Come gli alchimisti trasformavano il ferro in oro… voi potete trasformare l’oscurità in luce. Siete tutte benvenute.

venerdì 26 agosto 2011

10 cose che le "pro-ana/mia" non vi dicono

Premetto che non lavoro in un negozio d’abbigliamento o in una profumeria, non sono una modella, e il mio lavoro non richiede alcun peso in particolare. Non faccio parte di una qualche strana setta che venera l’aumento di peso. Non vengo pagata per quello che scrivo su questo blog. Non voglio mettere paura o fare a moralizzatrice. E studio Medicina all’università. In altre parole: non ho alcuna ragione per mentire su quello che sto per scrivervi, e ho delle conoscenze mediche di base che mi permettono di spiegare in maniera attendibile quanto scrivo. Ve lo giuro.

Dunque, vediamo di mettere in luce alcuni aspetti, ovvero 10 cose (tratte proprio da un blog pro-ana che, per ovvi motivi, non linkerò) che le ragazze che si autodefiniscono “pro-ana/mia” vogliono far passare per vere, ma che in effetti sono vere.. BUGIE!

1) Ci sono alcuni cibi che sono “ingrassanti”, ed altri no, perciò bisogna mangiare solo questi ultimi.
Magari fosse vero! La verità è che ogni cibo apporta un certo quantitativo di calorie ma, soprattutto, di nutrienti. È a questi ultimi che bisogna dare una particolare attenzione. La dieta giornaliera dev’essere bilanciata tra carboidrati (60%), proteine(30%), lipidi (10%), vitamine, fibre e sali minerali. Sono tutti necessari affinché il nostro corpo lavori correttamente. Tutti i cibi sono “ingrassanti” se assunti in dosi eccessive, e assolutamente necessari e salutari se mangiati nelle giuste quantità.

2) Bere thè (soprattutto il thè verde) accelera il metabolismo.
Il thè è indubbiamente una buona bevanda, anche perché (specie la qualità “thè verde”) contiene un discreto quantitativo di antiossidanti. Contiene teina, che è un blando eccitante, ma questo non significa che acceleri il metabolismo!

3) Bisogna cercare di perdere peso quanto più rapidamente possibile, quindi ogni giorno bisogna cercare di mangiare quanto meno possibile.
Perdere tanto peso in poco tempo comporta una perdita di massa muscolare e non di tessuto adiposo. Quello che si ottiene non è quindi DIMAGRIMENTO ma EMACIAZIONE. Il corpo, sprovvisto di cibo, inizia a nutrirsi di se stesso. Inoltre, una rapida perdita di peso sfasa il metabolismo, con il che poi basterà mangiare pochissimo per riprendere rapidamente tutto il peso perso.

4) Non bere aiuta a dimagrire più in fretta.
Non bere aiuta unicamente a disidratarsi. Comporta, oltre a rovinare la pelle, perdita di elettroliti essenziali al corretto funzionamento del nostro organismo.

5) Le conseguenze fisiche di un DCA sono reversibili nel momento in cui si ricomincia a mangiare normalmente.
Niente di più falso. E parlo per esperienza personale. Certo, alcuni aspetti possono essere reversibili, ma i danni veri e seri che la restrizione alimentare provoca al nostro corpo non tornano indietro.

6) Vomitare, usare lassativi e diuretici aiuta a tenere il peso sotto controllo.
La prima digestione comincia nella bocca. Nel momento in cui deglutite, parte di essa è già avvenuta. Quindi, nel momento in cui compiete una delle 3 azioni sopraelencate, tutt’al più eliminate un terzo, o, proprio al massimo, la metà di quello che avete ingerito. Anche perché nel momento in cui il cibo raggiunge il vostro colon, è già stato completamente digerito, per cui… tutto quello che perdete prendendo lassativi sono liquidi, acqua. Senza parlare ovviamente di tutte le altre conseguenze fisicamente deleterie che fare uso di queste tre tecniche di purging può avere. Tanto per fare un unico esempio, la disidratazione conseguente stimola ipotalamo e reni a scambiarsi una serie di segnali ormonali che inducono i tubuli renali a operare ritenzione idrica, innescando un circolo vizioso.

7) Quando vomitate, non assumete precedentemente cibi rossi, perché così non potrete capire se il rosso che vedete nel vomito è dovuto al cibo o al fatto che state sanguinando perché avete lacerato o lesionato qualche struttura fisica.
Se siete fortunate, nel momento in cui vedete del rosso nel vomito, avete appena il tempo per raggiungere il reparto di emergenza chirurgica in ospedale. Ma non c’è bisogno di vederlo per sapere che avete bisogno d’aiuto. Presenza di sangue nel vomito, comunque, per mettere i puntini sulle “i”, è in primis dovuta a lesioni a carico dell’esofago. Se la lesione è molto estesa, difficilmente avrete modo e soprattutto tempo di farci qualcosa.

8) Prendere pillole ed integratori vitaminici colma la carenza di vitamine derivante dalla restrizione alimentare.
Prendere vitamine artificialmente è un gran bello spreco di soldi e di tempo, ragazze mie. Le vitamine liposolubili per funzionare necessitano di lipidi… che, se restringete, non disponete e non state assumendo, o comunque non in quantità sufficiente. Le vitamine idrosolubili per funzionare necessitano di proteine… che, se restringete, vengono utilizzate del corpo stesso per sostenersi, “bruciando” i vostri stessi muscoli. Quindi figuriamoci se ne avanzano per utilizzare le vitamine! Morale della favola: le vitamine artificiali non sono in grado di fare niente. Non pensate che una pillolina vitaminica colorata possa annullare i danni che con la restrizione state arrecando al vostro organismo: una donna sana non ha bisogno di assumere vitamine artificialmente. Le pillole e gli integratori vitaminici NON sono in alcun modo un sostituto all’alimentazione.

9)Fate una leggera attività fisica prima di fare colazione. L'organismo ha pochissimi zuccheri in circolo da utilizzare come carburante e attinge immediatamente alle riserve di grasso intramuscolare.
No, errato. Attinge immediatamente alle riserve epatiche di glicogeno. Determinando una più o meno severa ipoglicemia che può portare anche allo svenimento. Per attingere alle "riserve di grasso intramuscolare" sarebbe necessario fare una pesante attività fisica per diverse ore... ma, a questo punto, se non avrete ancora fatto colazione, sarete già svenute da un pezzo.

10) Questi consigli non li ho inventati io, li ho trovati su un blog/fotum/sito “pro-ana”, e poiché tante ragazze li seguono con risultati soddisfacenti, non possono che essere utili. Se non ci credete, chiedete a qualche anoressica.
In bocca al lupo a quelle che decideranno di “chiedere a qualche anoressica”, perché nessun’anoressica che io conosca incoraggerebbe qualcuno a seguire tali “consigli”, visto che l’anoressia è la battaglia contro cui dovrà combatter per il resto della sua vita.

Potrei andare avanti ancora per molto, ma penso che questi 10 esempi siano sufficienti a farvi capire che sui blog pro-ana/mia girano molti luoghi comuni, ma che non racchiudono alcuna verità. L’unica verità è che contro l’anoressia bisogna combattere, bisogna scegliere ogni giorno la strada del ricovero. Ricercate la verità ed abbiate cura di voi stesse, perché nessun altro lo farà: solo voi avete tra le mani la vostra vita e potete decidere cosa farne, lottare contro l’anoressia o meno. E delle 2 scelte, solo una ha un futuro.

82 commenti:

'se fossi fuoco arderei il mondo' ha detto...

ciao Veggie,
grazie tanto per il tuo bellissimo commento..GRAZIE davvero..

Enigma ha detto...

e brava Veggie!!
Qui intorno è pieno di blog con ste ENORMI cazzate ... che, non so a te, ma a me fanno proprio incazzare!!

Penso che ogni persona che soffra di disturbi alimentari E VUOLE GUARIRE non ci pensa neanche minimamente che questi siano dei consigli per stare meglio/dimagrire in modo sano.
CHE PALLE!!

Cioè ... è come se vi dicessi: Ragazze! smettete tutte di mangiare e risolverete tutti i vostri problemi!
Certo! uccidetevi pure e poi di sicuro non avrete più problemi...ovvio, poi sarete morte!
ok, magari vi andrà "bene" perchè passerete continuamente dall'anoressia alla bulimia.
Ma vi devasterete l'esofago e la mente e quindi non so cosa sia meglio...

Ok, scusate.. ma le "PRO-ana e mia " mi stanno proprio sulle palle!
Tutto il rispetto, invece, per chi HA LE PALLE di aprire gli occhi e farsi aiutare, affronatare i propri mostri e cercare di guardare in faccia i propri problemi!
Fate voi(parlo per le "PRO"): vi sembra tanto bello vivere così???

Bianca ha detto...

Grazie Veggie, ottimo post!

Le cose che hai scritto DOVREBBERO essere conosciute da tutti, così note e ben assimilate da diventare 'scontate' per chi cerca di vivere in modo sano ed equilibrato.
Mi associo alla rabbia di Enigma per quanto riguarda le KAZZATE che si leggono in giro!! certa gente non ha proprio neanche un MINIMO di educazione alimentare.

Poi certo, càpita anche di farsi del male PUR ESSENDO CONSAPEVOLI delle conseguenze, ma questa è un'altra storia: è la storia di persone con un problema VERO, di persone consapevoli (per l'appunto - ed è già il primo passo avanti...), di chi lotta per cercare di risolverlo, quel problema.

Brava piccolo medico :-)
un sorriso per te

Ellie ha detto...

Ciao Veggie!Scusami se non ho commentato gli ultimi post, sono un po' occupata e faccio quasi sempre in tempo solo a leggere!
Allora, questo post è interessantissimo. Alcune cose le sapevo già, altre no..come la cosa delle vitamine. A me le aveva prescritte il medico lo scorso ottobre, mi servivano per restare un po' più su la mattina..anche se non è che mi abbiano fatto molto effetto..infatti non le prendo più.
Molti di questi "consigli" pro ana/mia sono anche cose lette sui giornali, lo so perché io stessa ho letto alcune di queste cose nelle riviste....non a caso dicono sempre di non seguire le diete sui giornali, no?
Ti ringrazio per queste informazioni..davvero utili :)
Ti abbraccio ^^
Ellie.

Wolfie ha detto...

