapeste che anch’io ho lottato e sto tuttora combattendo. Quando ho attraversato i miei momenti più bui, mi sarebbe piaciuto avere accanto o comunque poter in qualche modo comunicare con qualcuno che avesse passato quello che stavo passando io, e che quindi potesse veramente capirmi. Non semplicemente comprendermi, ma realmente capirmi. Mi sarebbe piaciuto leggere gli scritti di qualcuno che sapeva cosa volesse dire essere ricoverata causa anoressia. Perciò voglio provare a fare questo per tutte voi. È un qualcosa che riguarda la speranza. È un qualcosa che riguarda la forza. È un qualcosa che riguarda i momenti di oscurità che dobbiamo attraversare per raggiungere la strada della luce, un obiettivo veramente importante oltre il dolore e la confusione.

Non ho la presunzione di considerami “guarita” dall’anoressia, anche perché si tratta di un qualcosa di cui non si può “guarire” nel senso canonico del termine. Perciò so che l’anoressia sarà sempre parte di me. La profonda oscurità che mi aveva dominato non è scomparsa… ma cammina al mio fianco. Però ora sono cosciente del fatto che riposi in silenzio nel mio petto. Penso quindi che sia possibile imparare per lo meno a convivere con i disturbi alimentari, senza soffrire e senza esserne succubi. E penso che sia possibile anche imparare a vivere senza i disturbi alimentari: è quello che sto cercando di fare. Ma per ricostruire dopo tanti anni di distruzione c’è bisogno di guardarsi dentro, di capire ciò che veramente si vuole, di darsi la possibilità di cadere e di rialzarsi, di fare un passo dopo l’altro prendendosi tutto il tempo necessario.

Fondamentalmente, quello che sto cercando di dire è: mi piacerebbe poter essere d’aiuto a qualcuna. Non ho la pretesa di salvare il pianeta, si capisce… mi basta provare a salvare il mio angolo di mondo.

Perciò leggete, commentate, e sentitevi libere di mandarmi e-mail. Possiamo aiutarci a vicenda. Perché siamo più forti insieme.

Veggie

33 commenti:

Stella ha detto...

Ciao Veggie... oggi hai lasciato un commento nel mio blog su Libero, in un messaggio nel quale affrontavo l'argomento "Pro-ana". Per questo ti ringrazio, anche perchè mi hai dato la possibilità di scoprire il tuo, di blog.
Io da due anni soffro di disturbi alimentari. Sono passata dal non mangiare a mangiare troppo, con foga; a volte rimedio con il vomito autoindotto per tenere il peso sotto controllo. E poi c'è (stato) di mezzo anche l'autolesionismo.
Adesso diciamo che sto un po' meglio, anche se ho paura a dirlo, comunque ho notato che il tempo in cui penso al cibo è moltissimo.
Grazie per aver aperto questo blog, tornerò a trovarti :)
Un abbraccio a te ed a tutte coloro che stanno cercando di superare questa fase difficile... buona serata

Veggie ha detto...

Grazie a te per il tuo commento, Stella...

Io ci sono dentro da quasi sei anni ormai, sei anni in cui anoressia e autolesionismo sono stati il mio pane quotidiano, quindi ti capisco benissimo...

Sono tuttavia contenta di leggere che stai meglio, e spero che tu possa continuare a percorrere la strada della luce... Perchè non provi ad impiegare il tempo che usi per pensare al cibo per fare qualcosa di più creativo e gratificante per te stessa? Uscire con le amiche, leggere, disegnare, guardare un film... qualsiasi cosa tu voglia. Stare meglio è possibile... pure senza timore di dirlo. Ed io sono certa che tu possa riuscirci.

Spero di risentirti presto...

Un abbraccio...

iLaRiA ha detto...

Ti ammiro tantissimo.
Veramente.
E,come ho risposto sul mio blog, spero che avremo ancora modo di parlare.
E trovo il tuo veramente interessante nonchè utile.
A presto.

PS: per curiosità,ma dove l'hai trovato il mio indirizzo?

