Come gli alchimisti trasformavano il ferro in oro… voi potete trasformare l’oscurità in luce. Siete tutte benvenute.

venerdì 9 agosto 2013

Una lettera per chi sta combattendo

Mie care guerriere della luce che state combattendo contro l’anoressia/la bulimia/il binge/un DCAnas,

forse in questo momento state male. Vi sembra che il vostro DCA sia più forte di voi. Non sapete da che parte sbattere la testa. Lo leggo spesso nei vostri blog, sento spesso questa sensazione d’impotenza nei confronti del disturbo alimentare. Ma penso che, se nonostante tutto siete qui a leggermi, vuol dire che state cercando di tenere duro. Che la vostra scintilla non si è spenta. Sono preoccupata per voi? Sì. Ma credo che ce la possiate fare? SI. Sempre. Perché? Perché so che siete forti abbastanza. E so che lo siete perché continuate a combattere, perché non vi arrendete. So che quello che si sceglie è il sintomo, ma nessuno sceglie il disturbo alimentare in sé, con tutte le devastanti conseguenze che esso ha nella vita quotidiana… però tutte possiamo scegliere la strada del ricovero. Siate coraggiose, siate forti, fatelo per voi stesse: fate questa scelta. Il mondo ha bisogno di voi – delle vere voi stesse, quelle bellissime e meravigliose, non quelle malate e compromesse.

Sono assolutamente certa che ciascuna di voi sia ben più forte del suo DCA. So che siete delle guerriere. Ve lo siete dimenticato?

 Non posso lasciarvelo dimenticare. Non ve lo lascerò dimenticare. Non dovete permettere a qualche ricaduta di affossare tutti i progressi che nel frattempo avete fatto. Voi meritate il meglio, e combattere contro l’anoressia è l’unico “meglio” possibile. Credetemi. So quant’è difficile – so che a volte si vorrebbe mandare tutti e tutto a fanculo, e ricominciare a restringere l’alimentazione perché così tutto sembra più facile. Ma voi non siete delle perdenti. E l’anoressia può anche sussurrarvi che restringere l’alimentazione è l’unico mezzo che avete a disposizione per controllare tutto della vostra vita, ma è nient’altro che una delle tante bugie che essa racconta. È tutta fuffa.

So quali traguardi potete raggiungere – anche se ci vorrà un sacco di tempo e un sacco di fatica. So che potete fare tanto grazie alla vostra volontà, grazie all’aiuto professionale di psicologi, psichiatri e dietisti, e grazie al supporto delle persone che vi vogliono bene. Perché intorno a voi ci sono veramente persone che vi vogliono bene… ma non per la vostra fisicità, il vostro peso, quanto (non) mangiate, o quanta attività fisica fate; ma persone che vi vogliono bene per la vostra determinazione, il vostro coraggio, la vostra bellezza interiore, la vostra intelligenza, la vostra simpatia, la vostra realtività e la vostra ironia.

E la sapete una cosa? Se continuate a combattere, poco a poco le cose andranno meglio. C’è una parte di voi che magari continua a pensare che starà meglio solo se continuerà con la restrizione alimentare e con tutti i pensieri tipici del DCA… ma è sbagliato. Semplicemente. E non voglio che pensiate che possa essere così, perché se lo pensate allora è l’anoressia che vi fa ragionare in questo modo, non siete voi.

So che a volte tutto sembra essere troppo. So che a volte percorrere la strada del ricovero sembra una cosa troppo dura, troppo difficile, troppo faticosa, troppo invasiva, troppo opprimente. E so che vorreste gridare: “Non è quello che voglio! Io voglio continuare a restringere l’alimentazione! Voglio avere il controllo!” – ma è l’anoressia che vi fa parlare così. E ogni volta che credete che l’anoressia vi stia dicendo la verità, ogni volta che cedete alla malattia, state perdendo una parte di voi stesse.

E io non voglio che vi danniate per una malattia. Non voglio che vi perdiate per l’anoressia.

Per questo continuerò a ripetervi di tenere duro e di mandare a fanculo l’anoressia, di farle mangiare merda. E continuerò a credere in voi anche quando avrete delle ricadute – perché credo che abbiate tutta la forza e la volontà per rialzarvi. E sappiate che, se avete voglia di sfogarvi, di piangere, di gridare, di arrabbiarvi, di sclerare, le mie spalle sono grandi abbastanza per tutte voi. Qualsiasi cosa, purchè non vi facciate fregare dalle bugie che racconta l’anoressia. D’accordo?

So che è dura. So che è dannatamente dura. So che a volte è un inferno. Ma il giorno giusto per combattere è “oggi”. E voi ce la potete fare.

