Come gli alchimisti trasformavano il ferro in oro… voi potete trasformare l’oscurità in luce. Siete tutte benvenute.

venerdì 26 settembre 2008

Un passo dopo l'altro

Ogni mattina, quando mi sveglio, mi chiedo come sia possibile che io sia arrivata dove mi trovo adesso. E poi penso a tutta la fatica che ho fatto e che ancora sto facendo, a tutte le battaglie che ho combattuto e al terreno su cui sto ancora lottando, e cerco di non scoraggiarmi pensando che a poco a poco le cose possono cambiare e che sono solo io l’artefice che ho la vita tra le mie mani: sarà come me la costruirò. La luce non riempie ancora la mia vita, ma sicuramente non tengo più gli occhi chiusi. Diciamo che sono in penombra. È un modo per cominciare.

Tutte le battaglie che ho combattuto sono servite per rendermi più forte. Può sembrare una frase fatta, eppure mai come adesso mi accorgo che è assolutamente vera. E per ogni goccia di forza che ho guadagnato, ho gettato le fondamenta su cui costruire la mia salute, la mia felicità… la mia vita.

La cosa più difficile davvero è aprire gli occhi. Smetterla di vedere soltanto quello che si vuole vedere ed iniziare ad osservare invece in maniera oggettiva. Riconoscere i nostri veri problemi e non nascondercisi dietro, usandoli come scudo, ma affrontandoli. Essere oneste con noi stesse su quello che siamo e su quello che vorremo essere.

Certo, a questo punto voi potrete dirmi: “Bene, e allora io voglio veramente essere magra, o più magra, o più carina, etc…”… ma ricordatevi di una cosa: voi desiderate questo solo perché siete convinte che ciò vi renderà felici. Ma in realtà non lo farà. O meglio, lo farà per un tempo ben breve… rendendo un inferno tutto il resto della vostra esistenza.

E, soprattutto, se desiderate una cosa del genere, significa che vi state concentrando sul vostro corpo, ma non sulle vere voi stesse, sulle persone che siete realmente: il vostro carattere… la vostra anima… la vostra mente… comunque vogliate chiamarlo… la vostra vera essenza. Oh, certo, magari riuscirete davvero a diventare magre come desiderate, ma forse scoprirete che non è abbastanza, che non vi fa sentire come pensavate, che vi trovate sul filo di un rasoio, che è una conquista effimera. Sì, dimagrirete, ma nel farlo perderete voi stesse. O, forse, non vi troverete mai.

Volete davvero vivere il resto della vostra vita correndo dietro ad un’utopia? Un’utopia è un qualcosa che, per sua definizione, non si può mantenere tale in pianta stabile… e io l’ho capito con tutto il dolore di questo mondo.

Perciò cercate di capire quello che volete veramente, cercando dentro di voi… e portate fuori la vostra vera essenza…

E, ve lo prometto, sarete tutte BELLISSIME.

18 commenti:

Morena ha detto...

Ho letto il tuo commento sul blog di sorridente di deejay così sono arrivata fino a te!
brava ne sei uscita e questo ti fa onore!
non pensare però che tutte le persone che vogliono dimagrire lo facciano in maniera errata!

Io vorrei calare e non riesco.. non riesco perchè sono ipotirroidea!

non cerco di dimagrire vomitando quel poco che mangio (perchè non mangio gnachè.. ma questo è un mio modo di essere sono sempre stata così) e non smetto nemmeno di mangiare ne calo parzialmente le porzioni per poi non mangiare più niente.. non faccio niente di tutto questo!
prendo l'eutirox (ormoni) ogni mattina e dovrò farlo per il resto della mia vita!
e sono sicura che nonostante cercherò di calare facendo più attività fisica limitando i grassi e altre cose che chi ha la mia "patologia" assimila e basta!
ecco questo è il mio modo di cercare di calare!
non penso che sia sbagliato volersi vedere più magre.. è sbagliato il modo! quello si!

comunque ti faccio ancora i miei complimenti e a presto

iLaRiA ha detto...

