Come gli alchimisti trasformavano il ferro in oro… voi potete trasformare l’oscurità in luce. Siete tutte benvenute.

venerdì 13 luglio 2012

Gli outcomes dell'anoressia

Perché a volte non c’è bisogno di post chilometrici, ma di una semplice immagine che ho trovato e che volevo condividere con voi. Il sito da cui l’ho tratta lo potete trovare sull’immagine stessa, che mi è piaciuta immediatamente, non appena l’ho vista. È un’immagine estremamente semplice, ma spiega tutto con totale chiarezza, come millemila parole non riuscirebbero mai a fare. Tutte noi abbiamo delle opzioni, tutte noi abbiamo la possibilità di fare delle scelte. Ma una di queste scelte è molto migliore di tutte le altre. Non dimenticatelo mai.





P.S.= Una cosa carina che volevo condividere con voi…

Il mio primo intervento: nefrectomia per etp.

Ingresso…


…preparazione…
(in questa foto non indosso ancora i guanti sterili, ovviamente, perché quelli vanno infilati solo un attimo prima di mettere le mani sul paziente) 


…pezzo operatorio.


(click sulle singole foto per ingrandire) 

Il dialogo migliore del pre-operatorio…
Io: Posso imprecare se sbaglio qualcosa?
Dott. M.P.: No, non puoi.
Io: Non posso imprecare o non posso sbagliare?
Dott. M.P.: Non puoi fare nessuna delle due cose.
Io: Ma la paziente è sotto anestesia totale… se anche tiro un moccolo non sente niente!
Dott. M.P.: Ti ho detto che non puoi, cazzo!!
Io: Okay… grazie per avermi dato il buon esempio.

Sebbene non sappiano neanche dell’esistenza di questo blog, volevo comunque ringraziare il medico chirurgo, il dottor P. C., e il medico anestesista, il dottor M. P.! Grazie per avermi aiutata dal primo all’ultimo minuto, non sarei riuscita a combinare niente senza di voi! Siete stati gentilissimi, vi ringrazio infinitamente!! E’ stato emozionante, lo rifacciamo??!... (La paziente mi odierebbe per questo… anche perchè se lo rifacciamo rimane a corto di reni...)

24 commenti:

AlmaCattleya ha detto...

Ho dovuto cercare "nefrectomia" per sapere cosa significhi (anche se poi ho avuti il sospetto leggendo l'ultima frase) e anche "etp".
Complimenti per il tuo primo intervento.
Riguardo allo schema credo non ci siano dubbi e non c'è bisogno che io aggiunga altro.

where i end and you begin ha detto...

In questi casi si fanno i complimenti? No perché capito il tuo primo intervento è una delle cose più importanti. Che emozione. Chissà perché ha emozionato anche me.
Sono felice, per te.
Ti abbraccio <3
Snotra

Wolfie ha detto...

Mi ha fatta rabbrividire questo schema dell’immagine, è così… VERO!!!!!!!!
Io ho passato così tanto tempo a pensare che desideravo morire, meglio morire che vivere con la bulimia, mi dicevo, e anche se non avevo il “coraggio” (se così poi si può chiamare) di tentare direttamente il suicidio, speravo che prima o poi a forza di vomitare sulle quattro – cinque volte al giorno sarei morta. In realtà poi non volevo neanche veramente morire, volevo che qualcuno si accorgesse di quanto stavo male e mi desse la forza per riuscire a chiedere aiuto.
E menomale che poi ci sono riuscita!!!!!!! Da allora non ho più desiderato morire, ma ritornare a vivere, rimpossessarmi della mia vera vita con tutte le mie forze. Sto ancora lottando per raggiungere questo obiettivo perché, proprio come dice lo schema dell’immagine, è l’unica alternativa che vale la pena. E adesso lo so con sicurezza.

PS_ Mi sono piegata in due dal ridere quando ho letto la discussione tra te e il dottore!!!!!  Ma poi hai imprecato o no???????? Comunque sei buffa con la “divisa” da chirurgo! Buffa in senso buono, voglio dire!!!!!!!! Ti sta bene, ci sei fatta, anche se è insolita!!!!!! Farai la chirurga, dunque????? Comunque, spero che la paziente stia bene!!!!!!!!!!!!!