No, ce la potete fare.

No, CE LA POTETE FARE. 

Okay?

Vi voglio bene. Continuiamo a combattere.

Tutto il mio amore,

Veggie 

P.S.= Ho ricevuto tramite e-mail un’interessantissima domanda da parte di LookingForM, che chiede: “Può una persona che ha attraversato un DCA , e ne porterà i segni, approcciarsi alla professione di psicoterapeuta con successo?”. Poiché penso che la risposta a questa domanda sia soggettiva, la giro a voi: che ne pensate?
Se vi va, mi farebbe molto piacere se mi rispondeste tramite mail all’indirizzo: veggie.any@gmail.com
Nel post di Venerdì prossimo riunirò e pubblicherò tutte le vostre risposte!
Grazie in anticipo a chi risponderà!!

19 commenti:

Pulce ha detto...

Wow...Veggie ho le lacrime agli occhi, veramente.
Proprio in questa settimana ho avuto una caduta, non volevo più combattere perché stanca ti tutto quello che la malattia comporta, di tutte quelle ossessioni, di tutti quei brutti pensieri, della voglia di perdere peso...
Ma mi sto rialzando, sto cercando qualcosa nelle mie giornate che mi possa dare un aiuto per andare avanti, per combattere.
Sono caduta, adesso mi rialzo, e forse cadrò ancora altre volte. Ma in quei momenti cercherò di pensare a queste tue parole e andare avanti.

Ti abbraccio forte forte

Sarah995 ha detto...

Sono davvero delle belliime parole...

Wolfie ha detto...

Cos'altro poter dire di fronte ad un post del genere, se non GRAZIE???????!!!!!!!!!
Di tanto in tanto mi capita di avere delle ricadute. Spesso mi colpevolizzo (forse anche troppo, pensandoci bene), ma credo che sia impossibile da evitare perchè non sono perfetta. Però a volte mi faccio deprimere così tanto dalla ricaduta, che mi "dimentico" della necessità di rialzarmi tempestivamente e ricominciare subito a darmi da fare per tener testa alla bulimia. Grazie anche a questo post (che ho stampato e attaccato sul mio diario, spero non ti dispiaccia), spero di riuscire a rialzarmi sempre dalle ricadute che mi potrà capitare di avere, e sono certa che se quando mi capiterà rileggerò questa lettera, potrò sentirmi ancora più forte e più decisa e non arrendermi e a continuare sulla mia strada, che è difficile, ma so anche che è quella giusta per poter finalmente stare meglio.
Un bacione!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Al p.s. ti rispondo sull'email!!!!!!!!!!!!

Ilaria ha detto...

...E tu lo sai che vale anche per te, vero? :)
Da quando ti leggo (quanto, 4-5 anni ormai?) sei sempre disponibile ad aiutare, a dare consigli, a supportare... Ma un "BRAVA!!" a fine giornata te lo dici mai? Perché te lo meriti proprio!!
Un super abbraccio

{.Hellie.} ha detto...

Cara Veggie (sì, rieccomi qua)
Le tue parole mi aiutano sempre, e mi fanno sentire più forte.
Ti ringrazio col cuore..davvero.

Forse non lo sai, ma io studio per divenire psicologa, e poi psicoterapeuta infantile.
Per cui la mia risposta al tuo Ps è sì, si può.
Freud diceva che l'analista procede con la terapia fin dove non incontra le proprie resistenze.
Ciascuno di noi, dca o meno, è sensibile ad alcune tematiche, ma ciò non vuol dire non poter riuscire a coronare i nostri sogni.Il primo lavoro da fare è su di noi, per superare i nostri limiti, i nostri punti oscuri.
L'unica cosa che ci impedisce di riuscire è la paura. Abbraccia via mail la ragazza che ti ha scritto, e dille che se ha bisogno di una chiacchiera, io sono qui :)

Un bacio.

Lauretta Dieta ha detto...

La risposta alla domanda è "lo spero" dato che sto studiando per diventare psicologa, e ho attualmente un dca non meglio identificato..

Margherita Valley ha detto...

Ti ringrazio. Magnifica come sempre <3

Per quanto riguarda la tua domanda... a mio parere, sì, è possibile. Ci sono tante persone che si avviano alla carriera sociale o comunque sanitaria proprio perché hanno vissuto in prima persona tali problematiche. Piena comprensione, pieno supporto. Specie per questo tipo di problema, si sente subito la differenza da una persona che l'ha vissuta con una che non l'ha vissuta.
Lo psicologo deve poter capire A FONDO il malessere del paziente, e quindi non basta studiare su qualche libro. Ci vogliono doti umane, quali l'empatia. Beh, ragazze mie... chi più di noi ha empatia? Tu stessa, Veggie, sebbene non ti conosca, hai l'aria di essere una persona che sta bene con se stessa se aiuta chi le sta intorno. Anche io sono così, per questo spesso mi ripropongo di entrare in medicina, proprio perché necessito di trasmettere le mie cure al prossimo.

anja ha detto...