Vorrei proprio copiare ed incollare qui sotto il commento scritto da Enigma!!!! Lo condivido in pieno, la penso esattamente così anch’io!!!!!
Mi fanno proprio rabbia tutte quelle ragazze che dicono di essere a favore dell’anoressia e della bulimia, come si può essere “pro” una malattia? Cos’altro ci dobbiamo aspettare, allora, i siti “pro” tumore? “Pro” ictus? “Pro” gengivite? Caspita se mi fa arrabbiare leggere “consigli” del genere! E mi fa ancora più arrabbiare pensando che molto spesso questi “consigli” vengono nelle mani di ragazzine troppo giovani ed inesperte per capire cosa sia reale e cosa sia inventato, ragazzine che non si rendono conto di quanto questi “consigli” nascondano grandi bugie, e magari li seguono credendoci, e finiscono per devastarsi il corpo e la mente. È vero che il web è un “posto libero” dove ognuno potrebbe scrivere ciò che vuole, però, caspita, un minimo di intelligenza ci vorrebbe! Non voglio fare di tutta l’erba un fascio, magari ci sono ragazze che per qualche motivo stanno male e postano questi “consigli” credendoci, o addirittura senza stare tanto a pensare a quelle che sono le conseguenze del loro gesto, credendo che magari quello che scrivono “nessuno lo legge”, senza rendersi neanche conto che quello che scrivono, invece, rimane nell’etere e può essere letto sempre e da chiunque. Chi lo fa con cognizione di causa, ovviamente, sarebbe da prendere a calci! Certe cose non dovrebbero essere scritte nemmeno per scherzo, perché possono rivelarsi per certi soggetti estremamente pericolose: immaginate una ragazzina che pensa solo di voler dimagrire un po’ e si trova di fronte a “consigli” del genere. Rischia di fare delle cose veramente dannose per il suo corpo, quando sarebbe bastato andare da una nutrizionista.
Tra l’altro, leggendo questo post mi sono accorta che c’erano cose che io stessa non sapevo, pur essendo da tanto alle prese con un dca! Infatti neanch’io conoscevo le verità sui punti numero otto e nove. Quindi, figuriamoci una ragazza che (per sua fortuna) non ha ancora fatto l’ingresso in un dca! Cose del genere servono solo a tirare in basso, mi indigno solo a leggerle, chi le pubblica dovrebbe vergognarsi!
Perché infine davvero tutto quello che possiamo fare è: combattere. Non ascoltare i “consigli” di nessuno tranne quelli dei medici e di chi sta combattendo come noi, e cercare di avere la meglio sul dca, perché possiamo stare molto meglio senza il dca!!!!!!!

AlmaCattleya ha detto...

Queste dicerie non vengono dette solo da chi è pro-ana/pro-mia, ma anche da ragazze che vogliono solo perdere qualche chilo.
C'è una facilità in giro nel parlare di diete vedasi ad esempio i giornali dove, soprattutto adesso in estate, si parla dell'ultima dieta seguita dalla star di turno.
E poi non è che una dieta che a te ha fatto bene, faccia bene anche a me.

Anonimo ha detto...

L’utilità delle stronzate scritte dalle pro-ana e pro-mia è pari a quella di un ghiacciolo al polo nord. Nulla.
Se non, addirittura, schifosamente dannosa.
Del resto, non ci si può aspettare qualcosa di senziente da una che decide di tenere un blog pro-ana, no? Se avesse per lo meno 2 neuroni in grado di fare sinapsi, farebbe una qualsiasi cosa più utile. Tipo ficcasi un sacchetto di plastica in testa e tenerselo stretto per un paio d’ore. Una deficiente in meno al mondo, più spazio ed ossigeno per tutti.
Più che farmi incazzare, queste pro-ana mi fanno pena. Sono la feccia della feccia. Delle tali nullità che per sentirsi qualcuno hanno bisogno di fare gruppo con perfette sconosciute che cercano di scrivere più puttanate di loro e si lasciano commenti a stampino rischiando di tirare nel baratro persone con predisposizione all’anoressia, che non aspettano altro che qualche cretinetti gli tolga terreno da sotto i piedi per precipitarvi.
Ora, mie care pro-ana e pro-mia che avete letto questo post, non dico fatevi un esamino di coscienza perché è ovvio che se tenete blog del genere non avete un cervello, figuriamoci una coscienza. Ma, per lo meno, rendetevi conto delle minchiate che scrivete. Se ci credete davvero in queste cazzate che tappezzano i vostri blog, siete riuscite a raggiungere la perfezione un almeno un ambito della vostra vita: l’idiozia. Se non ci credete ma le scrivete comunque, la neurodeliri vi fa proprio una sega.
Non sto qui a fare l’ipocrita moralista perché io sono stata la prima a cercare di cazziarmi nei modi più svariati: droga, anoressia, autolesionismo e compagnia bella. Però, cazzo, non ho mai cercato di tirare nessuno nel mio rush di stronzate personali. Ognuno gestisce la propria vita, e se una decide di morire per inedia, sono cazzi suoi. Se stai male e ti vuoi curare, curati. Se stai male e ti vuoi ammazzare, ammazzati. Ma se ti vuoi ammazzare, ammazzati e basta, senza stare a rompere le palle e, soprattutto, senza cercare di tirare altre persone nella merda in cui tu per prima sguazzi. Nessuno t’impedisce di annegarci, ma abbi la dignità di non cercare di tirare a fondo nessuno. Del resto, se una tiene un blog pro-ana, dubito che sappia cosa significhi avere dignità.
Consiglio peraltro alle ragazze pro-ana e pro-mia di seguire questi consigli: se qualcuna si leva di mezzo, fa un gran favore.

Jonny

Aisling ha detto...

Ci voleva proprio un post del genere, Veggie ,da diffondere il più possibile,spero siano in tante a leggerlo, mi viene male ogni volta che penso a tutte le ragazze giovanissime che leggono i blog pro ana e pro mia dove l'anoressia viene esaltata e sembra il paese dei balocchi, quando invece è la strada verso l'inferno!!!
Se ti stai distruggendo non trascinare qualcun'altro con te, questa è una cosa che non va fatta e nessuna ragazza anoressica che ho conosciuto, anche quelle meno lucide e ancora molto dentro la malattia l'avrebbero fatto!
Dovrebbero invece chiedersi cosa c'è che le fa stare male nella loro vita e perchè sono spinte a desiderare i sintomi di una malattia così devastante mentalmente e fisicamente.

Mi manchi anche tu tesoro mio, non vedo l'ora di rivedertiiiii!!!^^

Sugar ha detto...

Ho letto il tuo post con molto interesse e positivo, l'ho trovato istruttivo sotto alcuni aspetti che conoscevo poco. Secondo me tuttavia -e questa non vuole essere una critica, ma solo la mia opinione- manca qualcosa.
Io credo fermamente, in particolare perchè lo vivo coscientemente su me stessa ogni giorno, che i disturbi alimentari non siano legati realmente ad ideali estetici. Leggendo i vari blog, non proana/mia, ma i blog di tante ragazze che perseguono la loro lotta verso la "leggerezza", traspare sempre un malessere interiore che non è affatto legato al cibo. Problemi con familiari, amici, ambienti, ma soprattutto problemi con se stesse. Il non riuscire ad accettare aspetti della propria persona, che nulla hanno a che fare con il corpo, e riversare quest'insoddisfazione proprio su quest'ultimo. Non penso al fatto che parte della mia digestione sia già cominciata in bocca quando ingerisco più di 3000 kcal nel giro di pochi minuti per poi correre in bagno a vomitarle. Forse non penso a niente, ma sento che questo meccanismo mi è necessario in alcuni momenti, e non so perchè.
Ti abbraccio, Sugar.

Isibéal ha detto...

Ottimo post, Veggie! Ne ho lette anch'io di queste cazzate, conoscevo molti di questi "falsi miti" soprattutto per quanto riguarda il punto 6 e 2, il quale, tra l'altro ... ho letto addirittura su giornali e siti web (non pro-ana, ovviamente) dove ti spiattellano la dieta last minute oppure la dieta più in voga del momento seguita dai VIP (tanto per fare un nome ... la DUKAN! -.-'') Un conto è farsi del male (anche consapevolmente) perchè si ha un disturbo alimentare, un conto è farlo perchè si crede che faccia bene o perchè l'attrice di turno l'ha seguita. Con questo non voglio giustificare i DCA, ma credo che ci sia una bella differenza tra una persona malata con un disturbo VERO e le cosiddette "pro-ana" e "pro-mia" ...

Musidora ha detto...

Quante cazzate che circolano nel web! Sono informazioni stupide e pericolose anche, ma alla fine se uno è disperato le prova tutte chissà mai che non funzioni davvero... E prova e riprova ci rimetti la pelle. Tanti trucchetti del genere comunque non serve cercarli sui siti pro ana, ci arrivi da sola con un po' di fantasia, ma se soffri di un disturbo alimentare 'vero' te li tieni per te, non t'interessa divulgare alcun 'sapere' riguardo il tuo personale disturbo. Ad ogni modo è bene che qualcuno che sa il fatto suo puntualizzi come stanno le cose, quindi grazie ancora Veggie per il tuo lavoro d'informazione.

(...Cavoli, e io che stavo giusto per chiedere se potevo unirmi alla tua setta XD)

Perfection Through Silence ha detto...

Io penso che molte ragazze sanno benissimo quanto si fanno del male. Alcune lo sanno consciamente altre attraverso il subconscio. Ma entrambe lo sanno solo che non ci pensano mai perché importante per loro è vedere il numerino sulla bilancia diminuire ogni giorno, anzi per molte ogni ora.
Alcune hanno paura di bere anche solo l'acqua perché salendo sulla bilancia pesano "molto" di più. Cercano di bruciare con attività fisica tutte le calorie ingerite quando non si vogliono rendere conto che le poche calorie ingerite le hanno bruciate solo respirando e anzi per molte non bastano nemmeno per respirare e allora già il corpo attinge alle riserve di grasso.
Se uno è realmente sovrappeso o rischia di entrarci perché il suo BMI è vicino a 25 vuole dimagrire il prima possibile per sentirsi subito a suo agio nel suo corpo. Ma si può benissimo dimagrire 10kg in 5 mesi in modo sano, è così tanto?
Basterebbe ridurre un pò le calorie del necessario importo calorico giornaliero e fare un'attività fisica regolare.
Studi hanno dimostrato che pur assumendo lo stesso importo calorico giornaliero si può dimagrire (anche se molto lentamente) semplicemente sostituendo una certa quota delle calorie del grasso in carboidrati e fibre.