PPS_ Non c’entra nulla, ma… Da quando frequento questo sito e grazie ai consigli e al supporto di tutte voi, ragazze, le cose vanno decisamente meglio!!!!!!

**Free_destruction* ha detto...

Ciao Veggie io aspetto il ricovero in Liguria, ne avevo già parlato qui e nel blog.
Una parte di me è determinata a guarire ma l'altra è molto presa dall'anoressia perché manco di un supporto da parte delle altre persone, dei mie familiari...

io spero di uscirne, fondamentalmente perché non ne posso più, ma spesso ho dei dubbi.
ps complimenti x il primo intervento^^
un abbraccio


<3

Bianca ha detto...

Ahah fantastica con la 'divisa' di quel bel verde chirurgico :D
Congratulazioni cara!! un abbraccio

Mary Jane ha detto...

il pezzo operatorio mi sembrava un dolce. ._. giuro! XD

che bella la tua fotina, deve essere stato davvero un momento stupendo. concordo con ''where i end you begin''!

comunque, se mi dispero e compatisco è sempre e solo per via delle cicatrici... cavolo, perchè ho iniziato? PERO'! ora sto decisamente meglio perchè ho continuato a prendere il sole sul mio poggiolo e adesso sta venendo fuori un incarnato decente dotato di uniformità. e le cicatrici si sono coperte molto. alcune no perchè ci ero andata giù pesante... ma altrove invece si sono cammuffate molto! MENO MALE!!!!

comunque grazie per il consiglio. penso che il prodotto che mi hai indicato lo recupererò, anche perchè ne ho una enorme, profonda che sta diventando rosa solo ora, dopo tre mesi circa... sembra una cicatrice chirurgica...

ps: non so se ti è arrivata la notifica, ma ho cambiato indirizzo e-mail! nel caso non fosse andata così, fammi sapere che te ne spedisco una da quello nuovo.

un fortissimo abbraccio!!!!!!!!!!!

Anna ha detto...

Schema perfettamente centrato. Esprime le cose come stanno, nettamente, senza necessità di ulteriori commenti.

Complimenti per l’intervento, dev’essere stato emozionante!


X Wolfie: Brava Wolfie, continua così! Sei bravissima! Non ti guardare indietro e continua così. Vedrai che col tempo starai sempre meglio.

Vi. ha detto...

Ciao
ho letto il tuo commento e forse non hai capito che io non mi sento inutile di fronte a niente ma mi sento inutile solo perchè non riesco a controllare ciò che mangio in questo periodo..non c'è nient' altro di più profondo perchè a parte questo io mi sento una persona utilissima
comunque grazie lo stesso per il tuo commento:)

Olivia ha detto...

Ciao veggie, non ti seguivo, ma ti conoscevo lo stesso (fino a che non avro' il pc sotto mano, non potro seguirti su blogger)..
Ho visto il tuo video su mtv, sai che avevo scritto anche io, a dicembre del 2010 per parlare del mio problema? O meglio, li avevo esortati a parlare di qst tipo d problemu, visto che all'inizio parlavano solo delle caste che ci sono a scuola.... Cmq so che sei fiorentina, anche io lo sono!!! Studio a trieste perche volevo scappare, due anni fa, da casa mia... Ma a settembre faro' trasferimento xk ho sistwmato il rapporto con I miei, cpnfessando (o meglio essendo stata costretta a confessare) il mio problema col cibo....
Se vuoi incontrarmi mi farebbe davvero tanto piacere!! Bacino
Ps sei stupenda vestita cosi e so gia che diventerai una bravissima dottoressa!!!!

Musidora ha detto...

Bé direi che l'immagine è in perfetta sintonia con lo spirito del tuo blog! Il primo intervento non si scorda mai^^ Congratulazioni vivissime! Io non ce l'avrei mai fatta... Sono leggermente impressionabile per quanto riguarda il corpo umano...

loie ha detto...

grandissima veggieeee!!! sei una forza!^_^

Good ha detto...

Bravissima Veggie...hai un grande coraggio e un notevole sangue freddo xD u enorme in bocca al lupo per la tua carriera :) un bacio

Good

sorridente ha detto...

Congratulazioni per il tuo primo intervento. Sono orgogliosa di te! :)

Vele Ivy ha detto...

