Come gli alchimisti trasformavano il ferro in oro… voi potete trasformare l’oscurità in luce. Siete tutte benvenute.

giovedì 14 maggio 2009

La bellezza secondo me - Take 6

Indovinate un po' chi è l'autrice di quello che state per leggere?!!... ^___^"

"Non è il volto, ma la sua espressione. Non è la voce, ma il modo di parlare. Non è come ti sta quel corpo, ma le cose che ci fai. Tu sei bellissima."
(tratto da un'intervista alle t.A.T.u.)



Ci sono cose che non si riescono ad esprimere con le parole. Ci sono cose che si hanno in testa, ma che non si riescono a tirare fuori. Ci sono cose che nella mente appaiono grandi, enormi, importanti, e che nel momento in cui si prova a tirarle fuori, le parole le immiseriscono, riducendole a non più che a grandezza naturale. Come accade con la mia idea di bellezza, per l’appunto. Per questo mi è difficile scriverne. Se dovessi dire che cos’è la bellezza secondo me… bè, non troverei mai le parole giuste. Però penso che potrei spiegarlo con un esempio.

Qualche giorno fa ero all’università e, in un momento di pausa tra una lezione e quella successiva, ho deciso di far un giro pesca intorno all’ospedale, giusto per ammazzar un po’ il tempo. Quindi stavo passeggiando – iPod alla mano, canzoni delle t.A.T.u. sparate nelle orecchie – quando un particolare ha attirato la mia attenzione: al margine di un marciapiede era accoccolata una ragazza che stava armeggiando con la catena di una bicicletta. Mi sono fermata e l’ho guardata. Capelli castani chiari, ricci, zainetto EastPak rosso scaricato per terra accanto alla bici, mani che si muovevano concitate, più o meno la mia età, no, forse qualche anno in più, sui 28 – 30, aria arrabbiata e scoraggiata. Una sorta di istantanea in un attimo lunghissimo in cui il tempo si ferma, ho pensato. Le macchine continuavano a correre per strada, la gente continuava a camminare sul marciapiede, ma io ero immobile e così pure quella ragazza, immobile nella sua meccanica di gesti ripetitivi e nella sua espressione sconsolata. Ho provato a proiettarmi al suo posto. Dopodichè mi sono avvicinata a lei e le ho detto: “Hai bisogno di una mano?”. Uscita stupidissima, lo so, ma non sapevo come rompere il ghiaccio… “Magari!” ha sbuffato lei, alzando il volto arrabbiato ed imbronciato verso di me, con il che ho poggiato la mia borsa a terra e mi sono accovacciata di fronte a lei, dall’altro versante della bicicletta. Era uscita la catena, e la presenza del carter rendeva estremamente difficile il rimetterla al suo posto. La ragazza ha borbottato qualcosa sul fatto che stava perdendo la lezione e con la bici in quelle condizioni non sapeva neanche come fare a tornare in stazione. Io non me ne intendo di biciclette. Non ho mai riparato una bicicletta in vita mia. E, tendenzialmente, sono imbranata. Non capivo proprio cosa ci facevo lì accoccolata per terra, perché mi era venuta l’idea di aiutarla, e cos’avrei potuto fare se non peggiorare ulteriormente le cose. ‘Faccio un paio di tentativi, non si approda a nulla, e do forfait’, ho pensato. In fin dei conti, avrei avuto almeno l’attenuante dell’averci provato. E stavo per mettere le mani un po’ a casaccio sulla catena, quando la ragazza ha alzato gli occhi dal carter e mi ha guardata. E io ho visto un’infinità di cose in quello sguardo. Un infinità di parole taciute ma ugualmente espresse. Una muta richiesta d’aiuto, di appoggio, di sostegno, di cooperazione, di fai qualcosa tu perché io sono alla frutta… Ci brillavano le lacrime, in quegli occhi. E allora non lo so cos’ho pensato. So solo che mi sono detta che l’avrei aiutata ad ogni costo, e non mi sarei schiodata da lì finché non avessi rimesso quella catena al suo posto, avessi dovuto impiegarci i 3 giorni successivi. Forse, chissà, da qualche parte qualcosa di è mosso… o forse è solo la forza che ti dà la determinazione… fatto sta che ho infilato le dita dentro quel dannato carter, sporcandomele tutte, fino a farmi male con i dentini della catena… ma non ho mollato, e alla fine la catena è tornata al suo posto. Non so come ci sono riuscita, e so invece per certo che se qualcuno mi chiedesse di rifarlo anche adesso, non ne sarò mai più capace… ma l’altro giorno, per quella ragazza, tutto solo per lei, ce l’ho fatta. “A posto!” le ho detto ritirando le dita fuori dal carter mentre la catena riprendeva a girare. “Davvero?!?” la sua voce aveva un che d’incredulo e di speranzoso allo stesso tempo. Ha girato il pedale con la mano per assicurarsi che fosse tutto vero, ed ha avuto la sua conferma. Sorrideva, adesso. E il tempo si è fermato di nuovo, per un altro di quegli attimi fugaci eppure eterni. E allora ho alzato lo sguardo verso di lei, e per la prima volta l’ho vista. L’ho vista davvero. I suoi capelli, il suo volto, la sua aria sollevata, felice, e poi i suoi occhi, il suo sorriso. La luce che le veniva da dentro e la illuminava tutta. E ho pensato: 'Cazzo, ma è bellissima!'. Ecco. Ed era veramente così. Bellissima. Ma bellissima davvero. Così bella, accipicchia, così bella. Da mozzare il fiato, dico sul serio. Ho continuato a fissarla senza riuscire a staccare lo sguardo. E poi lei ha rivolto quel sorriso bellissimo, quegli occhi così pieni di luce verso di me, e mi ha detto: “Grazie!”. Io ho continuato a pensare che quella ragazza era veramente bellissima in quel momento. Ero così rapita nell’osservarla, che non sentivo neanche più male alle dita. E all’improvviso, non so perché, mi è venuto da pensare che, magari, anch’io in quel momento ero bellissima. Sì, bellissima, anche se accoccolata per terra, con i capelli in disordine, i jeans sporchi per la polvere del marciapiede, le dita tagliuzzate e ricoperte del grasso nero della bici. Io e quella ragazza, due persone diverse, una cosa sola, un attimo infinito. E lei, in quel momento, in quel momento e per sempre, lei bellissima.