Sei forte, coraggiosa e altruista.
Continua così..continua ad essere l'esempio da seguire per chi sta soffrendo come hai fatto tu.
Bravissima.

Perfettamai ha detto...

Per oggi è andata così, ho sbagliato, ma mi rifarò domani. Oggi non ho lottato, lotterò domani, proverò a metterci ancora più impegno.

Poi, come dici tu, il fatto sta nell'aprire gli occhi. Ti ammiro molto perchè l'hai fatto e continui a tenerli aperti, sono certa che tu sia bellissima adesso. Dentro e fuori.

*

Alfa ha detto...

E diciamolo, una volta per tutte: agli uomini piacciono le donne con un po' di curve, che diamine! Le modelle magrissime piacciono solo agli stilisti, che non sono certo un modello di virilità!

(Naturalmente ho voluto un po' sdrammatizzare, Veggie, so bene che il problema è più complesso, come dici nel tuo post).

PS
Da oggi su il lago dei misteri sei tra i miei "magnifici 10 blog".

E grazie per i complimenti.

Lucia ha detto...

Carissima rispondo al tuo commento che a mio parere hai travisato.Lungi da me offendere questo grave dramma che da ragazzina ho dovuto affrontare anch'io e tutt'ora nonostante abbia 50 anni, quando mi si presenta qualche problema (ultimamente ne ho tanti gravi, di salute)la prima cosa a cui rinuncio è il cibo.Sì cara! Perchè il problema, per soggetti con poca autostima(vedi il mio profilo)si ripresenta al primo ostacolo,magari non in eccedenza però è sempre lì che ti attende. Quindi mi spiace se hai preso il mio post come un'offesa,io l'offesa l'ho fatta ai "delinquenti" degli organizzatori e dei stilisti di quelle manifestazioni che non amano prendere in considerazione taglie forti per fare sfilare, così che costringono (è inutile nasconderlo,sono morte modelle per questo motivo)queste ragazze ad adattarsi ad un corpo confacente al piacere dei tizi che citavo prima. Sono invece felicissima che tu ne sia venuta fuori e sei un esempio di saggezza e soprattutto hai dimostrato forza e volontà.Ti abbraccio con affetto.

veronica ha detto...

La tua essenza è splendida Veggie!
Buona giornata e grazie perchè scrivi sempre le parole di cui tante ragazze hanno bisogno. Questo blog è una grande idea.

PS: Ti aspetta un premio sul mio blog :)

ha detto...

Hai visto il telegiornale ultimamente? Le modelle sono sempre più magre nonostante le numerose critiche e avvertimenti dei medici e specialisti vari...
Ma dov'è la bellezza in questi casi? Da quando in qua la malattia è diventata bella?
Io lo trovo assurdo mentre altre lo trovono normale! bò

AngeloNero85 ha detto...

In questi giorni sto leggendo ciò ke scrivi,nn ti avevo ancora lasciato commenti,xkè diciamo pure ke sono rimasta senza parole,sia per la sofferenza ke hai vissuto e e ke rendi cmq viva attraverso le parole,sia x la tua forza d'animo.
Mi sembri una brava persona,nn tutti parlerebbero della propria vita cm stai facendo tu,per aiutare tutte le persone ke ne hanno tanto bisogno.Mi piace leggere ciò ke scrivi,xkè in fondo ci stai dimostrando ke una via di uscita dai problemi qualunque essi siano c'è sempre.
Grazie x quello ke dici!

Morena ha detto...

Ti ho risposto sul mio blog per il commento che mi hai lasciato!
sono passata per augurarti un ottima giornata..
e penso proprio che ripasserò ancora per sapere come procede la tua ripresa!
per il momento hai tutta la mia stima per essere riuscita a combattere quello che era il tuo "problema"!!!
un forte abbraccio e a presto

pollicino ha detto...

Vedi? Hai tanti amici,che ti amano e stimano,combatti anche per loro.Se vuoi ti regalo il mio windows mediaplayer con radio heart,per un po di musica sul blog.Fammi un fischio se lo vuoi.Eugenio di Internapoli city.

Anonimo ha detto...