Ahahah, troppo forte l'aneddoto del medico! Un bell'esempio davvero :-D
Complimenti per la tua carriera professionale!

Anonimo ha detto...

Ho esitato molto prima di scrivere quanto segue, perché la confusione era già molta e non desideravo crearne altra, ma purtroppo anche io stata trascinata in mezzo a questa spiacevole faccenda e ciò mio malgrado, perché prima di pochi giorni fa io non conoscevo l'esistenza di nessuna di voi... fatta eccezione per la persona che invia le mail. Lei, purtroppo, la conosco...
Dietro alle email che alcune persone hanno ricevuto e il cui mittente dovrebbe essere "dolcestellinafree[at]ymail.com" c'è sempre la stessa persona (eviterei nomi reali, anche se lei stessa lo ha utilizzato più volte nei messaggi che spediva). Nessuno le ha rubato la mail, non ci sono sorelle ninja che hanno scalato balconi per rubarle le password o parenti hacker che le hanno scammato gli account... né altre idiozie di sorta.
La persona in questione risponde ai nick: Alice***, Free_destruction e Astrid distratta (se ha altri account a me non sono noti). Non sono sorelle, amiche, cugine, colleghe o altro. Sono semplicemente la stessa persona. La persona in questione è una ragazza che va per i 30 anni e con moltissimi problemi personali. Cosa che l'ha indotta a vedere su internet e sui blog di altre persone, presenze a lei note nella vita reale (come amiche, la sorella, parenti veri o presunti e via dicendo). E' una persona che non si rende conto che il web è enorme e non basta che uno utilizzi un nick simile o scriva cose analoghe, perché si tratti della stessa persona.
Anche io sono stata accusata da lei di essere prima la proprietaria di questo blog, poi una complice della proprietaria dello stesso (in non ho capito bene cosa), poi una persona di nome Leo, successivamente avrei anche perseguitato più persone (ricordo solo il nome di una: Donatella) per indurle a fare non so bene cosa e per finire di gestire altri tre o quattro blog (con relativi account) dei quali però non ricordo l'url, ma che sicuramente non ho mai visto né tantomeno scritto...

Due giorni fa (lunedì mattina per essere precisi), mi sono recata alla polizia postale per cercare di capire come fosse più opportuno comportarmi (perché questa cosa si trascina da tempo, la prima mail risale al 15 maggio!). Per prima cosa non volevo essere tirata in mezzo a storie strane ed ero stanca di essere contattata solo per ascoltare deliri folli (dove mi si accusava di essere satanista [?!] e di operare per distruggere una persona che ormai non sentivo né vedevo da anni). In secondo luogo, essendomi stati linkati questo ed altri blog mi sono resa conto di quanto fosse estesa la cosa e ho voluto tutelarmi. Alla polizia postale ho trovato molta disponibilità, ho fatto leggere le mail che io avevo ricevuto da "dolcestellinafree[at]ymail.com", e lì mi hanno prospettato due alternative: la denuncia di questa persona o la segnalazione ai servizi sociali (anche perché lì hanno subito capito che si trattava di una persona con dei problemi e non di un troll o roba simile).
Io ho optato per la seconda, in primo luogo perché non ho né il tempo né la voglia di seguire un processo contro una donna mentalmente disturbata e il cui esito comunque non avrebbe portato a molto e in secondo luogo perché la persona in questione è già nota ai servizi sociali per via di un TSO(pare anche che sia parzialmente seguita anche se, evidentemente, chi la segue non lo fa abbastanza bene).
Mi è anche stato detto che le persone molestate, se lo desiderano, potranno sporgere loro denuncia alla polizia postale. Io non so se le mail continuino o meno, ma nel caso, chiunque le riceva può considerare questa possibilità.

Anonimo ha detto...

Ho visionato il blog di Free_destruction, letto gli ultimi post ( uno dei quali lo ha eliminato) nei quali continua questa storia scrivendo sempre le stesse cose e rispondendosi con i tre account sopra citati (Alice***, Free_destruction e Astrid distratta) e spacciandoli per quelli delle sue sorelle (sorelle che, nella vita reale, posso assicurarvi non esistere)...
Onestamente sono molto stanca di tutta la faccenda.
Non faccio parte di questo ambiente, non tengo né seguo blog sui disturbi alimentari, rispetto chi crede in qualsiasi divinità, ma sono atea e ho una vita che vorrei vivere in pace... e nel caso preoccuparmi dei miei di problemi e di cose più "reali".