Iza

Garden; ha detto...

fantastico post!!!!!

Ilaria ha detto...

Il fatto è che le "pro ana/mia" non sanno nemmeno cosa sia un disturbo alimentare...
non si può simulare una malattia...
spesso mi chiedo se i diari alimentari che pubblicano siano reali, o se invece siano solo estremizzazioni di una dieta che vorrebbero fare per attirare su di sè un po' di attenzione.

Milen B. Scrouge ha detto...

Ciao Veggie,
ti ringrazio per il tuo commento nel mio blog. Non so perché per me siano così importanti i commenti delle altre ragazze, quasi cercassi un'approvazione o un diniego. E non so come mai per me sia così importante il tuo di commento (non è violenza psicologica la mia, del tipo 'commenta, ti prego!' ^.^)

Grazie davvero. Altrettanto importanti sono i tuoi post, sempre educativi, chiari, diretti (e non confusionari come i miei, nei quali butto tutto l'impeto e l'ansia, la rabbia e la paura improvvisa che non mi aiutano a verbalizzare nel modo corretto ciò che sento), speciali.

Non pensare che, solo perché nel mio blog continuo ad essere negativa, i tuoi post non siano utili per me: credo che invece, non solo a me, facciano del bene.


Buon fine settimana,
bellissima Veggie.

La bambola rotta. ha detto...

Interessantissimo questo post! Grandissima! Come sempre.

Volevo risponderti al commento che mi hai lasciato: dovrei essere al termine del 3° anno di università e invece sono al primo (nel quale non sono riuscita a fare tutti gli esami); sto cercando di prendere il più veloce possibile la patente in modo tale poi da avere un curriculum abbastanza apprezzabile per potermi fare assumere part-time, per poi accumular soldi da mettere da parte per andarmene a vivere da sola (o con il mio ragazzo). Ma sai, ora che riesco a concludere tutto ciò ne passeranno ancora di giornate/nottate piene di litigi... non ho altra soluzione.

Lily ♥ ha detto...

Come sempre, post favolosamente utile. Grazie 1000 per aver messo a nostra disposizione le tue conoscenze, nonché la VERA veritá :)

Lily ♥ ha detto...

Come sempre, post favolosamente utile. Grazie 1000 per aver messo a nostra disposizione le tue conoscenze, nonché la VERA veritá :)

riku85 ha detto...

grazie del post.
alcune di queste "cavolate"le ho lette in giro su internet ...altre mi mancavano
grazie del post.

Vele Ivy ha detto...

Per una volta, non sono riuscita a leggere il post fino in fondo. Circa al punto 7 mi si sono rizzati i capelli: non posso credere che delle ragazze si sottopongano a queste cose e ne parlino allegramente nei blog che hai citato, come se fosse una cosa normale. Fai bene a smascherare queste menzogne con dati medici!!!

Marcella ha detto...

Bello questo post, grintoso e in......o!! Spero che qualche cretina cosiddetta ''pro-ana'' l'abbia letto...ma tanto è inutile, sono ragazzine che non hanno idea di cosa sia essere malate di anoressia...per loro fortuna, ma certo non perdono il fatto che aiutino tante persone in bilico a diventarlo. Spero che qualcosa cambi, bisognerebbe fare una seria battaglia contro questo...ci rifletterò!
Grazie, come sempre, dei tuoi splendidi consigli, riflessioni e incoraggiamenti.

Pupottina ha detto...

imparo sempre molto leggendo i tuoi post ...
rifletto su di me e su chi mi sta intorno...
buon inizio settimana

Claudia ha detto...

Ai miei tempi... quando mi ammalai io... non c'erano i blog, non c'era internet e non leggevo queste cose... ma mi sono ammalata lo stesso

emma ha detto...

Ciao,volevo farti soprattutto gli auguri per la tua guarigione e i complimenti per questo tuo blog scritto benissimo e credo non sia facile farlo per lo spessore dei temi che affronti perché penso che trattando il tema dell’anoressia si affrontino tanti temi come l’adolescenza, l’accettazione di se e degli altri, le pubblicità e i mass media, la crescita…
Io non sono mai stata ne anoressica e ne bulimica, ne conosco nessuno vicino a me che lo sia e quindi molte cose, forse, non le capisco. Ora non sono piu adolescente ma quando lo sono stata ero menefreghista su tutto ciò che mi circondava ma evidentemente era una forma di protezione.. Cmq sia, quel che sia ora credo che in questo tipo di malattie siamo bene o male tutti tutti coinvolti con il nostro atteggiamento frettoloso, in una società volta alla competizione, all’omologazione e chiusa.
In una società dove spesso il corpo delle donne è un campo di battaglia, è un oggetto, è uno strumento.. questo tipo di malattie ci mettono davanti agli occhi situazioni tragiche e ci fanno vedere meglio il mondo.
Quindi grazie a te che ci fai vedere meglio il mondo e spero che anche grazie a te tante ragazze colpite dalla bestia se ne liberino e spero che la tua voce arrivi a piu persone possibili.
Ancora complimenti
Emma

Carolìn ha detto...

Cara Veggie,
i tuoi post sono sempre quanto di più saggio e giusto e scientifico io possa leggere.
Tutti dovrebbero leggere il tuo bog per avere un'idea autentica della malattia,dei danni che essa provoca,senza perdersi in stupidi vaneggiamenti.
Sei una ragazza eccezionale,te lo scrivo con sincerità.Ti ammiro molto e per la forza con cui hai sconfitto l'anoressia e per la verità che porti con il tuo blog.
Ti abbraccio,Veggie. :*

Anonimo ha detto...

Tutte vere le cose che hai scritto viaggie, io avrei delle cose da dire, ma la paura di essere attaccata mi ferma. comunque sono con voi.

Anonimo ha detto...

Se volete posso raccontarvi un pò di me, e di come sono finita nel baratro della distruzione, ma anche di come sto cercando di allontanarmi dal quel modo di pensare anche se è molto difficile per me, ma c'è la sto mettendo tutta.

Lucy May ha detto...

Brava Veggie! Hai scritto tutte cose sacrosante... Giorni fa per strada mi è sembrato di vederti, ma probabilmente non eri tu; l'avrei tanto voluto per conoscerti, per avere un'amica reale anche nella vita vera, una che mi capisca... perché ultimamente ho solo tanta voglia di morire!

Sonia ha detto...

Ciò che scrivono le pro-ana/mia sono solo stupidate.
Una volta avevo voglia di criticare e ci sono entrata... inutile dire che la mia voglia di criticare è passata subito perchè avrei scatenato un putiferio.
Sono troppe e troppo grandi le cavolate scritte...
E pensare che in quei blog molte ragazze ci credono!!
O perlomeno le seguono alla lettera...
Io quella volta (la 1° e l'ultima che entrai in uno di quei schifosi blog) lessi che una banana aveva 300 kcal... una banana!!
Come hanno già detto non si può simulare un DCA...
Loro non hanno la più pallida idea di cosa significhi vivere ogni giorno un disturbo così...

Mah, io non capisco cosa ci trovino a scrivere cose del genere...

Veggie ha detto...

@ “Se fossi fuoco…” – Figurati… Grazie piuttosto a te per essere passata di qui, mi ha fatto veramente tanto piacere… Ritorna pure quando vuoi, sappi che sarai sempre la benvenuta… Un abbraccio forte forte…

@ Enigma – (Premessa: il tuo commento mi ha davvero illuminato la giornata, è stupendo… la penso esattamente come te!...) Eccome se mi fanno incazzare… perché giocano sulla buona fede della gente. Perché davvero possono esserci delle ragazze che, proprio per inesperienza, si “bevono” questi consigli come oro colato… e si fanno veramente del male. Proprio perché non hanno competenze né maturità ed esperienza tale da giudicare stronzate del genere in quanto tali… E invece, magari, chi le pubblica sui suoi blog lo sa pure che sono cazzate, ma fa finta di crederci, e intanto le propina in giro… Ora, dico io: se fai del male a te stessa mi dispiace in quanto essere umano, però alla fine la vita è tua, puoi farne quello che vuoi… ma, accipicchia, non ti permettere di fare cose che potrebbero essere nocive agli altri, perché questo è un comportamento veramente cattivo!... Se ci tenete tanto a fare le “pro-ana/mia” e a ricevere commenti solo da chi la pensa come voi (come sta scritto in molti di questi blog), perché non privatizzate?... Così sarete lette solo da chi volete, e non metterete a rischio altre persone…

@ Bianca – E’ vero, è un peccato che certe cose si diano per scontate… perché c’è comunque chi non le sa, e che pertanto può cadere in questi trabocchetti… Hai ragione, c’è chi si fa consapevolmente del male… io stessa l’ho fatto per molto tempo… però c’è una differenza: mai mi sarei sognata di “insegnare” a qualcuno come fare quello che stavo facendo io… Chi sta davvero male dentro non sbandiera il suo dolore… e nel momento in cui riesce a razionalizzarlo e a percepirlo come tale, lo combatte…

@ Ellie – Figurati, non ti preoccupare, anzi, ti ringrazio tantissimo per aver trovato un po’ di tempo per passare di qui… Mi fa piacere aver ampliato con un po’ di info che non sapevi… Ed è inquietante sapere che anche sui giornali vengano scritte cose del genere… anche perché i giornali sono letti da mola gente inesperta in campo medico/alimentare… Le diete dei giornali sono deprecabili perché non personalizzate, e una dieta che non è studiata sull’individuo singolo difficilmente darà i risultati sperati… Ti abbraccio forte!...

@ Wolfie – Comprendo la tua indignazione e, come dicevo qua sopra ad Enigma, io stessa la condivido… Non è facile rimanere impassibili di fronte a cose del genere… E speriamo che questo post possa far aprire gli occhi a qualcuna… Che sia una “pro-ana/mia”, o una navigatrice che finora si era affidata a queste perle di saggezza… Hai ragione, si può stare davvero molto meglio senza il DCA… all’inizio l’idea di abbandonarlo può essere terrorizzante, ma… quando si fa questa scelta, più passa il tempo e più ci si rende conto che era quella giusta… Ti abbraccio, tesoro…

Veggie ha detto...