Io sono sempre d'accordo con te, cara Veggie, e lo sono anche oggi... però, vorrei aggiungere un piccolo post scriptum al tuo post.
Finisci scrivendo:
"sarete tutte BELLISSIME" tu -chiaramente- questa cosa la sai già ma ritengo che debba esser detta.
Molto spesso -MA NON SEMPRE (vedi alcuni blog pro-ana che con la vera anoressia -la malattia psicologica- non hanno nulla a che vedere!)- chi si trova in balìa di un disturbo alimentare non è la bellezza che insegue, semplicemente sta distruggendo l'unica cosa che le è rimasta interamente: il suo corpo ma soprattutto la sua anima.
Molto spesso si "decide" (uso le virgolette!) di cadere nelle grinfie dei "distrubi alimentari"
solo ed esclusivamente per farsi del male psicologicamente.
La "fissa" per la "linea" -come ben sai- è solo una conseguenza. E' la motivazione che si dà per evitare di affrontare il vero problema.

Quindi, affrontiamo tutte il "vero" problema e dei DCA resteranno solo quei dettagli con i quali, sebbene ti siano entrati dentro e faranno sempre parte di te, si può convivere utilizzando l'intelligenza.

:-)

--> nel caso in cui non fosse chiaro, tengo a dirti che la mia non è una critica a ciò che hai scritto -concordo in pieno con ciò- ho semplicemente sottolineato qualcosa che si sapeva già... ma l'ho sottolineata.

Un abbraccio

F.

maurob ha detto...

Bello questo Blog.
Coraggio e consapevolezza di se stessi e dei proprio limiti.
Fra l'altro tanta emotività scritta molto bene.
Brava, fa piacere leggere i tuoi post.

Stella ha detto...

Ciao ho visto il tuo commento sul mio blog: grazie!

Ti faccio i complimenti per aver trovato il coraggio ed esserne uscita.
A presto

Veggie ha detto...

@ MauroB & Stella & Ilaria - Grazie mille per le voste parole... mi hanno fatto veramente piacere...!

@ Pollicino - Combatto soprattutto per loro. Perchè possiamo farcela tutte quante! Perchè siamo più forti insieme... ed è una cosa di cui sono profondamente convinta...

@ Alfa - Sdrammatizza pure, un tocco di leggerezza con una risata non può che fare bene! ^_^ Magari il problema fosse tutto lì... sarebbe molto più facile uscirne... e, soprattutto, non entrarci affatto...
P.S.= Grazie per la "nomination"... mi fa un piacere incredibile...

@ Veronica - Anche la tua lo è! Davvero! Grazie per il supporto... e per il premio...

@ Infinito - (non trovo il simbolo sulla tastiera, mannaggia...) I media danno un'informazione parziale e settoriale privilegiando ciò che è economicamente conveniente. Purtroppo non è una novità, ed è una triste realtà. Bisogna cercare di non prendere per oro colato tutto ciò che cercano d'inculcarci. E, tra parentesi, l'anoressia non è "bella". Io posso dirlo. E credo che tutte le altre ragazze qua che l'hanno passata e la stanno passando potrebbero confermarlo a piena voce.

@ Angelonero85 - Grazie a te per avermi letta e per aver lasciato questo commento... Quello che faccio è solo per cercare di dare un senso a quello che ho vissuto... e per supportare ed aiutare le ragazze che stanno vivendo ciò che ho passato io, forse perchè io stessa quando c'ero avrei voluto questo tipo di aiuto che nessuno è mai stato in grado di darmi... Non ho paura di espormi se questo può servire ad aiutare qualcuno, lo faccio volentieri... Darei davvero tutto per poter riuscire ad aiutare qualcuna ad uscire dall'inferno dei DCA. Comunque sì, sono convintissima che un'uscita dai problemi c'è sempre: basta solo desiderare davvero di volerne uscire, e fare tutto il possibile per riuscirci. Perchè la bacchetta magica non esiste. Ma dove c'è volontà c'è una via...