Nell’oceano incasinato in cui nuoto ogni giorno, quella ragazza è stata una goccia di bellezza.

E questo ha dato un senso. E io ho sentito che aveva un senso. Che questa vita è un mucchio di tessere di un puzzle assolutamente random, ma ogni tanto c’è un tassello che va al posto giusto. E questo è il risultato: la bellezza.

20 commenti:

Anonimo ha detto...

Aiutarsi gli uni con gli altri è ciò che ci rende più belli..che brutto restare in disparte quando qualcuno ha bisogno di noi..
Un abbraccio.
Pachucha.

francesca ha detto...

wow...secondo me somiglia molto alla mia idea di bellezza...e poi ti sei espressa benissimo..più che un post questo sembrava un piccolo racconto:-)
un bacio

La Ely ha detto...

Veggie, quant'è BELLO ciò che hai scritto. ^_^
E' quel che intendo quando dico che la bellezza delle cose/persone, del Mondo intero, ama nascondersi e dobbiamo esser noi a cercarla, a spingerci più in là.
Basta davvero poco.

Musidora ha detto...

é stupendo questo post in cui hai espresso concretamente quando la bellezza si manifesta nella nostra vita. Penso che la filosofia, l'estetica, si sia sprecata a ragionare su che cosa sia la bellezza, dimenticando forse che le teorie lasciano il tempo che trovano...
A me ha dato un'impressione di grande luce quello che hai scritto, sembra una specie di miracolo, ma non è necessario avere "fede" per crederci, serve invece il coraggio per ascoltare quello che ci sembra giusto fare in quel momento.
Mi sembra che in definitiva il tuo concetto di bellezza emerga da tutto il tuo blog, che appunto si propone come luogo di scambio, aiuto, comunicazione tra le persone.
è questa la vera bellezza, quando si riesce a dare e ricevere qualcosa all'altro e dall'altro.
Quando si vince la solitudine, la paura e l'indifferenza che ci rinchiude in noi stesse invece di aprirci alla vita e alla bellezza che vi è contenuta.