Bacioni..e coraggio!

Veggie ha detto...

Ciao Ilaria, grazie per le tue bellissime parole... non le merito...
Spero anch'io di ritrovarti presto, sia sul tuo blog che sul mio...
Bacionissimi...

iLaRiA ha detto...

..anch'io ti ho risposto sul mio..ma per sicurezza lo faccio anche qui..ma che buffa corrispondenza!! :-)

Lo penso davvero quel che dico.
E ti meriti queste ed altre parole per la forza che trovi dentro di te e che infondi agli altri.
Non soffro di questi problemi,sono soltanto una "quasi psicologa" che vorrà un giorno specializzarsi in queste problematiche (ma avendo letto il post l'avrai già capito..) e ti assicuro, per quel che ne so,che non è facile trovare persone come te, per questo ti ritengo speciale.
Continua a lottare..hai tutte le capacità per vincere.
Lo penso sul serio!
Un abbraccio forte. ILA

Federica ha detto...

Ti ringrazio tuo commento sul mio blog.
Spero so,o che lo scopo di questo blog in realtà non sia per coltivare ancora quello spazio di anoressia dentro te che ti permetta di sentirti forte e fiera di quello che stai facendo o dove stai arrivando.


Un abbraccio a presto.
Federica

Federica ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Veggie ha detto...

Ciao Federica, credo che prima di lasciare un commento di questo tipo avresti dovuto per lo meno fare un tentativo di leggere mezzo post qualsiasi del mio blog, perchè è evidente che non l'hai fatto... Altrimenti avresti capito in che cosa consiste questo blog... Quindi, prima di sputare sentenze, preferirei che tu ci dessi un'occhiata sul serio...
P.S.= Non ce l'ho con te, semplicemente mi dà fastidio chi scrive cose senza cognizione di causa...
P.P.S.= Scusa se ho eliminato il tuo secondo commento, ma questo blog non è una piattaforma per farsi pubblicità...

Giovanni ha detto...

Ciao!
Dato che hai lasciato un saluto sul mio, ora lascio un saluto sul tuo di blog!
Insomma io sono uno qualunque, non sono un tecnico. Non avevo immaginato dal tuo commento sul mio blog che fosse per te un'argomento fondamentale fino a questi livelli e quindi, come al solito, mi viene il panico di essere frainteso! Sia il post, sia la risposta che ti ho dato, non hanno nulla di screditante nei confronti della malattia (si può chiamare così?), di chi ne soffre e di chi ne ha sofferto. Non era un minimizzare insomma. Anche se CREDO si fosse intuito, ho preferito venirlo a precisare anche qui da te!

Ciao!

Ch.rdn ha detto...

Ciao Veggie, ho letto questo post introduttivo, poi leggerò gli altri. Io non so che significa avere questi problemi, per cui il mio commento è un modo per dirti che, anche virtualmente, faccio il tifo per te e per tutte quelle donne che hanno il tuo stesso problema. Hai bandito dal tuo dizionario la parola rassegnazione e per questo già hai vinto. Ce la puoi fare!! In bocca al lupo!
Un abbraccio.
Ad maiora (i romani dicevano così per augurarsi grandi successi, per augurarsi buona fortuna, e io saluto sempre così, ma in questo caso è ancora più sentito!)

Veggie ha detto...

@ Giovanni - Non ti preoccupare, non sono affatto offesa... ^_^ Ci mancherebbe, figurati! Lo so che chi non c'è passato in prima persona non può capire... ed è già tanto che cerchi comunque di parlarne in maniera oggettiva, lo apprezzo molto...

@ Ch.rdn - Grazie mille per le tue bellssime parole! Passa quando vuoi e commenta tutto ciò che vuoi... Grazie per il supporto, ce n'è sempre bisogno...
Ad maiora, allora!! Ad maiora a tutte quante!! ^_^

La Ely ha detto...