@ Perfettamai - Brava, l'importante è continuare a conservare una visione positiva! Di cadere può succedere, l'importante è continuare ad avere la forza e la volontà di rialzarsi... perchè solo questo potrà portarti a guarire veramente... Cerca di continuare a tenere gli occhi aperti... è l'unico modo per vedere la luce.
Io... bella fuori non direi proprio, ma neanche m'importa... e bella dentro... lascio che siano gli altri a giudicare...

@ Morena - Grazie per le tue parole... si continua a combattere... Volevo solo aggiungere che io non ho mai scritto da nessuna parte che "tutte le persone che vogliono perdere peso lo fanno in maniera errata"... semplicemente, al contrario, ho sempre asserito che chiunque si sente a disagio con la propria fisicità e vuole perdere peso, lo deve fare rivolgendosi a personale specializzato (dististi, nutrizionist, etc...) ed evitando i "fai-da-te" che non risolvono, anzi, rischiano soltanto di aggravare il problema di partenza. E' chiaro che chi ha una patologia e il suo peso dev'essere monitorato, lo fa sotto il controllo di personale medico, quindi questo è perfettamente normale e va benissimo. Tutti i miei discorsi riguardano persone che soffrono di DCA, quindi è ovvio che si tratti di una qualcosa di completamente diverso...

@ Lucia - Non ho trovato il tuo post affatto offensivo, sono semplicemente dell'idea, anche sulla base di quella che è stata la mia esperienza personale, che stilisti e modelle c'entrino poco e niente con la comparsa dell'anoressia nelle ragazze... Sicuramente ci sono modelle anoressiche che soffrono e muoiono causa malattia, ma l'immagine che passa della modella che sfila è superficiale, non in grado d'incidere significativamente sul comportamento delle ragazze... altrimenti, si sarebbe tutte anoressiche... Più che fare sfilato con taglie maggiori, bisognerebbe privilegiare una campagna di prevenzione, magari anche nelle scuole, per fare capire qual è la realtà sottesa ad un problema di cui si parla sempre troppo poco... Per il resto, è ovvio che una persona che è stata anoressica, ad ogni ostacolo che si trova di fronte tende a reagire restringendo... Io stessa ho scritto più volte che è impossibile guarire completamente... ma si può cercare d'imparare a conviver con l'anoressia, a riconoscere le avvisaglie dei pensieri e dei comportamenti alimentari erronei, e a "controbattere" di conseguenza...

@ F. - Ma figurati se mi sento criticata, ci mancherebbe! Le tue parole sono sempre preziose! E poi anche la critica, purchè costruttiva, va benissimo! E, tra l'altro, sono perfettamente d'accordo con quello che hai scritto... Unica cosa che mi sento di specificare: il mio "BELLISSIME" faceva riferimento ad una bellezza interiore... che trascende quella esteriore... e fa risplendere tutte quante... come certamente sta facendo risplendere anche te...
Un abbraccio forte...

Clelia ha detto...

La penombra non è comunque il buio, c'è uno spiraglio di luce che si aprirà sempre di più vedrai! Vivere dell'illusione utopica della magrezza assoluta porta all'infelicità, molte sono e saranno ancora vittime dell'anoressia e della bulimia ma rendere pubblico il tuo problema può aiutare molto chi vuole uscirne.

Clelia

marco ha detto...

Pochissimi altri blog al mondo sono utili come il tuo:-) Veggie... sei veramente una delle persone più belle che io conosca:-)
Ti abbraccio con immenso affetto e stima e amicizia:-) felice domenica, dolcissima:-)
marco

nienteebasta ha detto...

Passo per un saluto. Qui ormai hai già detto tutto...spero tu stia passando un sabato sera migliore del mio..

un abbraccio..

ciao ciao

Veggie ha detto...

@ nienteebasta - Ma c'è sempre lo spazio per dire la tua, guarda che ci tengo... ^_-

@ Marco - Ne sono davvero felice... mi hai scritto una delle cose più belle che abbia mai letto...

@ Clelia - Grazie... le tue parole vogliono dire molto per me... E' quello che spero... In tutti i sensi...

 
Clicky Web Analytics Licenza Creative Commons
Anoressia: after dark by Veggie is licensed under a Creative Commons Attribution-NoDerivs 3.0 Unported License.