@ AlmaCattleya – Non a caso esistono i dietisti e i nutrizionisti… se esistesse una dieta che andasse bene per tutti… basterebbe comprare le riviste, appunto!... Invece ogni dieta, per essere veramente funzionale, dev’essere stilata ad personam… lasciando perdere fantomatici consigli la cui veridicità è tutt’altro che scientificamente provata… Solo rivolgersi a persone competenti ed esperte in materia permette di dimagrire in maniera graduale, sana e fisiologica…

@ Jonny – Sei molto severa, ma posso capire la tua rabbia… molto spesso anch’io l’ho pensata un po’ come te… Purtroppo non conosco chi sta al di là dello schermo, e non so cosa gira per la testa di queste ragazze pro-ana/mia nel momento in cui decidono d’inserirsi in questo fenomeno… Se ne potrebbe parlare per ore, non si arriverebbe a niente… Con questo post, ho provato a dare un piccolo contributo (come con tutto il mio blog…), e vediamo se a qualcuna serve…

@ Aisling – Condivido il tuo stesso malessere quando leggo cose del genere… C’è probabilmente una grossa inconsapevolezza di fondo… poche credo siano realmente cattive, in realtà… più che altro, desiderose di appartenere a un trend, per quanto possa essere malato e sbagliato, di omologarsi, di fare gruppo… poco importa basato su cosa. E’ triste, in effetti… Penso anch’io che ci sia in alcune di loro qualcosa che non vada nella loro vita… magari avrebbero bisogno di un po’ di psicoterapia per risolvere i loro conflitti interiori…
P.S.= Anch’io non vedo l’ora di rivederti…

@ Sugar – Ciao Sugar, benvenuta!... Ti ringrazio per essere passata di qui ed aver lasciato il tuo commento!... Sono d’accordo con quello che hai scritto… ma semplicemente perché tu non sei pro-ana/mia, ma hai un DCA. Per questo percepisci le cose in maniera differente da quelle ragazze… Il mio post, invece, era riferito unicamente a tutti quei blog-stampino che tipicamente sono ascrivibili alla corrente “pro-ana/mia”… Poi, è ovvio che per chiunque abbia veramente un DCA il problema col cibo è solo la punta dell’iceberg, e quello su cui bisogna realmente lavorare è quello che sta sotto… il malessere che ti spinge a fare determinate cose distruttive sul tuo corpo… Il tuo discorso, non a caso, a quanto capisco dal tuo commento, viene da una ragazza che ha un DCA, mentre i punti che elenco in questo post sono riferiti a quei tipici decaloghi che ho trovato su molti blog pro-ana/mia, che magari certe persone possono scambiare, ingenuamente, per verità, ma che sono solo distorsioni o luoghi comuni che non racchiudono niente di vero… In ogni caso se sei interessata più in generale al discorso “anoressia / pro-ana”, se vuoi e se hai tempo ti consiglio di leggere i post che ho linkato nella colonnina di destra di questo blog, e che vanno sotto il titolo generale di “Anatomia pro-ana”… lì ci ritroverai il mio parere su molti dei concetti che hai espresso anche tu proprio in questo commento. Un abbraccio forte…

@ Isibéal – Ho scritto molteplici post in questo blog riguardo al fenomeno “pro-ana/mia”… E, come tu stessa hai scritto, anch’io ho sottolineato il concetto che c’è una differenza abissale tra il dichiararsi tale, e l’avere effettivamente un DCA (leggi la serie “Anatomia pro-ana”, per intenderci…) Ed è comunque triste vedere anche come certe bugie vengano strumentalizzate dai giornali… perché dire che quella dieta è seguita da un VIP può fare presa tra i lettori e rendere quelle bugie più credibili… e questa è una vera pubblicità ingannevole…

Veggie ha detto...

@ Musidora – Ma figuriamoci se un’anoressica o una bulimica si mettono a dispensare in giro questo genere d’informazioni… io ho sempre visto in chi ha un DCA una grande distruttività individuale, ma davvero una scarsissima propensione a fare, in qualsiasi modo, del male al prossimo… Non ce la vedrei proprio una con un DCA a scrivere cose del genere… Proprio per il motivo che hai detto tu, io ritengo cose del genere davvero pericolose… e il mio è un piccolo assaggio, solo per dire che la stragrande maggioranza di queste cose è totalmente campata in aria… ed è bene farci un po’ d’attenzione…
P.S.= La mia setta è sempre aperta per te!... :-P

@ Perfection Through Silence/Iza – Sicuramente quello che hai scritto vale per chi è nel pieno di un DCA… è congruente che, per alcuni soggetti con un DCA, sia vero esattamente quello che scrivi… Salvo il fatto che il peso misurato dalla normale bilancia è appunto ingannevole, perché quella registra ogni aumento/diminuzione di peso, senza però dire ciò a cosa cui quest’aumento/diminuzione, è dovuto… Può trattarsi di massa grassa, di massa muscolare, oppure semplicemente di liquidi… Ma questo una bilancia normale non lo precisa, occorrerebbe una bilancia impedenziomertica… A parte questo, dubito fortemente che un’anoressica abbia lo stesso pattern mentale di una “pro-ana”… che era ciò che volevo mettere in luce in questo post, anche solo facendo notare come queste ultime mettano in giro notizie false, cosa che, come molti dei commenti qui sopra hanno confermato, una che ha un DCA non farebbe mai… Si può ed è giusto dimagrire se si è realmente sovrappeso, però occorre rivolgersi a dietiste, nutrizioniste, persone competenti ed esperte che possano studiare il piano alimentare più adatto per ciascuna persona… E, tra l’altro, perdere peso molto lentamente è il modo migliore per farlo (se ce n’è il reale bisogno) perché il corpo ne risente di meno, e i risultati conseguiti sono più duraturi…

@ Garden; - Benvenuta!... Ti ringrazio tantissimo per le tue parole!!... Sono davvero contenta che il post ti sia piaciuto!... ^__^

@ Ilaria – Sai, molto spesso mi sono posta anch’io le tue stesse domande… E il fatto che nessuna ragazza cosiddetta “pro-ana/mia” abbia mai fatto il benché minimo tentativo di contrastare efficacemente quello che scrivo qui (anche protetta dall’anonimato, visto che ne do la possibilità), mi fa pensare che non abbiano delle idee proprie da opporre… Sono perfettamente d’accordo con te nel dire che una “pro-ana/mia” non ha un DCA… Non conoscendo di persona alcune di queste ragazze, ovviamente non posso azzardare illazioni… immagino che alcune lo facciano per seguire un trend, altre per attirare l’attenzione, altre per “fare gruppo”… e non escludo che ci sia una parte di loro che magari ha veramente qualche problema… familiare, scolastico, nel rapporto coi coetanei o che so io… però cose ben diverse rispetto ad un DCA. Sicurante alcune di loro tenendo questi blog esternano un disagio, ma per trattarlo avrebbero bisogno di una psicoterapia che gli permettesse di mettere a nudo i loro veri problemi e di affrontarli… senza bisogno di far finta di avere un DCA, il che è tutt’altro che cool…

Veggie ha detto...

@ Milen – Hai ragione, Milen, penso anch’io che i commenti altrui siano molto importanti… Non tanto per trovare approvazione/diniego, quanto per confrontarci, per discutere, e dunque per trovare a problemi soluzioni che da sole non eravamo state capaci di vedere… I tuoi post, peraltro, non mi sembrano affatto confusionari… e fai bene a riversarci le tue ansie e le tue rabbie, perché credo che un blog possa servire anche come valvola di sfogo, un utile modo per buttare fuori tutta la sofferenza che normalmente inchioderemo senza esitare sul nostro corpo… Io credo che quella negatività che senti di buttare fuori nel tuo blog sia un preludio alla positività che sta dentro di te e ti tieni ben stretta… Ti abbraccio forte forte, tesorino…

@ La bambola rotta – Guarda che anch’io ho perso 3 anni si scuola, causa anoressia, ed ora sto all’inizio del 5° anno, quindi non ti devi preoccupare… Quando starai bene, riprenderai tutto… Non conta quanto tempo ci vuole per arrivare in fondo… conta l’arrivarci stando bene, ed essendo così in grado di svolgere adeguatamente la nostra professione… In ogni caso, tieni duro: questo momenti difficili che stai attraversando lasceranno il posto ad un cielo senza nuvole…

@ Lily – Grazie a te per le tue parole, Lily… Sei sempre un tesoro!...

@ riku85 – Benvenuta riku, grazie a te per il tuo commento… Se hai bisogno di qualche altra info o delucidazione riguardo queste ed altre dicerie che hai letto e sentito in giro, domanda pure!... Io sono a disposizione!...

@ Vele/Ivy – Purtroppo basta che ti fai un giro per i blog “pro-ana/mia”, e troverai come minimo una 50ina di luoghi comuni erronei del genere… Io non so se c’è chi fa davvero cose del genere, ma se davvero c’è chi le fa, è bene mettere i puntini sulle “i”, perché le conseguenze possono essere anche gravi… Certo, leggere quel che ho scritto non impedirà a qualcuna di farsi del male nel modi citati, se davvero lo vuole… ma, almeno, se lo farà con cognizione di causa…

@ Marcella – “Per loro fortuna non hanno idea di cosa sia essere malate di anoressia”, hai detto proprio giusto… perché se lo sapessero, ben si guarderebbero dallo scrivere cose del genere… E quello che scrivono può però essere frainteso da chi sta già male, e peggiorare il quadro… Bisognerebbe davvero cercare di cambiare lo stato delle cose… solo che ci vorrebbe più informazione, ma fatta nella maniera corretta, non come fanno di solito i media… Cerchiamo di farci venire in mente qualche idea al riguardo, eh?!...

@ Pupottina – Grazie… spero davvero ti siano utili… Un abbraccio…

Veggie ha detto...

@ Claudia – Lo stesso vale per me… e, se anche ci fossero stati, io allora ero ben lontana da questo tipo di mondo… Non ci si ammala di anoressia perché si legge un blog pro-ana/mia o perché si vede una thinspo… Ci si ammala perché si ha tutta una serie di problemi più o meno complessi che si vanno a concretizzare in un DCA in primis come meccanismo di coping…

@ Emma – Ciao Emma, benvenuta, ti ringrazio per il tuo commento… E’ bello vedere che anche persone “esterne” ai DCA sì interessano di questo problema, e cercando di comprenderlo non nella maniera superficiale che passa attraverso i media, ma anche attraverso le parole di chi ci è passata, ci passa e sta combattendo… Sicuramente l’anoressia è una malattia multifattoriale, la cui comparsa risulta essere correlata a molteplici fattori, diversi da persona a persona… ed è proprio per questo che è così difficile venirne fuori… ci vuole il sostegno di persone competenti e specializzate… e il supporto delle persone che ci stanno vicine nella vita di tutti i giorni. È normale per chi non ha vissuto il problema in prima persona o non ha mai conosciuto qualcuno con un DCA, non poter comprendere le dinamiche sottostanti… questo non per “menefreghismo”, credo io, ma semplicemente perché è impossibile capire davvero qualcosa che non si è provato sula propria pelle, e allora, pur di non correre il rischio di commettere errori in buona fede, si preferisce stare alla larga… Grazie a te per le tue parole, ripassa pure quando vuoi e scrivi tutto ciò che ti va, sarai sempre la benvenuta!...

