Come gli alchimisti trasformavano il ferro in oro… voi potete trasformare l’oscurità in luce. Siete tutte benvenute.

venerdì 20 dicembre 2013

Suggerimenti natalizi

Per alcune persone, il periodo pre-natalizio racchiude in sè un qualcosa di veramente magico: è il preludio di feste in famiglia e tra amici, progetti mirabolanti per il capodanno, scambio di regali a manetta, dolci caratteristici e musica di stagione. Ma per chi ha un DCA, che sia l’anoressia, la bulimia, il binge o un DCAnas, il Natale può rappresentare un qualcosa di piuttosto stressante.

Come ogni anno perciò, essendo questo il mio ultimo post pre-natalizio, voglio provare a scrivere alcuni suggerimenti che potrebbero aiutarvi ad alleviare la pressione del Natale, e a trascorrere con un pochina più di serenità questa giornata che può non essere proprio facilissima.

1) Organizzatevi. Se i vostri amici hanno in programma di fare qualcosa di particolare per Natale, non rinunciate a parteciparvi solo perchè ne siete ostacolate dal vostro DCA. Piuttosto, chiedete a chi ha organizzato l’evento gli orari dello stesso, cosa verrà cucinato, chi saranno i partecipanti, etc. In questo modo, saprete cosa aspettarvi e l’ansia diminuirà. In alternativa, fate la prima mossa: organizzate il ritrovo con gli amici a casa vostra, così potrete mangiare seguendo il vostro “equilibrio alimentare”, e allo stesso tempo non dovrete rinunciare alla compagnia.

2) Spostate il discorso. Spesso e volentieri durante il pranzo/la cena di Natale la gente tende a parlare di argomenti quali il cibo che state mangiando, il cibo in generale, le diete, i propositi per l’anno nuovo, etc. Quando perciò sentite che la conversazione di sta facendo triggering, provate a spostare il discorso su altri lidi, tirando in campo altri argomenti di conversazione che non abbiano niente a che fare con tutto ciò che può riecheggiare anche solo alla lontana il DCA.

3) Non rimanete a tavola. È piuttosto comune, alla fine del pasto, rimanere seduti a tavola a chiacchierare. Ma il fatto che sia tradizione, non significa che è un obbligo. Perciò, sparecchiate la tavola e continuate a chiacchierare e celebrare in un’altra stanza, magari davanti ad un videogioco o guardando un film. Questo può aiutarvi ad allontanare l’attenzione dal cibo, prendendo così le distanze dai pensieri negativi, e a divertirvi in altro modo con le persone che vi stanno intorno.

4) Fatevi dare una mano. Se insieme a voi a Natale è presente qualcuno che sa del vostro DCA, parlate con lui/lei di quelle che sono le vostre difficoltà in maniera tale che questa persona possa supportarvi ed aiutarvi durante tutto l’arco della giornata.

5) Non focalizzatevi sul cibo, focalizzatevi sulle persone. Anziché fissarvi su quello che avete nel piatto, provate a distrarvi conversando con chi vi sta accanto: in questo modo l’idea del cibo si allontanerà, e una volta finito di pranzare/cenare potrete dedicarvi a cose certo più piacevoli, che vi facciano stare bene.

6) Ignorate i menagrami. Ci sarà sempre quella cugina/zia/cognata/suocera/nonna[inserire grado di parentela] antipatica ed acida che si divertirà a calpestare la vostra sensibilità ignorando le vostre difficoltà e sbandierando ai quattro venti cose come: “Ma come mai mangi così poco/tanto?”, “Guarda come sei dimagrita/ingrassata dall’anno scorso!”, “Non vorresti un altro po’ di quello/di quell’altro?”. Okay, frasi del genere non aiutano affatto chi ha un DCA. Perciò, quando qualcuno salta fuori con commenti di questo tipo, ignoratelo. Fate finta di non aver sentito, evitate di rispondere (che tanto con persone di questo tipo qualsiasi cosa diciate sarà usata contro di voi), dirottate il discorso su altre tematiche, e ricordate sempre che chi si esprime così, oltre a mancare completamente di tatto, non dice mai niente di vero né di importante.

7) Guardate il Natale in prospettiva. Vi suggerisco di prendere un foglio di carta e, con un pennarello, dividerlo in 12 parti identiche che rappresentano i 12 mesi dell’anno. Ogni mese, dividetelo poi in settimane, ed ogni settimana dividetela in giorni. Poi prendete un pennarello evidenziatore, e colorate la casellina che corrisponde al 25 Dicembre. Sembra molto piccola, non è vero?! Così diventa decisamente più maneggevole.

8) Non dimenticate che si tratta di un solo giorno. Per quanto terribile e durissimo il vostro Natale possa essere, tenete sempre a mente che si tratta di un giorno solo. Passa e finisce. Più velocemente di quel che possiate credere. E se anche col cibo non va come vorreste, se anche non riuscite a seguire il vostro “equilibrio alimentare” (in eccesso o in difetto), non preoccupatevi: il lavoro di mesi non viene certo compromesso da un singolo giorno. Anche perché il nostro corpo è dotato di un’ottima capacità di omeostasi, per cui tende a minimizzare ogni alterazione dall’ordinario, perciò, non vi preoccupate: non succederà assolutamente niente.