Bellissime parole Veggie:') qui siamo tutte delle guerriere, e dobbiamo cercare di non darci mai per vinte!

Miriam ha detto...

Cara Veggie, grazie di cuore per queste splendide parole di incoraggiamento!
Sono fermamente convinta che il giorno in cui sarò libera dall'inferno dell'anoressia sia sempre più vicino e userò tutte le mie forze e risorse per farcela! :)
Dio ti benedica! <3

PrettyLittleGirl ha detto...

Bellissima lettera, Veggie!
Spero che chiunque stia ricadendo in questo momento la legga, sicuramente potrá dare conforto e speranza..
Si perché a me SPERANZA é proprio quello che ha trasmesso ed é la parola che dobbiamo tenere a mente sempre, nelle maggiori ricadute, nei peggiori momenti della nostra vita.
Perché credo che sia tu che tutte le altre ragazze che ora stanno combattendo siete FORTI, magari piú forti di quanto voi stesse credete!
Grazie davvero é un post bellissimo e vale anche per te, non lo dimenticare!
Continuate e continuiamo a combattere!sempre e comunque..
Un abbraccio grande!

caffè amaro ha detto...

Grazie Veggie, sono commossa. Hai sempre le parole giuste, anche se non sto passando un brutto momento una spinta in più nella giusta direzione non può che fare bene.
Sei preziosa.

Elle; ha detto...

"Il mondo ha bisogno di voi – delle vere voi stesse, quelle bellissime e meravigliose, non quelle malate e compromesse."

Mi autoconvinco che la me di ora - malata - non sia la stessa me di prima, anche se mi hanno detto il contrario ("O facevi finta di essere qualcun altro prima o fai finta ora"). Che ci sia un modo per smettere di essere così, che io sia qualcosa di diverso da questa persona che odio...

Veggie ha detto...

@ Pulce – Grazie Pulce, il tuo commento è davvero toccante… Io penso che in un percorso di ricovero come quello che stiamo facendo, qualche ricaduta sia purtroppo inevitabile… L’importante è non viverle come dei fallimenti, ma lasciarle alle spalle e rialzarci, pronte a combattere con più grinta e determinazione di prima… Ti abbraccio…

@ Sarah995 – Grazie davvero…

@ Wolfie – Ma figurati se mi dispiace, anzi, se in qualche modo questo post può servirti non mi fa che piacere… Credo proprio tu abbia ragione quando dici che qualche ricaduta è inevitabile (anche perché… ma chi mai è perfetta?... E menomale che non lo siamo… siamo noi stesse, il che è molto meglio…) però non dobbiamo mai perdere la voglia di combattere…

@ Ilaria – Quella che se lo merita sei te, per tutta la pazienza con cui mi sopporti da 4 – 5 anni…! ^__-

@ Hellie – Bentornata, cucciola!!... Grazie a te per essere sempre qui a leggermi… E grazie per aver risposto alla domanda….

@ Lauretta Dieta – Grazie per aver dato la tua preziosa opinione!!...

@ Margherita Valley – Grazie a te!... E grazie per aver espresso il tuo pensiero riguardo la domanda a fondo post… E… bè, spero proprio che riuscirai ad entrare a Medicina, se è quello che desideri… chissà, così magari un giorno saremo colleghe…! ^__^

@ anja – Grazie!... Hai assolutamente ragione…

@ Miriam – Grazie a te per i tuoi commenti… Io sono assolutamente certa che tutte le tue forze e risorse siano più che sufficienti per tenere a bada l’anoressia… non sarà mai facile né divertente… ma sarà assolutamente possibile. Io credo veramente che tu abbia tutte le potenzialità per poter stare meglio… devi solo avere la forza e la costanza di metterle in pratica giorno dopo giorno… Non ti auguro una benedizione di dio perché, in quanto atea, sarei ipocrita… ma ti auguro di tutto cuore di riuscire a trovare ogni giorno dentro di te la forza, la volontà, la determinazione per continuare a combattere. Ti abbraccio…

@ PrettyLittleGirl – Io credo che il grosso cardine della speranza sia rappresentato dalla fiducia che dobbiamo cominciare ad imparare a nutrire verso noi stesse… Se si crede di essere in grado di fare una determinata cosa, la speranza resta sempre. Io penso che il più grande atto di forza che possiamo fare sia quello di non arrenderci, di non darci mai per vinte. Di tener duro… Perché solo così potremo approdare ai risultati che desideriamo…

@ caffè amaro – Bè, hai ragione, gli incoraggiamenti sono sempre utili… anche se sono contenta di leggere che questo sia caduto in un periodo in cui, tutto sommato, le cose non ti vanno poi malaccio…! Spero che ti duri quanto più a lungo possibile!...