Ho continuato a spulciare il tuo blog, dopo il commento che mi hai lasciato, e mi ha fatto venire i brividi perchè ciò che ha scavato per anni la mia anima, quell'oscurità di cui parli e che ti cammina accanto, l'ho provata anch'io, seppur con diversa manifestazione fisica.
O meglio..anch'io ho perso 10 chili, ma ciò che davvero infliggevo al mio corpo erano ferite tangibili.
Fa paura leggere quel dolore che ti porti dentro perchè è lo stesso mio e io non mi sono mai considerata "malata" solo perchè none sisteva etichetta per il mio male.
Fa bene leggere le tue parole..continuerò a farlo.
elisa

Veggie ha detto...

@ La Ely - Spulcia pure quanto vuoi... ^_^ Io sono sempre qui... Quando hai bisogno, vieni senza riguardi... e sentiti libera di scrivere tutto ciò che ti va, di sfogarti... qui c'è tutto il posto per accoglierti.
Cara compagna di cicatrici, anch'io lo conosco quel dolore... e la malattia non importa esprimerla a parole, perchè ce la portiamo dentro... Ma, a poco a poco, possiamo anche provare ad uscirne... a lottare... perchè combattre è già una vittoria...
Ti sono vicina...

Anonimo ha detto...

Grazie mille per il commento che mi hai lasciato sul blog..
Apprezzo molto le tue parole, come ti ammiro molto per quello che stai facendo, sei una persona davvero forte e altruista.
Spero di risentirti prestissimo,
Un bacio
Marty (dreamingvogue.splinder.com)

iLGuardianoDelFato ha detto...

Ciao, "allora anche i Blog possono essere utili!" ho appena pensato leggendoti... Mi colpisce la tua esperienza - con cui non ho contatti diretti - e come parli di "esternare" attraverso gli scritti ed i disegni.

Clara ha detto...

Ciao... capito qui per caso ed ho trovato questo blog che testimonia un percorso di sofferenza ma pure un'indicazione verso il superamento del "male". Mi complimento per la tua iniziativa e ti aguro di ritrovare la chiave per riappropriarti del tuo futuro, il futuro splendido che meriti.
A proposito io sto sul Faro un blog collettivo, scanzonato e goliardico fatto da persone intelligenti e simpatiche.

Veggie ha detto...

@ Marty - Figurati, piuttosto grazie a te per essere passata di qui ed aver lasciato le tue parole... Sono convintissima che anche tu sei altrettanto altruista e forte... Combatti per te stessa, non più contro te stessa... Un abbraccio...

@ iLGuardianoDelFato - Sì, penso che i blog, se utilizzati nel modo "giusto", possano essere davvero un mezzo molto potente... Secondo me, un blog è come una pistola: di per sè è neutro, è un oggetto... ma è chi lo utilizza che decide quale uso farne... E può farci tanto di bene e tanto di male... Bisogna scegliere da che parte stare. Io ho fatto la mia scelta. Spero sarà anche quella di molte altre ragazze che hanno vissuto/vivono l'anoressia...

@ Clara – Ciao Clara, ti ringrazio per le tue parole… Sai, io penso che dal dolore si possa sempre costruire, se non ri-costriure… E che quello che mi è mancato posso perciò adesso esserlo io per le altre… Un abbraccio…

Anonimo ha detto...

imparato molto

Anonimo ha detto...

good start

Elisabetta ha detto...

Ciao! Ho potuto vedere il tuo video su MTV e devo dire che sono rimasta colpita dalla forza e dalla grinta che trasmetti in ogni tua singola parola.

Il mio disturbo alimentare è durato relativamente poco ma, quando si arriva a capire che in gioco c'è la vita, un anno o due diventano eterni.

Tutto è iniziato quando da me stessa ho preteso il massimo sia dall'atletica sia dal liceo e quando ho creduto di non essere mai abbastanza perfetta agli occhi degli altri. Non racconterò quello che sicuramente voi sapete per vostra esperienza, perchè ognuna di noi ha vissuto momenti diversi, ma strazianti allo stesso modo. Vorrei solo essere una delle voci emerse dal buio, una voce positiva e convinta del fatto che tutti possono farcela.