Se c'è qualcos'altro che vi è stato utile per gestire bene la giornata di Natale in passato e, se vi va, aggiungete qualche altro consiglio, qualcosa che voi avete trovato utile, nei commenti… e fatemi sapere com’è andata.

BUON NATALE!!  

(grazie ad Ilaria che mi ha fornito questa simpaticissima immagine natalizia!!)

9 commenti:

GaiaCincia ha detto...

Ciao Veggie! I tuoi consigli sono utilissimi e non solo per chi soffre di dca (come tutti quelli che scrivi, d'altra parte). Per fortuna da quando ho messo su un po' di ragione detesto ogni tipo di festa a prescindere dalla presenza di cibo e persone, quindi mi adopererò per mostrarmi gentile e felice per la gioia di chi mi circonda :p

Di questo periodo trovo davvero detestabile la mania dei buoni propositi, anche perché di solito si parla di diete x_x" Ma qualcuno che come buon proposito per l'anno venturo scelga la lettura di un buon libro o imparare la lavorazione del vetro soffiato! (a me piacerebbe studiare come apprendista fabbro xD è l'ultima delle mie pazzie che non metterò mai in pratica :p)

Buone feste carissima, un abbraccio!

Raki89 ha detto...

Più esaustiva di cosi non potevi essere!

E' il punto 6 che mi preoccupa, ho le mie due zie a cui voglio molto bene che sono molto in sovrappeso, credo obese addirittura, e anche i loro figli nonché i miei due cugini sono molto tondi, e ho perso due taglie dall' ultima volta che mi hanno vista, non vorrei dicessero quanto sono magra e che non va bene ecc, mentre invece sono normo peso ed era prima che non lo ero!! Magari metto vestiti poco aderenti :D

Xo e' vero come dice qua sopra GaiaCincia xkè nessuno dice mai i propri sogni, invece di chiedermi solo se ho trovato o meno lavoro!

Buone feste, viviamole serenamente!!

Wolfie ha detto...

Grazie per queste “dritte”, Veggie!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Aiutano molto, considerato che nella mia famiglia per le feste vige ancora la tradizione dei grandi cenoni con tutto il parentado riunito, per cui quello che hai scritto in questo post mi sarà senz’altro d’aiuto!!!!!!!!!!!!!!
Fortunatamente quest’anno ci sarà anche il mio ragazzo a casa mia per il cenone, e questo mi aiuterà molto e mi permetterà di realizzare in pieno il punto numero quattro, e forse questo mi terrà al riparo anche dal punto numero sei, visto che ho diverse zie che non sanno proprio tenere la bocca chiusa e vanno avanti a commentini.
Mi piace molto l’idea proposta al punto sette, e credo proprio che la metterò in pratica: l’effetto visivo aiuta, magari riesco meglio a ridimensionare, e a concretizzare quello che c’è scritto nel punto otto, perché io effettivamente quando do uno strappo alla regola tendo sempre a pensare che ho fatto l’irreparabile, e questo pensiero in genere m’innesca l’abbuffata della disperazione, con le successive ovvie conseguenze che ormai le sappiamo e non si dicono neanche più. Cercherò mi mantenermi concentrata e razionale, e di pensare che va bene anche uno strappo alla regola, perché aldilà del cibo contano tantissimo le persone che si hanno accanto, e fortunatamente avrò il mio ragazzo e due cugine alle quali sono molto affezionata.
Buon Natale e buone feste a tutte, ragazze!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

* Viellina * ha detto...

Io ho sempre adorato il Natale, ormai credo che l'abbiano capito tutti! Perfino nel pieno dell'anoressia ho sempre vissuto con gioia questo periodo... Anzi, non vedevo l'ora che arrivasse : mi sembrava che a Natale anche io potessi essere "felice", almeno in parte. Non a caso è stato proprio il desiderio di godermi appieno le festività che ha fatto scattare la molla in me ;)
C'è da dire che io non devo "subire" pranzi o cenoni perché la mia famiglia è completamente disgregata (tutta la famiglia di mia mamma non parla più con mia mamma e di conseguenza io non parlo con loro, in più non parlo con i parenti di mio padre perché, quando lui mi picchiò anni fa, smisi di parlargli e loro non si fecero più sentire...)
Insomma, per me la cena della vigilia è una cena speciale, ma che si svolge a casa mia e solo con mia mamma, mio fratello e, fino all'anno scorso, con il mio ragazzo (ora ex). Ciò significa che posso preparami psicologicamente e gestire la situazione il che, lo ammetto, facilita molto le cose.
Ritengo infatti che il primo punto sia fondamentale : il semplice fatto di sapere in anticipo cosa ci sarà da mangiare ecc aiuta molto. Ad esempio questa estate, quando sono andata a Vienna e Bratislava, ero certa che i miei amici avrebbero voluto mangiare in un fastfood... Non andavo da McDonalds dalle elementari, credo o.O E anche quando ci andavo non prendevo niente... Insomma, era una prova bella grossa da superare! La sera prima ho guardato il menù, le tabelle nutrizionali ecc per farmi un'idea e alla fine sono riuscita a mangiare un hamburger semplice :) il fatto di essere mentalmente "preparata" aveva davvero ridotto NOTEVOLMENTE la mia ansia ;)
Credo sia giusto anche preparare gli altri : metterli a conoscenza della propria situazione (qualora non lo fossero già) può fare una grande differenza!