@ Carolìn – Ti ringrazio… In realtà ho cercato di semplificare per rendere le cose comprensibili anche a un lettore-non-medico, quindi probabilmente eventuali medici e studenti di medicina che leggeranno questo post ed altri in cui cerco di presentare gli aspetti tecnico-scientifici della malattia arricceranno un po’ il naso… In ogni caso, pur semplificando, cerco di spiegare le cose principali… e sono felice che tu possa trovarle utili… Ti abbraccio forte anch’io…

Veggie ha detto...

@ Anonimo – Ciao!... Se ti va di scrivere qualcosa di te – rimanendo anonima, se preferisci – sentiti pure libera di farlo… Se anche tu stai combattendo contro l’anoressia come mi sembra di capire dal tuo commento, sei la benvenuta. Nessuno è qui per attaccare nessuno, anzi, se siamo qui è per supportarci e sostenerci a vicenda in questo difficile percorso di lotta contro l’anoressia… Se ce la stai mettendo tutta, vedrai che prima o poi ce la farai… non sarà veloce, non sarà facile, non sarà divertente… ma hai tutte le capacità e la possibilità di farcela… Ti abbraccio forte forte…

@ Lucy May – Dipende da dov’eri alcuni giorni fa… ^__^ Anche a me farebbe molto piacere conoscerti non sono via web ma anche nella vita reale – come è accaduto con diverse altre ragazze che ho conosciuto prima sul blog e poi personalmente – quindi, magari, la prossima volta che torni ad Arezzo fammelo sapere (via mail) con qualche giorno d’anticipo, così magari possiamo vederci, che ne dici?!... In ogni caso… lo so che ci sono momenti difficili in cui si avrebbe solo voglia di arrendersi, di gettare la spugna… eppure, se ci pensi bene quei momenti in cui vorresti solo mollare sono proprio i momenti in cui è più importante che tu tenga duro… perché la notte non è mai eterna… e per arrivare all’alba la notte è l’unica via. Bisogna perciò mettercela tutta e tirare fuori tutto il coraggio che portiamo dentro… quello vero. Perché morire è il coraggio di un attimo… ma vivere è il coraggio di sempre. Ti abbraccio forte…

@ Sonia – Hai ragione, sono stupidate… Ma siamo sicure che ci credano davvero?... O fanno solo finta di crederci?... In fin dei conti, penso non occorra essere dei geni od aver studiato Medicina, per capire che la maggior parte delle cose che ci sono scritte sono cavolate, giusto?!... E quindi, o quelle ragazze sono tutte cerebrolese – ma non credo… - o fanno finta, recitano un ruolo che prevede di far finta di dar credito a simili cose giusto per sentirsi parte di un gruppo virtuale… on hanno idea di cosa significhi avere un DCA, forse hanno altri problemi personali, questo non lo so, però sicuramente quel che fanno li ritengo deleterio… speriamo prima o poi si sveglino…

Anonimo ha detto...

Salve a tutti/e, è la prima volta che scrivo qui anche se leggo questo blog gia da molti mesi. Non mi dilungherò qui sulla storia della mia vita insieme a quella che si fa chiamare MIA e alla sua degna sorella ANA che ogni tanto, sporadicamente, mi fa visita. Quello che vorrei lasciare qui è un enorme e sentito GRAZIE a Veggie per la sua forza e per aver aperto questo blog, che mi sta facendo esaminare lentamente e spassionatamente le cause per le quali si cade in queste trappole mentali, e tutta quella serie di meccanismiche si innescano in una persona che, come me, vive dalla bellezza (?) di 17 anni in compagnia di queste due dannate megere che si spacciano per amiche.E' ancora troppo presto per parlare di un reale miglioramento, ma se non altro sto lentamente iniziando a capire. E per me è gia tantissimo. Grazie!
-Rainbow Eyes-

Veggie ha detto...

@ Rainbow Eyes – Grazie mille per quello che mi hai scritto, e per aver lasciato qui una tua traccia… Le tue parole hanno una grande forza, e se la tua forza interiore fosse anche solo un decimo di quella delle tue parole, sono certa che ti porterà molto lontano… Pensi che iniziare a capire non sia un reale miglioramento? Io credo proprio di sì, invece… Tutti i viaggi, anche i più lunghi, cominciano con un primo passo… al quale poi seguiranno tanti altri, fino a meta… Da quello che scrivi, hai già la consapevolezza di quanto anoressia e bulimia siano malattie dalle quali non bisogna lasciarsi cullare, ma contro le quali bisogna combattere… ed avere questa consapevolezza è di fondamentale importanza per riuscire a cambiare qualcosa. Perché non importa da quanti anni se ne è dentro: importa quanto forte è la nostra volontà di uscirne… questa è l’unica cosa che conta. Ti sei firmata con un nick bellissimo: occhi arcobaleno… un arcobaleno ha tanta luce e soprattutto tanti colori. Utilizzali d’ora in poi per dipingere ogni pagina della tua vita, con mille sfumature stupende, e quando colori… sorridi.
Grazie ancora per il tuo commento, ripassa pure quando vuoi e scrivi tutto ciò che ti va, sarai sempre la benvenuta…!

porcoiddio ha detto...

ciao ho letto per caso il tuo blog e sono contenta che ci sia chi dica la verità quando molte ragazze mentono e incitano povere adolescenti a dimagrire in modo assurdo.dopo quasi 8 anni-e non ne ho neanche 20-sto uscendo dai miei problemi riguardanti l'alimentazione e mi rincuora leggere quste cose.

porcoiddio ha detto...

ciao ho letto per caso il tuo blog e sono contenta che ci sia chi dica la verità quando molte ragazze mentono e incitano povere adolescenti a dimagrire in modo assurdo.dopo quasi 8 anni-e non ne ho neanche 20-sto uscendo dai miei problemi riguardanti l'alimentazione e mi rincuora leggere quste cose.

Veggie ha detto...

@ porcoiddio – Spero che la tua battaglia contro il DCA possa andare bene e sempre meglio… Purtroppo io credo che molte cose che vengono scritte nei blog pro-ana riguardo l’aspetto prettamente alimentare, siano per lo più basate sull’ignoranza… Non ignoranza in senso dispregiativo, semplicemente nel senso che ignorano alcune cose su cibo/alimentazione/peso/metabolismo… e quindi fanno un copia & incolla di cose che trovano in giro e che sembrano scritte in maniera professional, senza approfondire la reale veridicità di certe affermazioni… che, come molte cose che si trovano su Internet, sono purtroppo sbagliate…

Ripetitrice di sorrisi.♥ ha detto...

Grazie per le informazioni! In giro si possono trovaretanti blog pro ana e mia che dicono tutti le stesse cose!Grazie mille.

Anonimo ha detto...

Io ho iniziato a vomitare in seconda media.. avevo letto un libro che parlava di questo (in modo negativo,ovvio),ma da lì ho preso spunto.. l'ho fatto per qualche mese poi ho smesso poi ricominciavo.. Le mie amiche erano tutte magre,andavamo in un negozio e qualsiasi cosa le stavano bene invece io dovevo scegliere maglie abbastanza grandi da coprirmi il grasso,pantaloni non troppo stretti.. tutto è peggiorato al primo anno di liceo era cambiato tutto,i miei amici di prima non c'erano più mi sentivo sola,il rapporto con i miei genitori peggiorava.. la colpa è di e stessa mi dicevo,non ero abbastanza carina,così riniziai.. dicevo che l'avrei fatto solo fino a quando non sarei arrivata a 48kg.. un giorno in gita ci stavano illustrando un libro che parlava di una ragazza con questi stessi problemi e che aveva il mio stesso nome sono scoppiata in lacrime,era come se mi avessero scoperta,è stata la prima volta che ho pianto davanti a tutti e ho pianto anche a casa,mamma mi chiese spiegazioni e le raccontai tutto,maledico quel giorno.. la mia migliore amica sapeva quanto ci stavo male e mi voleva portare dalla psicologa,ma io non volevo così mi disse di accompagnarla in bagno e mi portò dalla psicologa della scuola da lì ho iniziato ad andare dalla psicologa.. oggi il problema c'è ancora non ho smesso dopo quasi 4 anni da quando ho iniziato,non riesco a smettere.. non so se ci riuscirò. Adesso che si ritorna a scuola ho paura.. Non auguro a nessuno di iniziare è uno schifo,ti distrugge.. mia mamma dice che sono un'egoista perchè dice che penso solo ai miei problemi,so bene che ci sono persone che non hanno da mangiare e io invece lo vomito.. Nessuno mi capisce fino in fondo ti dicono stai bene così,non rovinarti.. tutte cazzate!

Sara Baldisseri ha detto...

Brava, ottimo post! L'ho apprezzato specialmente per i riferimenti scientifici che hai riportato, che lasciano difficile confutazione. :)

Veggie ha detto...

@ Ripetitrice di sorrisi – Figurati… grazie a te per le tue parole!...

@ Anonima – Lascia stare quello che dice tua mamma, quello che conta, quello che è importante, adesso, è quello che dici (e pensi) tu. Certo, se vuoi trovare qualcuno che sta peggio di te, lo troverai sempre… ciò però non cambia il fatto che anche tu, in questo momento, stai male. E, come tutte le persone che stanno vivendo una sofferenza, hai tutto il diritto di essere supportata ed aiutata. Dalla psicologa della scuola, appunto, per esempio… o da un qualsiasi altro psicoterapeuta, se senti che la persona che ti segue adesso non ti garantisce il sostegno necessario. Magari fatti seguire da una dietista o da una nutrizionista pure, così anche da un punto di vista alimentare avrai affiancata una persona competente che ti possa dare delle dritte relativamente a come comportati sul versante alimentare. Tutti i tuoi timori, le tue paure, le tue difficoltà… io credo che parlarne e affidarti ad una persona professionalmente competente non potrebbe che farti bene. Se adesso senti che stai male, è un motivo in più per provare a spezzare il circolo vizioso, per cercare di sbloccare quest’impasse… E, fondamentale, non avere dubbi su te stessa: ci riuscirai sicuramente. Se davvero vuoi smettere, non c’è niente che possa impedirtelo, perché non è certo una malattia ad essere più forte di te. Ti abbraccio forte e ti faccio un enorme in bocca al lupo…

@ Sara Baldisseri – Ti ringrazio… Proprio perché ritengo che le dimostrazioni scientifiche siano un qualcosa d’inconfutabile, e che dunque va al di là di quello che può essere il pensiero personale del singolo sulla questione in esame, ho cercato di dare al post quest’impostazione più “medica”… Poi, certo, ognuno è padrone della propria vita e libero di farne ciò che crede… ma, almeno, che lo faccia nella piena consapevolezza di quella che è la realtà oggettiva di determinate cose…

ninni ha detto...

