Come gli alchimisti trasformavano il ferro in oro… voi potete trasformare l’oscurità in luce. Siete tutte benvenute.

sabato 21 marzo 2009

Intervista

Ciao a tutte, ragazze!

Oggi voglio proporvi un’intervista che ho rilasciato qualche giorno fa ad Angela Bellini, una giornalista, pubblicista, e blogger.

Potete trovarne una parte nel suo blog, qua..

--> Intervista <--

Spero che le mie parole possano esservi d’aiuto, anche solo un pochino…

Vi abbraccio forte tutte quante…

15 commenti:

Anonimo ha detto...

Ho letto l'intervista..
Ti lascio un abbraccio.
Pachucha.

don Luca Peyron ha detto...

:-) Ancora grazie...

Annarita ha detto...

Ho letto Veggie...

Prima di leggerla mi era venuta un'idea che adesso ha preso corpo. Ti scrivo in posta elettronica.

A presto.
annarita

stella ha detto...

Buona serata Veggie.

NERO_CATRAME ha detto...

sempre meravigliosamente Veggie.

Pupottina ha detto...

rispondo: secondo me, insegna che tutti hanno dei sogni ... però senza gli altri, senza qualcuno con cui condividerlo, anche il sogno più bello non è niente... non bisogna essere egoisti, ma bisogna pensare anche agli altri... lui ha visto come priorità della sua vita il suo sogno e non ha voluto fermarsi a pensare al dolore che avrebbe provocato in chi lo amava....
però durante il suo percorso, quasi come un angelo, è riuscito ad insegnare anche agli altri qualcosa di importante... che però lui non era ni grado di capire....

scusa l'invasione...
buona domenica

Vele/Ivy ha detto...

Letto l'intervista... bene, sono contenta che sempre più persone capiscano l'importanza delle tue parole e ti diano la possibilità di essere ascoltata anche in altri siti!
Comunque guarda che SEI speciale, ognuno di noi lo è!

Imperfect ha detto...

Tesoro continua così!!! Sei stupenda!!! Ti adoro, un abbraccio forte!!!

Lorenzo ha detto...

complimenti di cuore, cara Veggie

invisibile ha detto...

complimenti, sei forte!

Anonimo ha detto...

Ragazze, qualcuna di voi legge Topgirl?
Date un'occhiata all'INBOX di Topgirl di questo mese (n°135)...
Sei grande, Veggie!

Lety

Anonimo ha detto...

ti leggo sempre...e ti ammiro....
un abbraccio
mary

Balua ha detto...

.. davvero non so come e dove trovi tanta forza, veggie.

Un bacio

Anonimo ha detto...

Mi sono trovata su questo blog per caso, digitando la parola "ricominciare". Ho pianto tanto leggendo le tue parole. Perché mi sento in trappola, mi sono creata il vuoto intorno. Sono mesi che ho smesso di uscire, mi sono allontanata dagli amici, ho smesso di andare in palestra, ho smesso di fare qualsiesi cosa. Mi sono ritirata nella mia malattia. Ormai ne soffro da molti anni e a novembre di quest'anno ho deciso che non ne potevo più, ho deciso di curarmi e ora sto seguendo una terapia, ma nonostante tutto...nonostante io stia cercando di lottare...mi sento davvero impotente. Ci sono certi giorni in cui mi fisso totalmente sul cibo, o sul non-cibo, altri giorni in cui mi sembra tutto così stupido e folle e mi dico che devo reagire, che io sto combattendo...che non mi devo arrendere, che devo tener presente che il mio obbiettivo non è dimagrire ma guarire. Però sono stanca, molto stanca. Vorrei andare in letargo e svegliarmi a primavera, quando tutto sarà più fresco e nuovo. Io faccio così, tendo a rimandare. Rimandare a quando sarò abbastanza magra, rimandare a quando sarà primavera...eppure non è mai primavera. Non sono mai abbastanza magra. Voglio ricominciare davvero, voglio ritornare ad avere una vita normale...è buffo e anche un po' triste vedere come quella normalità che tanto ho fuggito, che mi faceva tanto schifo e che volevo a tutti i costi cancellare...adesso mi manca. Normalità è una brutta parola, ma in realtà non significa niente. E' solo una parola. Voglio ricominciare a vivere, VIVERE è una parola molto più bella. E certo quasta non è vita. E adesso non so da dove ricominciare. Ricominciare da me stessa? Certo, se sapessi dove sono finita, chi sono e cosa voglio. Ho paura, ho molta paura.
Un grosso abbraccio.

Veggie ha detto...