@ Elle; - Non siamo mai le stesse, non siamo neanche le stesse di ieri, perché ogni giorno viviamo esperienze che ci cambiano, che ci resndono un po’ diverse rispetto a com’eravamo prima… siamo in continua evoluzione. Per cui, secondo me, tu non fingevi né prima né adesso… hai semplicemente fatto un cammino, ed è normale cambiare quando si va avanti… quello che conta è cercare di distaccarsi da quello che ci fa stare male e non ci permette di vivere a pieno…

Phiiiibi. ha detto...

Ciao V! Come stai? Mi spiace commentare una cosa così importante, anche se non centro niente volevo lasciarti un segno del mio passaggio.
Io ammetto che li riguardo tutt'ora, non mi interessa! Hanno fatto parte della mia infanzia/adolescenza quello che è. Io adoravo e tutt'ora adoro Manga,anime qualunque cosa che mi faccia estraniare dal mondo (:
Forse sì, forse no, magari il tuo posto e' qui <3

un baciooooso!

PDF ha detto...

Ciao veggie... è la prima volta che ti scrivo, ma ti leggo sempre. Mi dai tanta forza... ho 17 anni fatti da poco, e mi chiamo Valentina, son seguita da un annetto dal servizio ausl, psicologa (che è davvero la mia salvezza, la chiamo Mi ma si chiama milena), psichiatra, dietista, educatrici... sto attraversando l'ennesimo periodo di ricaduta molto brutta. Per farti capire meglio vorrei tu leggessi il mio blog, se ti va, posso passartelo.
Sennò lo trovi tu, è "guardo verso l'orizzonte e", se clicchi sul mio nik dovresti trovarlo.
Fammi sapere veggie ♥
Un abbraccio,
Vale

Taiyou ha detto...

Grazie davvero, Veggie.
Leggo il tuo blog da mesi (da quando mi è stata diagnosticata l'anoressia) ma non ho mai avuto il coraggio di commentare...
Le tue parole mi sono di enorme conforto, e mi sento meno sola.
Le scorse due settimane ho avuto una ricaduta mostruosa e ho ricominciato a restringere. Ho perso 4 kg...ma non me ne importava poi molto. Poi la scorsa settimana sono finita due volte all'ospedale e mi si sono aperti gli occhi: se continuo così muoio. Ma ho paura, sia di seguire il programma del mio dietista, che di ricadere...le tue parole mi hanno infuso un po' di coraggio, e da oggi cercherò di essere un po' più forte, di fregarmene di quella vocina nella mia testa che mi dice che sono grassa.
Grazie...e scusa se ti ho annoiata con la mia storia... <3

Veggie ha detto...

@ Phiiiibi - Ciao bellezza, commenta dove e quanto ti pare, sei sempre la benvenuta!...

@ PDF – Ciao cara, grazie per essere passata di qui ed aver lasciato il tuo commento!... Passerò senz’altro dal tuo blog, grazie per avermi lasciato il link!... Un abbraccio forte…

@ Taiyou – Ciao Taiyou, sono davvero contenta che tu abbia deciso di lasciare una traccia del tuo passaggio… GRAZIE!... Non mi hai annoiata assolutamente, figurati, altro ci mancherebbe… Lo so quanto possa essere difficile riuscire a seguire l’ “equilibrio alimentare”, soprattutto nei primi tempi… eppure, col tempo ti accorgerai che è la cosa più remunerativa da fare. Che ci sono sempre 2 alternative… e quella migliore non è mai quella più facile. Ma è l’unica che vale veramente la pena. Ti abbraccio forte, e grazie ancora per le tue parole sul mio blog…

Dark Fairy ha detto...

Wow.... Da brivido!!! Mi sono davvero commossa leggendo il tuo post! Ti seguo... Un abbraccio

Veggie ha detto...

@ Dark Fairy – Grazie per le tue parole… Grazie mille!...

 
Clicky Web Analytics Licenza Creative Commons
Anoressia: after dark by Veggie is licensed under a Creative Commons Attribution-NoDerivs 3.0 Unported License.