Ciao, anch'io studio Medicina ma prima mi sono laureata in psicologia. Ho sempre voluto fare il medico ma, da quando dieci anni fa mia sorella è caduta nel tunnel della bulimia nervosa, ho fatto di tutto per aiutare prima i miei e poi lei ad aprire gli occhi. Ho rinunciato perché mi sono ammalata io alla fine, sono crollata in sei mesi di depressione dopo la prima laurea.
Ora sono al terzo anno e sto molto meglio. mia sorella, invece, è sempre più magra e malata ma io non ho perso la speranza che prima o poi legga post come il tuo e si decida a curarsi. Ti ringrazio molto.

Veggie ha detto...

@ ninni – Grazie a te per il tuo commento, altrochè!... Dev’essere molto interessante e stimolante avere la possibilità di prendere una seconda laurea… Io, caratterialmente per come sono, non poteri mai fare la psicologa, però riconosco che è un lavoro di estrema utilità, se svolto in maniera competente ed adeguata… e credo che quello che, purtroppo, hai dovuto vivere, abbia fatto di te una persona con ottime doti da un punto di vista di psicologia… anche se non lo so se poi farai il medico o la psicologa!... Comunque, se ti va, dai pure a tua sorella il link di questo post… magari ci dà un’occhiata e ci fa un pensierino… Ti abbraccio forte…

Anonimo ha detto...

purtroppo l'anoressia si combatte altrimenti (psichiatria, etc. e non è neppure detto che si riesca nell'intento di recuperare il soggetto malato), comunque brava per dare alcune piccole informazioni che non tutti sanno (purtroppo)

solo un piccolo appunto: la ripartizione dei macronutrienti in una dieta può essere un 60%carboidrati, 20%proteine, 20%lipidi o, anche, un 50-20-30 (che, personalmente, è quella che preferisco)
c'è, inoltre, da dire che la ripartizione è variabile da soggetto a soggetto, ma diciamo che in linea di massima, le due sopra riportare, possono andare bene ad un qualsiasi soggetto sano che pratica una moderata attività fisica

forse è stato un'errore di battitura o non so, ma una dieta al 30% di proteine è una dieta iperproteica (soprattutto se calcolata per una donna) e in tal caso avremmo quindi una dieta sbilanciata che, al limite può essere protratta per solo un breve periodo con le dovute accortezze, e con un 10% di lipidi si è in condizioni ove non si riesce a sopperire neppure al minimo sindacale che richiede l'organismo pertanto non è nè sano nè equilibrato assumere così pochi lipidi

in bocca al lupo per gli studi =^_^=

ps. il the verde, se assunto ad alte dosi (diciamo un litro al giorno) è un blando acceleratore del metabolismo e come tutti gli acceleratori, non è che accelerano poi chissà in un soggetto sano, figuriamoci in un soggetto che assume calorie al di sotto del proprio metabolismo basale (ovvero in un soggetto che ha mandato da un bel pezzo in tilt il proprio metabolismo)

Anonimo ha detto...

ciao a tutti, sono un ex ragazza pro ana, ma ho abbandonato il sito da un po di tempo, poichè sono la prima ad affermare che alcuni consigli sono essessivi! ma ho comunque problemi di peso e di nutrizione.. le cose che hai scritto sono sensatissime ma nessuno può immaginare cosa noi anoressiche vdiamo e sentiamo dentro di noi. Si parte da un niente, da un semplice non piacersi, e si arriva a piangere dallo schifo che ci facciamo, certe volte cadiamo in tentazione e ogni boccone ogni morso sentiamo quelle calorie che scendono giù per il corpo e si depositano sui fianchi! ci guardiamo allo specchio e vediamo solo ciccia, gli altri ci dicono che siamo magre, non ci crediamo, non è vero... lo speccchio dice tutta la verità. molti dicono che i nostri occhi non vedono la realtà delle cose, e spesso tendiamo a negare ciò che siamo, anche se nell'inconcio lo sappiamo. l'anoressia è una malattia, come giustamente avete detto, ma noi non sappiamo di essere malate... vi chiedo dunque di non essere così brutali. Chi decide di diventare così, e credetemi è una scelta volontaria, perchè io sono andata a cercare pro ana, volendo dimagrire in maniera sbagliata... la disperazione è troppo grande, ci facciamo schifo, ci viene il solo urto del vomito a guardarci allo specchio, e scendano lacrime ogni volta che lo facciamo... l'anoressia è una malattia, ma non sottovalutate i problemi che hanno le persone che ci entrano...

Veggie ha detto...

@ Anonimo – Ho scritto più e più volte su questo blog che la psicoterapia e l’aiuto di un dietista/nutrizionista sono armi fondamentali per combattere contro l’anoressia, e che questo blog serve solo come forma di auto-aiuto… e questo post nella fattispecie aveva il solo scopo di smentire alcune delle cose che le ragazze che si definiscono pro-ana scrivono sui loro blog come se fossero verità assolute ma, evidentemente, senza cognizione di causa…
In quanto agli appunti inerenti l’aspetto prettamente alimentare ho anche qui detto più volte – e lo ribadisco, se non fossi stata sufficientemente chiara – che NON sono una dietista, quindi ho informazioni di matrice medica (esame di Fisiologia, per intendersi, e difatti è proprio dal libro di fisiologia su cui ho studiato che ho copiato i dati relativi alle % dei nutrienti che ho riportato sul post) e non di matrice dietistica e quindi specialistica… per quello lascio a chi se ne intende, non è cosa che mi compete, è ovvio che per avere una dieta corretta perché tarata sulla singola persona una deve rivolgersi ad una specialista… Comunque grazie per le precisazioni, tutto quello che serve a migliorare ed approfondire un argomento è sempre benvenuto!, soprattutto quella sul thé verde, hai fatto una considerazione giustissima e per niente scontata, grazie per averlo precisato!... Un abbraccio forte…

@ Anonima ex pro-ana – Ciao cara, credo che tu abbia fatto un po’ di confusione… Qui sappiamo benissimo cos’è l’anoressia, visto che tanto io quanto la stragrande maggioranza delle ragazze che hanno lasciato i loro commenti qua sopra hanno vissuto e vivono tuttora l’esperienza dell’anoressia (e/o della bulimia)… ed è proprio per questo che sappiamo che essere pro-ana è ben altro che avere l’anoressia… quella che tu definisci “brutalità” dei commenti, è semplicemente il realismo che deriva dall’aver vissuto e dal vivere con una malattia estremamente devastante, e il vedere che in giro sul Web ci sono persone che si dicono pro-ana/mia e fanno sembrare quasi invitante l’ingresso in una malattia che loro in realtà non conoscono e che ti distrugge la vita in maniera inimmaginabile… se la conoscessero, mai si permetterebbero di scrivere certe cose... e verdele scritte fa rabbia, inutile negarlo. Sicuramente sia le persone con anoressia che le persone pro-ana hanno problemi psicologici – sebbene ritenga si tratti di differenti tipi di problemi – ma una delle tante differenze sta nel fatto che una persona con problemi di anoressia non si sognerebbe mai di andare a diffondere sul Web consigli fallaci ed assolutamente infondati sull’alimentazione, cercando di tirare altra gente nel vortice della propria malattia… Certamente la scelta è ben volontaria… ma non la scelta della malattia, la scelta del sintomo. Ed è qui che sta un’altra differenza. Per il resto del problemi che tu giustamente menzioni, ci sono dietiste e psicologhe che lavorano proprio su queste cose… non false voci da diffondere sul Web che fanno sicuramente più male che bene…

FlorY ha detto...

sono una futura neuropsicologa... non ho parole per quanto ho letto su quei blog... se potessi aiuterei tutte quelle ragazze... non le giudico nè critico, vorrei solamente che non si facessero del male così.

FlorY ha detto...

lascio anche la mia mail, nel caso qualcuna che legge voglia contattarmi: florinda_iacono@yahoo.com

♀Ænigma♀ ha detto...

Ciao, sono capitata nel tuo blog e ho subito notato questo post che devo dire è molto molto interessante. Ho di recente aperto un secondo blog nel quale voglio raccogliere tutti i consigli sul dimagrire in salute anche svelando falsi miti con relative spiegazioni... ed ecco, trovo questo post veramente utile. Mi dai il permesso di copiarlo e pubblicarlo sul mio citandoti ? Alla fine del post inserirò un link al tuo blog in modo da indicarne l'autore. Se per te va bene fammi sapere :)
Ps: è un blog veramente interessante, complimenti!

anna ha detto...

ciao! ho letto il post e con alcuni punti sono d accordo e con altri no...comunque sono d accordissimo con l ultimo...

Veggie ha detto...