Per concludere..
Quello che vorrei dire a chiunque abbia subito molestie da parte di questa persona, è che non deve preoccuparsi in termini pratici. E' disturbata, malata e vive un'ossessione, ma non ha nulla a che fare con nessuno di voi (per quanto lei sia convinta di conoscervi o di sapere i vostri nomi ed altro) e non ha complici di sorta, sorelle terroriste o roba simile.
Quello che bisogna fare è ignorarla. Chiunque si senta minacciato, offeso, perseguitato o altro, può ovviamente denunciarla. Ma spero che nessun altro si rovini la giornata e stia male, perché il problema non esiste in termini concreti.

Non desidero firmarmi né lasciare contatti, perché vorrei evitare di essere messa ulteriormente in mezzo a questa storia. Non è una mancanza di educazione o un problema di attendibilità di quanto scritto sopra, è solo che ne ho le scatole piene. Cosa che ritengo essere abbastanza comprensibile e condivisibile.

{.Hellie.} ha detto...

Complimenti per il tuo primo intervento, davvero!
E complimenti anche per riuscire sempre a trovare le cose giuste da dire, o in questo caso le giuste immagini per esprimere concetti difficili.
Un abbraccio.

Anonimo ha detto...

M.M.

bellissima immagine.. chiara... appunto, non ha bisogno do parole.
Certo... è la strada più pesante quella da intraprendere e che sto seguendo con molte difficoltà ma anche soddisfazioni.

In bocca al lupo per la tua carriera ;-)

p.s. sto leggendo il tuo blog a partire proprio dai primi post.
Sei una fonte veramente preziosa!
Grazie.
M.

On The Coffee Side ha detto...

Ottimo post, lascia trasparire un tassello di te! Anche io sogno di diventare infermiera :)

Anonimo ha detto...

http://www.littlefreefly.blogspot.it/2011/11/sento-la-carne-staccarsi-dal-mio-corpo.html#comment-form

ファイ~Fai ha detto...

La foto con il pezzo operatorio mi ha messo i brividi, sarò sincera :'D
Ad ogni modo...complimenti!!!
Sei stata sicuramente bravissima ;) -le brutte parole le potevi dire mentalmente..come faccio io in continuo!-.
Spero tu abbia pasato una buona settimana ^^
ファイ

Veggie ha detto...

@ AlmaCattleya – Perdona i tecnicismi, sono andata giù di pilota automatico… In quanto allo schema, credo sia quanto di più chiaro possa esistere, senza bisogno di tanti fronzoli…

@ Snotra – Ti ha emozionato perché tra qualche anno ci sarai tu, al posto mio, a fare il tuo primo intervento. E già sono certa che ti andrà benissimo…

@ Wolfie – E’ vero, non si vuole mai morire… paradossalmente, quando si ha un DCA si flirta con la morte, si gioca con la paura che si ha di morire… perché, in fin dei conti, non si accetterebbe una tale sconfitta… ma ora è arrivato il momento di ri-imparare a vivere… con tutta la forza e il coraggio di cui si dispone… Non mollare, Wolfie!...
P.S.= Non so se farò la chirurga, ho ancora tempo per decidere, in fondo… E comunque sì, la paziente sta bene, almeno per ora, anche se le ho messo le mani addosso io… ^^”
Ma mi ci vedi a bocca chiusa per tutto l’intervento?... Sì, bè, comunque ho imprecato una volta sola (un record, insomma!...)… un qualcosa relativo a Buddha e ai suoi particolari anatomici…
P.P.S.= Mi fa davvero piacere leggerlo… E spero che le cose ti continuino sempre così… Quando hai bisogno, sai dove trovarmi…

@ *Free_destruction* - So quanto possa essere difficile un percorso di ricovero senza il supporto di chi ti sta vicino… ma pensa che intanto hai questa possibilità del ricovero in clinica, che può essere giocata come una grande arma a tuo favore. Hai questa possibilità, cerca di sfruttarla al meglio possibile… fatti forte anche per chi, accanto a te, la forza non te la dà… Vedrai che durante il ricovero avrai modo di parlare con persone competenti alle quali spiegare i tuoi dubbi e le tue ansie, e sono certa che in qualche modo riusciranno ad aiutarti… Non avere dubbi, credi in te stessa e vai a testa alta: combattere per la tua vita è senza dubbio la miglior cosa che tu possa fare… sempre.