Ti ringrazio per aver dato a tutte la possibilità di esprimersi su un tema, che certo ha dell'"ineffabile", ma cui ognuna secondo il suo sentire è riuscita ad esprimere profondamente, in modo mai banale.

Come forse aveva già scritto qualcun'altra penso che sarebbe bello poter raccogliere tutte queste testimonianze in un file, e magari farne un piccolo libro acquistabile su internet...
Penso anzi che un editore troverebbe molto interessante questo progetto, che di sicuro sarebbe molto più vero e sentito di tanti altri libri scritti da esterni sui dca. Perchè qui emergono le persone che danno voce al loro pensiero sfatando la visione semplicistica che si ha della bellezza in relazione ai disturbi alimentari.

chiara rizzello ha detto...

Ciao Ragazze, sono chiara di Briciole di Pane e volevo invitarvi a dare un occhiata e perchè no, a partecipare al nuovo forum sui DCA c'è bisogno di voi e della vostra forza!!http://www.bricioledipane.it/Forum/
Vi aspetto!
un abbraccione, chiara

sorridente ha detto...

Questo post è bellissimo! Complimenti. :-)

S. ha detto...

wow... Mitica Veggie!!!
Credo che il tuo concetto di bellezza sia il miogliore fra tutti quelli che ho letto nel tuo blog (il mio compreso). 6 stata bravissima. Continua così che vai alla grande!!
Baci e abbracci
Sandy

Balua ha detto...

.. il pezzetto di puzzle che va a posto è meravigliosa, come immagine.

Mi piace tantissimo come descrivi le cose, VEggie....

Vele/Ivy ha detto...

Bellissimo racconto... ancora più speciale perchè VERO! La bellezza, in effetti, spesso si trova proprio in questi piccoli attimi, quando meno te l'aspetti. E sai una cosa, la dote migliore è saper riconoscere questo dono. Molte persone non sanno cogliere la bellezza che le circonda e sono perennemente insoddisfatte...

alison_invisible ha detto...

Cara la mia brava poetessa.
Se tutte le persone fossero come te il mondo sarebbe magnifico.
Lo dico con il cuore.

Simo ha detto...

Ciao, sono passata per un salutino veloce. Che belle cose hai scritto! Ciao. Simo

SuGarDoll ha detto...

Ciao Veggie...ho letto il tuo commento beh hai ragione i sogni ci aiutano ad andare avanti..ed è giusto averne..dico solo di non farne un ossessione! Cmq.. volevo farti i complimenti per il blog, come è articolato, la storia...ho letto tutto e mi sono commossa! Mi hai dato l'idea...per iniziare a parlare della mia..alla fine qui nessuno sa il mio nome e cognome e il blog potrebbe essere un modo x riuscire finalmente a sfogarmi!

Anonimo ha detto...

Cara Veggie,
le tue parole sono bellissime, e mi hanno davvero commossa. Condivido pienamente il tuo ideale di bellezza!

Io non ho mai sofferto di DCA, ma molte volte mi trovo a pensare che mi troverei meglio con me stessa a essere magrissima, che tutti mi amerebbero di più, che riuscirei qualcosa in cui nessun altro riesce, che tutti mi amerebbero e invidierebbero... e ogni volta che invece continuo a mangiare normalmente, senza mai riuscire a portare avanti una dieta, mi fa sentire una fallita.
Le tue parole però mi risolevvano, e so che c'è chi se la passa molto peggio di me.
Grazie!
Un abbraccio
Le t

Pupottina ha detto...

come vedi tutto ha un senso! basta cercarlo o intuirlo in base a come procede la vita... ed anche tu sei bellissima e puoi esserlo per gli altri, così come tu hai saputo cogliere la bellezza...
buon weekend

Veggie ha detto...