@ FlorY – Spero che qualcuna ti abbia contattato, e che tu possa darle una mano… E mi riferisco, naturalmente, a chiunque abbia un DCA e che ti possa aver scritto…

@ AEnigma – Certo che puoi citare questo post nel tuo blog, nessun problema… Vorrei solo che aggiungessi, come nota a margine, che io sono una studentessa di Medicina, non di Dietistica, e quindi le mie competenze in materia sono certamente più limitate rispetto a quelle che possono esserlo quelle di una specialista… e, perciò, il mio post non ha lo scopo di illustare le cose da un punto di vista alimentare nei dettagli, ma solo di dare delle direttive nello spiegare come stanno le cose…

@ anna – Se ti va di dirmi quali sono i punti con cui non sei d’accordo, mi farebbe piacere poterne discutere insieme…

anna ha detto...

come promesso un commento dettagliato:
1)sono d accordo con l ultima parte del tuo commento, però è vero che ci sono dei cibi ingrassanti, che non servono al nostro corpo se non a farci ingrassare; ad esempio cioccolata, caramelle e cose di questo genere (me ne vengono in mente alcuni ma non voglio scrivere marche).
2)accellerare il metabolismo no, ma far sentire pieni, o far andare spesso in bagno si...
3)il corpo, in realtà, inizia a mangiare se stesso solo a livelli aanzati, ma all inizio soprattutto è giusto mangiare il meno possibile per perdere peso, sottolineo che il meno possibile non vuol dire digiunare, perche quello ucciderebbe il metabolismo.
4)apparte che dipende bere cosa....tipo non bere cose gassate o cose alcoliche aiuta molto a dimagrire, per quanto riguarda l acqua se si beve troppo o troppo in fretta ci si sente gonfi e quindi"pesanti"e si puo scambiare per "ingrassamento"...
5)bè dipende dalle conseguenze.
6)non aiutano a dimagrire, non in modo giusto, ma è vero che perdendo liquidi ecc si tiene, più o meno, sottocontrollo il peso(più o meno).
7)quando, anni fà, vomitavo anche 8volte al giorno, mi è capitato di vomitare sangue, non sono mai finita all ospedale o sono morta per questo, anzi un medico mi disse che poteva dipendere da molte cose...
8)questo punto sono d accordo con te.
9) anche su questo punto sono d accordo con te, per esperienza diretta....
10)si, purtroppo, d accordissimo....
un abbraccione!

Veggie ha detto...

@ anna - Ti ho risposto nel post che ho pubblicato oggi!!: http://anoressiabulimiaafterdark.blogspot.it/2013/02/10-cose-che-le-pro-anamia-non-vi-dicono.html

Anonimo ha detto...

Quello che hai scritto e soprattuto lo scopo per il quale l'hai fatto sono molto ammirevoli! Complimenti!
Tuttavia avrei una precisazione da fare.
Una dieta giornaliera equilibrata, per un soggetto sano, deve essere così ripartita: 55-60% di carboidrati, 15%-20% di proteine, massimo 30% di grassi.
Per il resto, spero tanto che leggere ciò che hai scritto possa risultare d'aiuto a molte persone!!

Anonimo ha detto...

ma tutta sta gente che rompe il cazzo da dove arriva? nel senso come ci siete arrivati qui su questo blog??? tutti quelli che scrivono no non fatelo non dovete morire.. come se ve ne fregasse qualcosa.. questo significa solo una cosa: c'è gente che si sveglia alla mattina scrive in google pro ana o roba simile e si lamenta.. assuro O.O avete una vita inutile!!! guardatevi allo specchio... forse non avete problemi di peso.. ma se rompete il cazzo un motivo ci sarà u.u

Francesca Paura ha detto...

Brava! E' bellissimo! E molto molto completo ed esaustivo!

Queen95 ha detto...

Cose verissime...ma nel momento che il desiderio di una persona è soltanto quello di dimagrire non se ne frega di vedere le cose razionalmente e magari dimagrire con una dieta sana.. Lo dico per esperienza.. Si inizia con il restringere il cibo, poi il digiuno...e poi nn diventa piu questione di perdere peso...ma voglia di avere il controllo, l onnipotenza... Sono d accordissimo con ciò che hai postato, ma non è facile purtroppo...

Anonimo ha detto...

grazie per tutte le bellissime frasi incoraggianti e per aver fatto crollare tanti di quei luoghi comuni che molte prendono come sacrosanti; penso che tu sia stata d'aiuto e d'ispirazione a molte di quelle ragazze che cercano giorno per giorno di uscire da quell'inferno che è l'anoressia e la bulimia, perchè guardiamoci in faccia, non sono altro che due facce della stessa medaglia!! quindi grazie di cuore.

Anonimo ha detto...

che palle.
Non si è più liberi di ammazzarsi come cazzo si vuole, c'è sempre qualcuno che deve puntarti il dito contro. Che sa tutto, che ci è passato, che pontifica su quello che è giusto e quello che è sbagliato.
Poi magari questa gente fuma, oppure questa gente prende farmaci, o beve, o è depressa... o mangia merda, cibi preconfezionati, beve ettolitri di caffè, tutte cose che li porteranno alla tomba.
Che è una cosa che fa male lo sanno tutti. Ci sono tante cose che fanno male.
Se serve il colpevole per l'anoressia è la società che dice che la cellulite è una malattia e che vuole la gente magra per essere di successo. Non diciamo cazzate è vero. Il problema è questo, nessuno di voi che insulta queste ragazzine ha la minima speranza di fare breccia con le ingiurie.
I bulimici invece vomitano. Saranno problemi loro. C'è chi si droga, c'è chi vomita... insultate anche i tossicodipendenti? No poverini quelli hanno problemi...

Quello che i contro ana e contro mia non vi dicono è che è meglio vomitare piuttosto che fare un'intervento di bypass gastrico e rischiare di morire -comunque- e con molta più probabilità di crepare, cantano i numeri.

Le pontificazioni non valgono per tutti i casi.
Insultatemi come vi pare, tanto non ripasserò di qui per leggere quanto sbaglio e quanto voi invece siete dritti e intelligenti.
Avrei dovuto cominciare a vomitare prima. Anni fa, grazie a Mia sono passata da un bmi di 44 a uno di 28.

La vera forza di ognuno è pensare con la propria testa. Scegliere che cosa è meglio fare per stare bene con se stessi e per vivere come si decide di vivere. Poco o tanto sono problemi di chi vive. Non c'è un modo giusto di vivere e uno sbagliato solo perchè lo decide una maggioranza.
Si diceva che si nasce soli e si muore soli. Quello che c'è in mezzo è una partita che si gioca con noi stessi.
Ognuno sa che cosa è meglio per se stessi.

Veggie ha detto...

@ Anonima (1 Marzo 2013, ore 10.42) – Ti ringrazio per le tue parole, ed in quanto alle precisazioni inerenti la ripartizione dei nutrienti, t’invito a leggere la prima risposta che ho dato ad un’altra lettrice anonima nel commento pubblicato il 28 Settembre 2012… Un abbraccio…

@ Anonima (4 Marzo 2013, ore 13.45) - ^_____^

@ Francesca Paura – Grazie…

@ Queen95 – Se fosse facile, l’anoressia sarebbe una malattia debellata da un bel pezzo… Certo che non lo è, ma questo non dà il diritto a determinate persone di pubblicare delle falsità in merito all’alimentazione, spacciandole come se fossero chissà quali verità. Io mi limito, con questo post, a mettere in chiaro le cose per come stanno veramente: se poi una persona decide di far finta di ignorare la verità, a quel punto è un suo problema… ma penso che nessuna debba essere presa per il culo e illusa da falsi consigli alimentari… se una fa una scelta, è bene che sia pienamente consapevole di quella che è la verità.

@ Anonima (4 Aprile 2013, ore 20.12) – Grazie a te!... Sì, è vero, i 2 DCA sono le 2 facce della stessa medaglia… e qui possiamo cercare di combatterli insieme… a partire dallo sfatare certi miti…

@ Anonima (21 Aprile 2013, ore 01.47) – Per qualche motivo insultarti, visto che il tuo commento di per sé è un perfetto insulto alla tua intelligenza? – ammesso e non concesso che tu ce l’abbia, perché da quel che hai scritto pare proprio di no. Figurati se perdo il mio prezioso tempo a risponderti: una persona che scrive un ammasso di tali idiozie così fortemente concentrate in singolo commento, è ovvio che non voglia repliche, visto che poi non sarebbe in grado di reclutare abbastanza neuroni per ribattere ad una qualsiasi risposta senziente. Fine della fiera. Hai scritto tante e tali cretinate che non vali neanche le poche calorie che ho speso per scrivere queste poche righe.
P.S.= Se potessi gentilmente riportare il recapito del pusher che ti ha fornito la roba che hai preso subito prima di lasciare il tuo commento, tutte le mie lettrici tossicodipendenti te ne sarebbero infinitamente grate. In cambio, potrei fornirti il recapito della neurodeliri dell’ospedale in cui faccio tirocinio.

Anonimo ha detto...

Sono senza parole

Stella Cadente ha detto...

Bhe non sai cosa può spingere una persona ad arrivare a tanto, quindi non dovresti parlare...

Veggie ha detto...

@ Stella Cadente – Dopo circa 14 anni di anoressia (nonché una laurea in Medicina che mi fornisce la competenza necessaria per scrivere – sebbene in forma semplificata – le informazioni che ho riportato in questo post), sì, credo proprio di poter parlare – pur soggettivamente – con moooooolta cognizione di causa, mia cara. Mi chiedo invece cosa spinga te, che peraltro non hai neanche un disturbo alimentare, a poter parlare con tanta sicurezza.

Anonimo ha detto...

I siti pro ana/mia e chiunque li sostiene non ha la minima idea di cosa voglia dire soffrire di questi disturbi; personalmente li ritengo offensivi ed irrispettosi per le persone che soffrono di disturbi alimentari e combattono ogni giorno per uscirne e ricominciare a vivere. Parlo perché sono bulimica e sto cercando di uscirne, ragazze/i state lontani da questa m.....a, non fará altro che rovinarvi la vita e porterà solo sofferenza e depressione.....

Veggie ha detto...

@ Anonima (18 Novembre 2013, ore 00.04) – Quoto in pieno quello che hai scritto… anche se il mio problema è l’anoressia e non la bulimia… Ma a parte questo sono completamente d’accordo con te. Grazie per essere passata.

Costanza Mignanelli ha detto...

Ciao Scusa posso avere un tuo contatto? Mi saresti davvero di aiuto.

Veggie ha detto...

@ Costanza Mignanelli - Ciao Costanza, puoi scrivermi tramite e-mail all' indirizzo: veggie.any@gmail.com

Sah Bernhardt ha detto...

HO letto adesso questo post, facevo ricerche su questi siti "Pro-ana" di cui ho sentito parlare pochissimo tempo fa. Il post è vecchio, chissà se leggerai il mio commento ma in ogni caso tutto ciò che hai scritto è scientificamente vero, non sono le b****e che scrivono in quei blog! Diffondilo, spammalo ovunque, facebook, twitter! Io lo farò. Non soffro di questi disturbi ma mi sembra così assurdo che ci siano così tante ragazzine che "scelgono questo stile di vita"! Come fai a scegliere una malattia? Non voglio offendere, mi dispiace se sono stata irrispettosa, volevo solo dirti che questo post non dovrebbe essere "confinato" in un blog. La rete è grande e dovrebbe leggerlo il maggior numero possibile di ragazze/i!!!!!! Pensaci perchè potresti aprire gli occhi a più gente di quanta tu non abbia già aiutato.