@ Pachucha – Un abbraccio anche a te, tesoro…

@ Don Luca Peyron – A te…!! ^___^

@ Annarita – Aspetto il tuo messaggio, allora... Sono proprio curiosa di conoscere la tua idea… Sarà geniale come tutte le tue lo sono… Un baciotto!...

@ stella – Anche a te, cara…

@ NERO_CATRAME - ^___^

@ Vele/Ivy – Io spero che possa esserci diffusione… Non tanto del mio blog in particolare, quanto più in generale di tutti i blog/siti di tutte le persone che stanno facendo qualcosa di simile… E poi, sì, parlarne, parlarne è fondamentale… perché il cuore dell’anoressia è proprio il silenzio… e bisogna cercare in tutti i modi di romperlo!!

@ Imperfect – Ehi, anche tu, mi raccomando, continua sempre a combattere!!! TU sei quella stupenda, altrochè!! Sei meravigliosa.. e vorrei tanto che tu potessi guardarti con i miei occhi per renderti conto di quanto veramente tu lo sia… Ti voglio bene…

@ Lorenzo – Grazie mille!!...

@ invisibile – Grazie… e io credo proprio che lo sia anche tu… molto più di quel che credi… Un abbraccio grande…

@ Lety – Corro in edicola!… Grazie per la segnalazione… e grazie per le tue parole…!!

@ Mary – Ciao tesorino!! Che bello leggerti di nuovo! Sono davvero felice che tu sia sempre vicino a me, perché questo è molto importante per me… Continuiamo a combattere insieme, okay?!!... E sappi che io ti ammiro già… ma non semplicemente perché stai combattendo o per qualcosa che hai fatto… ti ammiro perché sei te stessa e hai il coraggio di esserlo! Ti tengo stretta stretta…

@ Balua – Forse semplicemente dalla consapevolezza che è l’unica cosa che a questo punto mi resta… Un baciotto!...

@ Anonima – Ciao, mi fa davvero tanto piacere che tu sia arrivata qui… Volevo semplicemente dirti che non sei impotente, non lo sei affatto… e non perché lo dico io, ma perché lo dimostrano i fatti. Una persona che decide di curarsi, che decide di seguire una terapia, che decide di lottare, che decide di cercare di ritrovare la “normalità”… secondo te, è una persona impotente? Io penso che sia una persona che ha tanto, tanto coraggio, invece… Perché sarebbe stato molto più facile continuare a scivolare verso il basso. Ma tu ti sei rialzata. Stai cercando di rialzarti. E nonostante le giornatacce, continui a seguire il tuo obiettivo. Sai, i momenti neri sono normali. Sono momenti in cui ti sembra che la vita si chiuda, e allora hai paura ad andare avanti perché temi di non essere capace di sopportare ciò che ti aspetta. Ma lascia che ti dica una cosa… niente è più forte di te, se davvero vuoi lottare. Assolutamente niente. Avere paura è normale, e chi non ne ha?, io stessa ogni mattina quando mi alzo da letto ho una paura dannata e mi chiedo se ce la farò ad arrivare a fine giornata tutta intera… Ma poi mi rendo conto che se non mi alzo da letto, se non cerco dentro di me il coraggio per farlo, la paura avrà sempre la meglio… Se non si combatte, la paura vince. Ma se lo facciamo, allora… allora non saremo mai sconfitte. Perché combattere è già una vittoria. Purtroppo le cose non possono cambiare dall’oggi al domani. Ci vuole tempo, pazienza, impegno costante, forza di rialzarsi dopo ogni inevitabile ricaduta. L’anoressia è una trappola, una gabbia dalle sbarre dorate ma pur sempre una gabbia… che però adesso possiamo aprire… perché non abbiamo più bisogno dell’anoressia per vivere. Certo che devi ricominciare da te stessa. Ma non facendo progetti a lunga gittata. Non cercando di capire tutto e subito, perché così rischi di fare ancora più confusione e di sentirti ancora più smarrita. Semplicemente, ponendoti una piccola tappa, un piccolo obiettivo quotidiano. Pensa ad una cosa che ti piacerebbe fare per te stessa, piccola che sia, e conceditela. E poi, un passo dopo l’altro, vedrai che ritroverai quella che è la tua strada… Perché la tua strada c’è… magari adesso è un po’ infruscata dalle erbacce, ma c’è… e sta solo aspettando che tu torni a percorrerla… Ti abbraccio forte forte…

 
Clicky Web Analytics Licenza Creative Commons
Anoressia: after dark by Veggie is licensed under a Creative Commons Attribution-NoDerivs 3.0 Unported License.