Dall'anoressia, come hai detto, si esce soprattutto desiderandolo e trovando il proprio obiettivo per continuare a lottare. Io l'ho trovato nella corsa ( se non mangiavo, non avrei potuto correre e gareggiare, mi dissero ), per la quale avevo sacrificato tanto. Il mio obiettivo é stato anche l'amore per il mio ragazzo che ha fatto più di quello che una persona estranea alla famiglia poteva fare per salvarmi, sopportando le situazioni più sgradevoli con uno splendido e semplice allo stesso tempo sorriso d'incoraggiamento, aiutandomi a portare il peso di questa malattia in modo tale da non esserne schiacciata. L'amore per la mia famiglia che ha patito le pene d'inferno nel vedermi consumare giorno per giorno e che mi ha letteralmente strattonata via da quel mostro chiamato "anoressia".

Piano piano si può fare, ci si può liberare da quelle catene che, in modo così subdolo, sono entrate a far parte del nostro quotidiano. Bisogna volerlo con tutte le forze.
Questo non significa che il giorno in cui si deciderà di guarire il mondo sarà roseo, anzi, sarà il momento in cui si soffrirà di più in assoluto, tanto che si penserà di non potercela fare.

Ricordate che non è mai troppo tardi per vivere, la volontà (unita magari all'aiuto di medici paragonabili ad angeli) è la forza più autorevole che ci è stata concessa.

Complimenti ancora Veggie, stai vincendo tu e questo blog ricco di speranza e determinazione ne è la prova!

Veggie ha detto...

@ Anonimo - Thanks...

@ Elisabetta – Ciao Elisabetta, benvenuta!!... Ti ringrazio tantissimo per le tue parole, per la tua testimonianza positiva e piena di speranza… Sono felice che tu abbia voluto scrivere qui quello che hai vissuto, ti ringrazio davvero per averlo voluto condividere… Ti auguro con tutto il cuore che il futuro possa riservarti solo serenità e cose positive… E se vuoi ripassare di qui, fallo quando vuoi e scrivi ciò che vuoi: sarai sempre la benvenuta!... Un abbraccio forte…

Anonimo ha detto...

Ciao Vaggie ti ho lasciato un mess in posta... aspetto tue risposte.. grazie in anticipo

Anonimo ha detto...

Veggie...che dire..sono orgogliosa di essere una ragazza perchè vedo che esitono persone come te che hanno la forza di andare avanti e di dar una mano a chi ha problemi...che poi in fondo problema suona male..e piu una caduta a cui si fatica a rialzarsi..ma pian piano si ci rialza piu forte di prima....bellissimo blog saro qui a leggerlo ogni giorno...

Veggie ha detto...

@ Anonima (14 Novembre 2011) - Fatto!... Perdona il ritardo...

@ Anonima (06 Gennaio 2012) – Ti ringrazio per le tue parole… Io credo che ognuna di noi, nel suo piccolo, sia speciale, ed abbia perciò la forza di combattere ogni giorno, per quanto possa essere difficile… e bisogna comunque essere orgogliose dei piccoli successi che si riescono ad ottenere… E se si può combattere insieme, allora ci possiamo dare una mano a vicenda ed essere più forti… perché è proprio vero che l’unione fa la forza!... Spero di rileggerti presto… Un bacio!...

Anonimo ha detto...

Ogni minuto che vola via
è una nuova opportunità per mutarlo del tutto;
ogni istante è un'occasione per mutare in meglio.
Dunque, vita, io ti prometto questo:
sarò sempre fedele al mio cuore.
Sarò il custode dei miei sogni.
Io solcherò tutti gli oceani guardando con occhi miei
il magnifico mondo in cui vivo.
Avrò caro ogni secondo del tempo che mi è dato
come un tesoro immeritato.
Ecco, faccio un profondo respiro,
per riempirmi d'aria i polmoni,
e per colmarmi del mistero e della magia
che mi circondano. sono la raga che ti ha scritto ieri...un bacione veggie

tweety ha detto...