Veggie ha detto...

@ Sah Bernhardt – Ti ringrazio tantissimo per il tuo commento e per le tue parole… Io non ho FaceBook, solo Twitter, che certo non è tutta ‘sta cosa come canale diffusivo… In ogni caso, sei liberissima di prendere questo post e di riportarlo dove vuoi, altro ci mancherebbe!... Non sei stata assolutamente irrispettosa, hai semplicemente espresso la tua opinione, ed hai tutto il diritto di farlo. Io ho studiato Medicina, quindi quello che ho scritto in questo post deriva dalle competenze che ho perché ho fatto un certo percorso di studi… che non è certo una competenza pari a quella di una dietista/nutrizionista, ovvio che no, ma che comunque è sicuramente maggiore di quello che scrivono le pro-ana, che hanno competenza pari a meno di meno zero. Se poi quello che scrivo può servire a qualcuno… bè, lo spero!!... Grazie ancora per il tuo commento!...

Anonimo ha detto...

Ciao Veggie.io soni stata bulimica 15anni.sono guarita x miofiglio ma soprattutto perché sono arrivati il resto dei danni fisici causati dalla malattia.sto lottando x sopravvivere.il mio cuore è malato, ho un rene ptosico che da dolori acuti, sono senza denti, ho uno stomaco a pezzi che può digerire pochissimo e non riesco a respirare ne' a rimanere in posizione eretta perché non ho più muscoli toracichi e i nervi annessi sono tutti malati.questa è la bulimia.vorrei sbattere in faccia a quelle oche che ora lo fanno x moda di ammalarsi.sto morendo.questo è il risultato della voglia di essere bellle e magre.se volete scrivermi sono qua.ho tanta paura. N

Veggie ha detto...

@ N – Ti ringrazio per la tua triste ma assolutamente realistica e veritiera testimonianza. Non so se stai ancora seguendo un percorso di terapia e di riabilitazione alimentare, ma ti auguro di tutto cuore di riuscire a fare al più presto anche qualcosa per cercare quantomeno di arginare i danni fisici… E ricordati che se hai bisogno, nel suo piccolo, questo blog c’è sempre… Puoi scrivere tutto quello che ti va… Ti abbraccio…

Anonimo ha detto...

Grazie a te.Sono guarita dalla bulimia più di 10anni fa quando chiesi aiuto proprio per i danni fisici da lei comportati.Sono susseguiti alti e bassi nella forma fisica finché hanno cominciato a presentare il conto tantissime altre patologie dovute al disturbo alimentare passato.voglio solo dire a tutte di fermarsi e se vogliono sapere direttamente a chi li sta subendo gli effetti della bulimia nervosa(leggere i termini su un enciclopedia o su un sito medico rende sempre tutto più distante)mi può domandare tranquillamente. Voglio aiutare a non far passare più a nessuno ciò che mi sono inflitta io.grazie Veggie.N

Anonimo ha detto...

Ciao a tutti! Ho bisogno di un consiglio, per farla breve un mio amico per dimagrire vuole saltare i pasti perché dice di essere obeso (cosa che non è) lui dice che dovrebbe perdere 20 chili ma ha non ha neanche 14 anni (e non ha bisogno di perdere tutti quei chili) io e delle mie amiche abbiamo provato a fargli capire che sta benissimo così com'è ma non ci da retta. Non so come fare voglio evitare che finisca nel tunnel dell'anoressia qualcuno mi può dare qualche consiglio? ~ale~ se avete dei consigli utili contattatemi all'indirizzo e-mail ale81099xd@tiscali.it

Ecaterina Vlad ha detto...

Ciao Vaggie,spero che non ti dia fastidio se ti do del tu). Volevo solo capire da quali siti hai trovato quella spazzatura oltre alla tua posizione.
Io non sono una pro-ana ma sono stata per un paio di anni bulimica a causa delle prese in giro di mio padre, in quei anni ho conosciuto un numero considerevole di ragazze ossessionate dal numero della bilancia, molte comuni che vanno a correre altre che si sentono male se solo mangiano un grammo di pasta o di verdure. Ogni essere con le sue ossessioni. Io per uscire dalla bulimia mi sono trovata un'altra ossessione, ovvero al posto di concentrarmi sul peso ho provato a concentrarmi su altro, calcio moto imparare il russo e adesso bado a dei bimbi a tempo pieno.
A me piaceva la vita che facevo, mi piaceva prendermi cura di me distruggendomi.
Non posso dirmi che adesso mi piaccio, anche se ho un IMC di 20 ci sono periodi in cui mi sento una palla, ma è normale perché dalla bulimia o dalla anoressia non si guarisce mai, si puo solo quietare reprimere al massimo.

Veggie ha detto...

@ ale – Ciao ale, l’unico consiglio sensato e funzionale in una situazione del genere, è portare il caso del tuo amico all’attenzione di un dietista e di uno psicologo, affinché possa essere seguito professionalmente: solo degli esperti infatti possono trovare il modo migliore per aiutarlo, sotto ogni punto di vista…

@ EcateIrina Vlad - Dammi pure del tu, figurati, altro ci mancherebbe!... Niente formalismi, per carità!... I 10 punti che ho citato in questo post li puoi trovare su moltissimi blog pro ana... e non solo questi 10, purtroppo, ma anche molti altri... alcuni anni fa girava tra i blog pro ana una lista di (se non erro) 50 punti in cui venivano fatte osservazioni tipo quelle che ho considerato in questo blog, che vennero portati alla mia attenzione da una lettrice di questo blog, e dopo averli letti mi venne per l'appunto l'idea di scrivere questo post. Effettivamente sì, hai ragione: le cose che dicono le pro ana sono solo spazzatura, in definitiva. Tu lo sai, perchè hai vissuto l'esperienza della bulimia... ma magari c'è chi non lo sa (vuoi per giovinezza, vuoi per inesperienza) e pernde questi punti per oro colato: a maggior ragione ho ritenuto necessaria una smentita. Ad ogni modo, mi fa piacere leggere che sei riuscita ad allontanarti dalla bulimia... tu dici che il calcio, la moto, il babysitting, etc sono delle "ossessioni" che hanno preso il posto della bulimia... In realtà io credo che questi siano i tuoi veri interessi, che hanno poco a poco, grazie alla tua volontà, preso il posto di una malattia che ti stava devastando... Poi, certo, se hai letto altri miei post oltre a questo l'avrai visto: anch'io sono dell'idea che da un DCA non si esca mai al 100%... però si può riacquistare un'ottima qualità della vita in un duratura remissione... che, mi sembra di capire, è quello che stai facendo, e quello che dovremmo cercare di fare tutte. Grazie per essere passata di qui ed aver lasciato il tuo commento!... Un abbraccio...

Anonimo ha detto...

Non riesco a guarire ci sono dentro da un anno e vado dallo psicologo da tre settimane ma non ci esco mi dai qualche consiglio

Veggie ha detto...

@ Anonima (13 Luglio 2015, ore 14.17) - Se quello che hai fatto fino ad adesso vedi che non funziona, perchè non provi a cambiare?... Prova a rivolgerti ad un altro psicologo, o ad uno psichiatra, e, allo stesso tempo, rivolgiti anche (se non lo fai già) ad un dietista/dietologo/nutrizionista, che ti possa seguire sotto il punto di vista alimentare, così da avere un supporto sia nutizionale che psicoterapeutico... perchè credo che essere seguita sotto entrambi i punti di vista sia d'importanza fondamentale in un percorso di ricovero. Se già fai entrambe le cose (sia psicologo che nutrizionista) ma vedi che non è funzionale, allora cambia professionisti che ti seguono... e tieni duro, perchè stare meglio si può. Provato e confermato.
Ti abbraccio forte...

Anonimo ha detto...

Per caso sono entrata nel tuo blog, ed ho letto anche i commenti di questo tuo post, è carino che qualcuno decida di prendersi "cura" di queste ragazze alla deriva anche con semplici parole, mi auguro che tu sia già diventata un bravo medico, di quelli passionali.
Vorrei solo fare una piccola precisione sul punto 7, non è proprio una bugia, chi ha suggerito ciò di certo non ha mentito; mi è capitato di ingerire più di un litro e mezzo di succo di arancia rossa e devo ammettere che è stato molto difficile accorgermi del sangue, per chi lo fa spesse volte al giorno e ricorre alle dita è inevitabile non graffiarsi con le unghie o anche con della semplice mollica di pane, non sono mai finita in ospedale per aver eliminato del sangue, però ogni qual volta vedevo sangue evitavo di ripeterlo più volte al giorno finché non "cicatrizzavano" le ferite. Per cui i cibi rossi li ho evitati proprio perché non mi permettevano di capire in che stato si trovava il mio apparato.
Ma chi c'è dentro credo che sappia già determinate cose, senza ricorrere a regole o smentite.
Non ci meravigliamo se la maggior parte degli adolescenti si spinge sino a tanto, grazie alla società di oggi che vive costantemente nella superficialità, dove l'apparenza vale più della sostanza, esistono questi pro-ana/mia.
Tu scrivi che non esistono miracoli, e chi si fa prosciugare da queste bestie feroci, debba trovare la forza in se stesso e alzarsi in piedi.
Ma forse dimentichi che il solo restare in vita il giorno dopo aver passato ore ed ore abbracciata al water ed aver eliminato anche l'anima in corpo, l'aprire gli occhi e respirare, sentire il cuore che batte regolarmente, nonostante lo stomaco a pezzi e l'acido gastrico che per tutta la notte ha continuato a bruciarti anche gli occhi, è già un Miracolo!!
Bisogna avere il coraggio di chiedere aiuto, anche a dei perfetti estranei, solo così vi accorgerete che non solo esistono i miracoli, ma anche che ne uscirete vincenti perché ci sono tanti angeli pronti ad aiutarvi, è impossibile alzarsi in piedi da soli quando si è vicino alla morte,
chiedete aiuto, tanto non c'è nulla da perdere!!

Vortex ha detto...

Ciao, se ti andasse di raccontare la tua storia da noi, ci farebbe molto piacere, siamo un gruppo che cerca di aiutare le persone con i DCA ad uscirne: http://anaemia.forumfree.it/

 
Clicky Web Analytics Licenza Creative Commons
Anoressia: after dark by Veggie is licensed under a Creative Commons Attribution-NoDerivs 3.0 Unported License.