@ Bianca – Bel colore, vero?!... D’ora in poi mi comprerò indumenti solo di quel verde, mutande comprese!... ^_^”

@ Mary Jane – Okay, allora inaugurerò una nuova linea di pasticceria, “Reni all’etp”… ^^”
In ogni caso, a proposito delle cicatrici… non ti fare sangue amaro pensando al perché hai iniziato… sii orgogliosa di te stessa perché hai smesso. Il Cicatrene funziona abbastanza, non è perfetto, ovviamente, comunque io un tentativo lo farei, fossi in te…
P.S.= Sì, sì, la notifica mi è arrivata!... Ho il tuo nuovo indirizzo mail!...

@ Anna – Adoro quel diagramma di flusso proprio per la sua estrema semplicità, ma allo stesso tempo chiarezza… arriva dritto al punto. Ti abbraccio…

@ Vi. – Ciao Vi, scusa se posso aver frainteso il senso del tuo post… non sempre è facile trasmettere attraverso le parole senza poter guardare in faccia le persone che scrivono quella determinata cosa… In ogni caso, se pensi che il tuo problema sia prettamente alimentare, perché non chiedi consiglio da una dietista?... In questo modo potrai riuscire a controllare meglio ciò che mangi, nonché a mangiare in maniera più adeguata, e potrai così non avere più le sensazioni negative che avverti adesso… Ti abbraccio…

Veggie ha detto...

@ Olivia – Ciao Olivia, benvenuta!... Sai, secondo me hai fatto benissimo a chiedere a MTV di parlare del problema… penso che sia soprattutto merito di messaggi come i tuoi se il mio video e quelli delle altre 4 persone si sono potuti realizzare!… Comunque io non sono fiorentina, però è vero che studio a Firenze… e se torni in questa città, non mi fa che piacere poterti conoscere di persona!... A presto, allora… sui rispettivi blog, e anche nella vita reale, spero!...

@ Musidora – Lo è al 100%... direi che potrebbe essere l’immagine-simbolo del mio blog, per come la penso…
P.S.= Comunque ti assicuro che un intervento chirurgico non è così impressionante come credi…

@ loie – Grazie!...

@ Good – Ti ringrazio… Un po’ di in bocca al lupo serve sempre…

@ sorridente - ^__^

@ Vele/Ivy – Non è semplicemente un aneddoto, è quel che è successo veramente… ^__^” A parte gli scherzi, però, ti posso assicurare che quell’anestesista è un medico non in gamba… di più.

@ Anonima – Non ti preoccupare, ho lasciato attiva la possibilità di commentare in forma anonima proprio affinché chiunque potesse scrivere qualsiasi cosa senza il dovere di rivelarsi in qualche modo. Grazie per aver esplicitato la tua versione degli eventi.

@ Hellie – Sai, le immagini spesso, almeno secondo me, sono molto più calzanti delle parole quando c’è da “dire” qualcosa… Sono più immediate, ecco. Senza tanti fronzoli, sono di un esplicito incredibile… e bellissimo.

@ M.M. – E’ quanto di più semplice ci possa essere… eppure proprio per questo così lampante, così precisa, che colpisce e fa centro. Sicuramente la terza strada è la più difficile da seguire… ma io voglio ancora credere che ne valga davvero la pena…
P.S.= Ti ringrazio tanto…!

@ On the coffee side – Ti auguro di cuore di riuscire a realizzare il tuo sogno di diventare infermiera, allora!! ^__^

@ Fai – Ma infatti mentalmente ho imprecato come una turca (perché si dice “come una turca”?... I turchi imprecano in maniera particolare?...) in diversi momenti dell’intervento… Però, dai, è stato divertente!... In effetti, il pezzo operatorio non è bello, visto che si tratta di un tumore…

ShadeOfTheSun ha detto...

Ti ammiro molto :)

 
Clicky Web Analytics Licenza Creative Commons
Anoressia: after dark by Veggie is licensed under a Creative Commons Attribution-NoDerivs 3.0 Unported License.