@ Pachucha – Sì, è una delle cose di cui sono più convinta… Darsi una mano, combattere insieme… è quello che ci rende più belle… e più forti…

@ Francesca – Sì, penso anch’io che siano molto simili… ^__^ Forse perché una parte di quello che abbiamo vissuto è, in fin dei conti, molto simile… Quella ricerca nella riduzione della bellezza esteriore di quella interiore… Grazie mille per le tue parole… Un bacio grande anche a te…

@ La Ely – Basta poco, sì… eppure, ci vuole davvero tanto per capirlo… Qualcosa che si ha sotto gli occhi tutti i giorni… ma che non riusciamo a vedere fino a che non apriamo gli occhi… Aprire gli occhi non su quella che è la realtà che ci sfila intorno ogni giorno, ma su quello che va oltre…

@ Musidora – Sono io che ringrazio te per questo commento e per aver voluto esprimere la tua opinione… Sono d’accordo con te, per descrivere la “bellezza” si è cercato in ogni modo di oggettivizzarla, ma niente come la “bellezza” è un qualcosa di soggettivo che scardina ogni qualsiasi possibilità di etichettatura… Io penso che la bellezza non sia quella che si “vede”, ma quella che si “sente”… ognuna a suo modo… tutte in maniera differente… ma non per questo in maniera meno autentica e vera… Per quanto riguarda la realizzazione di una raccolta di tutti questi pensieri sulla bellezza, purtroppo non ho “agganci editoriali” in alcun modo, ma Annarita è stata così carina da dirmi che m’insegnerà a fare un file PDF dove potrò riunire questi pensieri in maniera tale da poterli diffondere tramite web… Potrebbe essere un buon primo passo avanti, no?!...

@ Chiara Rizzello – Ciao Chiara, grazie mille per la tua segnalazione! Appena ho un po’ di tempo verrò sicuramente a dare un’occhiata al forum… trovo che sia un’altra ottima strada per aiutarsi a vicenda in questa lotta difficile, nonché un ottimo strumento di condivisione e d’aiuto reciproco… Grazie ancora per averlo segnalato…!

@ sorridente – Grazie tesoro! ^__^ Mi ha fatto veramente piacere leggere le tue parole… Ho esposto la mia idea di “bellezza” in maniera un po’ confusa con un esempio, ne sono consapevole, ma se ti è arrivato qualcosa mi fa veramente piacere… Ti abbraccio…

@ Sandy – Ciao bella! Guarda, io non credo che si possano stilare classifiche… Tutte le nostre idee sono belle, preziose ed importanti allo stesso modo… Tanto più sono diverse, quanto più sono importanti… Anche tu, non mollare mai, mi raccomando, eh! Ti abbraccio strettissima…

@ Balua – Grazie mille… Non avrei saputo dirlo in altro modo… Perché ho sentito che era proprio così che andava: TLACK – e il pezzetto del puzzle si è incastrato… meravigliosamente al posto giusto…

@ Vele/Ivy – Penso che per molto tempo anch’io ho fatto parte di quel genere di persone… Adesso sto cercando di tenere gli occhi aperti e di vedere le cose per come stanno veramente… Non sempre è facile, perché il sole ferisce e così la tentazione di richiuderli è forte… ma io ci provo… un po’ per volta, giorno dopo giorno… e chissà che non riesca a cogliere altri petali di bellezza…

@ Alison_Invisible – Mi lusinghi, tesoro… Magari… Però, almeno di una cosa sono sicura: al mondo c’è almeno un’altra persona in grado di renderlo un posto magnifico: TU.

@ Simo – Ciao tesorino, grazie per essere passata! Mi fa davvero tanto piacere quello che mi hai scritto, e spero che le mie parole possano esserti state in qualche modo d’aiuto… Un abbracciotto…

@ SuGarDoll – Ciao SuGarDoll, innanzitutto benvenuta! Ti ringrazio tantissimo per quello che mi hai scritto, mi ha fatto estremamente piacere leggere le tue parole… E, sì, sono d’accordo con te: i sogni sono importanti perché ci aiutano ad andare avanti… ma ogni tanto bisogna anche “mettere i piedi per terra” ed esaminare razionalmente quali sono i sogni che possono realizzarsi, e per i quali vale quindi la pena combattere… Sai, penso che la tua idea di utilizzare il tuo blog per sfogarti sia ottima… In fin dei conti è il tuo sazio, ed è giusto che lo usci per “buttare fuori” quello che adesso ti fa stare male… e ti assicuro che riuscire a parlare/scrivere di quello che ci teniamo dentro e che ci fa stare male, è un primo passo per iniziare a liberarsene… Ti abbraccio forte forte… Grazie ancora…