ciao veggie il post di ieri e quello di prima sono i miei..spero di poter esser spesso presente nel tuo blog perche ci tengo a starti vicina sebbene tu possa dire..ma chi la conosce a questa...ma so di cosa si parla e voglio anzi vorrei starti sempre vicino se tu lo vorrai..quella che ti ho scritto e la mia frase preferita insieme a questa--Immagino che sia proprio così la vita. Una lunga catena di attimi.
E immagino che tutto ciò che si può fare è cercare di viverli uno per uno, senza star troppo a pensare
a quelli appena trascorsi o che stanno per arrivare.----spero ti piacciano un bacione e buona serata..se son di troppo scusami andro via in silenzio...

Veggie ha detto...

@ tweety – Altro ci mancherebbe, tweety, nessuna è mai di troppo qui!... Anzi, più siamo e meglio è, perché così ci possiamo dare tutte quante una mano a vicenda!... Perciò, sentiti libera di passare tutte le volte che vuoi e di scrivere qualsiasi cosa di passi per la testa, di lasciare qualsiasi commento… ogni tua parola sarà sempre la benvenuta qui. Semplicemente perchè è la tua.

tweety ha detto...

grazie mille veggie....sei davvero molto gentile...ogni volta che potrò lascerò un commentino per farti sapere che io ci sarò sempre kiss

tweety ha detto...

tesoro è tanto che non ti si sente come stai?

Darknaike ha detto...

Ciao... ho appena trovato il tuo blog, e lo apprezzo tantissimo.
Io ho iniziato un percorso di terapie per uscire dalla Bulimia a fine ottobre, dopo 15 anni di buio pesto.
Non so come andrà e quanto ci vorrà, staremo a vedere.
Una settimana fa ho rispolverato il mio vecchoi blog proprio per avere una valvola di sfogo, un posto dove scrivere ciò che penso e sento in questo periodo di lotta.
Continuerò a seguirti sicuramente, perché se c'è qualcuno che riesce a convivere e lotta quotidianamente con questi disturbi, vuol dire che c'è una luce in fondo al tunnel.

Veggie ha detto...

@ Darknaike – Benvenuta, allora!... Ci vuole indubbiamente molto coraggio per combattere contro un DCA, per cui hai tutta la mia stima per il percorso che hai deciso d’intraprendere… spero davvero che, a poco a poco, tu possa arrivare a stare meglio… Penso che fai bene ad utilizzare il tuo blog come valvola di sfogo, perché a volte è difficile tenersi tutto dentro e non ci fa stare neanche bene… Ti faccio un enorme in bocca al lupo per tutto ciò che ti attende in futuro!... Spero di rileggerti presto!... Un abbraccio forte forte…

*FREE* ha detto...

Inizio a leggerti da oggi. Inizio col leggere i post-chiave. vedo che abbiamo lo stesso obiettivo: aiutare altre persone che soffrono come noi. Hai perfettamente ragione quando dici che dall'anoressia non si può guarire totalmente, ma possiamo non essere suoi schiavi e prender in mano la nostra vita.

Leo ha detto...

Il tuo blog..mi sta aiutando molto...io soffro di ossessivismo compulsivo sugli alimenti ...peso tutto e conto tutto...peso 40 kg e ne dovrei pesare 65 minimo...secondo i canoni...sti canoni! Tutto questo perchè mi voglio veder star male...per aver avuto mancanza di attenzione da tutti...ed adesso leggendo le tue parole ho capito che arrivato 26 anni...mi sento un vecchio...sto buttando via la mia vita...ma mi sn dato una scadenza...da domani...vivrò la mia nuova vita...ci devo riuscire...devo riuscire a non pesare ..a mangiare ciò che mia madre cucina per tutti...a vivere...uscirec...trovare amici...che ovviamente nn ho...bastaaaaaa ...grazie

 
Clicky Web Analytics Licenza Creative Commons
Anoressia: after dark by Veggie is licensed under a Creative Commons Attribution-NoDerivs 3.0 Unported License.