Buone Feste :)

TheSilentPrincess. ha detto...

Grazie Veggie.
Spero che sia un bel giorno anche per te, buon Natale :)

PrettyLittleGirl ha detto...

Il punto 5 mi piace molto!Concentrarsi sulle persone, sull'atmosfera bella e sull'allegria secondo me puó fare molto..
In fondo é una festa, perché ci si deve angosciare pensando al cibo?se si sa di avere ancora delle difficoltá allora meglio cercare di viverla positivamente, senza pensare troppo a quanto/ cosa si mangia..
Essere preparati su cosa ci sará da mangiare potrebbe essere utile, nei casi in cui non sia possibile non so, magari si potrebbero fare delle scelte (cercando di non andare per questo piú in paranoia) su cosa preferiamo mangiare. Se c'é qualcosa che non si é ancora pronti a mangiare pazienza, scegliamo quello che ci sentiamo al momento di mangiare, contando che appunto é solo un giorno e, se anche dovessimo mangiare qualcosa che ci spaventa, il fatto di mangiarlo quel giorno non significa che lo mangeremo sempre e il giorno dopo possiamo cercare di seguire il nostro piano alimentare o fare scelte piú salutari.
E certo, concordo totalmente nell'ignorare i commenti che non riteniamo utili e possono crearci sensi di colpa o disagio.
Tutto quello a cui dobbiamo pensare é viverlo con gioia e stare in compagnia, la eventuale preoccupazione di familiari, amici ecc, non é un nostro fardello e se puó crearci danni maggiori, meglio concentrarsi solo su come la stiamo vivendo noi e come ci sentiamo..
Grazie per condividere questi tips, ma soprattutto per capire sempre le difficoltá che anche una piccola giornata puó portare per chi vive con un dca!
BUON NATALE VEGGIE!!
ti abbraccio forte

Hayley ha detto...

Grazie Veggie:) post utilissimo, come tutti gli altri! Buon Natale anche a te!! Un bacione <3

Musidora ha detto...

Passo a salutarti e augurarti un sereno Natale cara Veggie, un abbraccio

Musi

Veggie ha detto...

@ GaiaCincia – Sì, è più o meno lo stesso tipo di atteggiamento che ho anch’io… e, in fin dei conti, da persona socialmente competenti, credo che sia una dimostrazione d’affetto nei confronti delle persone che abbiamo vicino. Buoni propositi cosa?... Solo frustrazioni per quando ci si rende conto che non si realizzano. Meglio concentrarsi sui piccoli obiettivi quotidiani, a mio avviso… le cose si dispiegheranno col tempo…
P.S.= Auguri per la tua futura carriera di apprendista fabbro…!! :-P

@ Raki89 – Se anche facessero dei commenti, ignorale e passaci sopra… quello che cambia, che è diverso, desta l’attenzione, e quindi sale alla superficie nelle chiacchiere… Ma tu pensa che quello che dicono conta davvero poco e niente, sono solo le solite considerazioni fritte e rifritte… e se non ti chiedono altro che della possibilità di aver trovato lavoro, sii tu per prima ad intavolare una conversazione su tematiche che t’interessano. Buone feste anche a te, contraccambio l’augurio di serenità!...

@ Wolfie – Grazie a te, Wolfie!... Spero davvero che il tuo Natale possa essere sereno accanto alle persone cui vuoi più bene… Penso che il tuo ragazzo rappresenti un ottimo salvagente nei momenti di difficoltà… e anche le tue cugine, mi sembra di capire, no?!... E lascia perdere i commenti delle zie: parlano degli altri, ma si sono mai guardate allo specchio?... Prova a dirglielo, e vedi che faccia fanno… Magari è il modo per evitare ulteriori commenti… Buon Natale anche a te, bellissima…

@ Viellina – Grazie mille per aver condiviso la tua esperienza, e per aver arricchito questo post con i tuoi suggerimenti!!... Auguro anche a te di trascorrere un sereno Natale!...

@ TheSilentPrincess – Grazie, bellissima!... Buon Natale a te!...

@ PrettyLittleGirl – Concordo pienamente con il tuo commento… Proprio perché il Natale può essere una giornata difficile, credo possa essere utile prepararsi al meglio, per non rendere questo giorno ancora più difficile… Buon Natale anche a te, tesoro!...

@ Hayley – Ma grazie!... Spero proprio che tu abbia trascorso un Natale sereno!... Ti abbraccio…

@ Musidora – Grazie tesoro, contraccambio!...

 
Clicky Web Analytics Licenza Creative Commons
Anoressia: after dark by Veggie is licensed under a Creative Commons Attribution-NoDerivs 3.0 Unported License.