@ Le t – Mi fa estremamente piacere leggere che non hai mai sofferto di DCA… e ti auguro di non dover mai vivere quest’inferno senza morte… Purtroppo quelle di cui parli sono tutte illusioni, bugie che l’anoressia ti racconta… ma non è mai così… quando ti arrivi ad essere magrissima, ti accorgi che in realtà tutto è esattamente uguale a prima… perché la gente non cambia il suo atteggiamento nei tuoi confronti, se non sei tu la prima a cambiare… e l’anoressia non aiuta, perché l’anoressia è una forma di cristallizzazione, perciò può solo peggiorare le cose… Cerca quali sono i tuoi pregi, fisici e morali, prova a valorizzarli, fatti apprezzare dagli altri per la persona in gamba che sono certa tu sei, e non per quello che d’effimero l’esteriorità può mostrare… E quando starai, non dico bene, ma meglio con te stessa, non per quello che mostri ma per quello che SEI, questo sarà il primo vero passo per amarti e per essere amata… Un abbraccio forte forte...

@ Pupottina – Il difficile è coglierlo, questo senso… Così come è difficile poter credere veramente che c’è della bellezza dentro di noi… Ma io sono sicura che c’è… dentro ogni singola persona che vedo…

Mel.. ha detto...

Ciao tesoro... ma che bello!!!
so cosa significa vedere la bellezza negli occhi di qualcuno...
che bella sensanzione.. di felicità...


TI VOGLIO BENE...

GuaiTraCorpo&Mente ha detto...

hai scritto un post che mi ha lasciato senza parole. sono meravigliosi i tuoi pensieri.

Veggie ha detto...

@ Mel – Mi auguro solo che questa bellezza tu sia riuscita a vederla negli occhi delle persone cui vuoi più bene… E, ovviamente, mi auguro che questa bellezza tu la veda ogni giorno nei tuoi occhi… Vorrei che tu potessi essere felice sempre… Ti voglio tanto bene…

@ GuaiTraCorpo&Mente – Ti ringrazio tantissimo per le tue parole, sappi che mi ha fatto estremamente piacere leggerle… Sono certa che anche le tue parole e i tuoi pensieri sono altrettanto meravigliosi… Devi solo avere il coraggio di tirarli fuori… Ti abbraccio forte…

Incontro alla luce ha detto...

Ciao carissima Veggie, sai sono capitata in questo blog per caso e apparentemente siamo due persone completamente differenti...se vai al mio blog scoprirai perché...ma comprendo pienamente la tua lotta con l'anoressia. Ho un'amica ammalata gravemente da più anni di bulimia la quale si era talmente tanto attaccata a me, forse perché in me vedeva la forza..(che io a mia volta non vedevo)che lei non aveva. Ti capisco,Veggie, più di quanto puoi immaginare. La mia vita è stata una dura lotta fin da quando ero appena adolescente. Penso che chi è ammalato di anoressia, non accetti una parte di sé e piano piano entri in un circolo vizioso da cui non può più uscire...anche quando si è reso conto che in realtà stava per morire. La bellezza che tu hai visto in lei era proprio la bellezza che tu avevi dentro in quel momento per averla aiutata. Tu sei bella...sì, anche fisicamente, ho visto le foto...ma sei bella anche dentro, hai qualche cosa di stupendo che tu devi far uscire fuori e soprattutto accorgertene...Mi piacerebbe parlare con te...Ciao, a presto!

Veggie ha detto...

@ Incontro alla luce – Ciao, ti ringrazio per le tue parole… Mi è dispiaciuto di leggere della tua amica, ma spero che attualmente anche lei stia combattendo contro la bulimia e possa stare ogni giorno un po’ meglio… Penso che sia lei sia te abbiate dentro una grande forza, anche se magari in questo momento non ve ne accorgete… una forza che dovete solo imparare a tirare fuori… In fin dei conti l’hai scritto tu stessa che la tua vita è stata una lotta… ma se sei ancora qui, vuol dire che la grinta e la forza per combattere le hai trovate eccome!...
Se ti va di parlare con me, qualsiasi cosa tu voglia chiedermi, la mia mail è: veggie.any@alice.it … Scrivimi pure quando vuoi! Un abbraccio!

 
Clicky Web Analytics Licenza Creative Commons
Anoressia: after dark by Veggie is licensed under a Creative Commons Attribution-NoDerivs 3.0 Unported License.