Come gli alchimisti trasformavano il ferro in oro… voi potete trasformare l’oscurità in luce. Siete tutte benvenute.

sabato 19 settembre 2009

Lies that anorexia tells - 1

Quante di tutte le promesse che aveva fatto l’anoressia nel momento in cui avevamo compiuto questa scelta, si sono poi, sul lungo termine, effettivamente avverate?
Nessuna.

Eppure, nonostante questa consapevolezza, molto spesso è difficile staccarsi dall’anoressia perché è più facile vivere nella menzogna.

Perciò, con questo disegno che ho fatto, ho provato a mettere nero su bianco alcune delle più comuni bugie che l’anoressia ci racconta. Perché concretizzarle è il primo passo per capire e per accettare. E solo capendo ed accettando si può decidere veramente d’iniziare a combattere.


(click sull’immagine per ingrandire)

22 commenti:

sorridente ha detto...

Tante, troppe bugie. Come un nemico travestito da amico. Bisogna avere la forza di non farsi prendere in giro, e far finta di non sentire quella vocina che vuole convincerci di cose che non sono vere.
Ci vuole molta forza per farlo, ma non ci si deve fidare di "amici" che sappiamo essere falsi.
Un abbraccio.
p.s.: come sempre il tuo disegno riesce a dire tutto...

Michiamomari, e ha detto...

brava Veggie, grazie, ottimo riassunto in una sola immagine..! che a me sembra gridare come un megafono. Spero tanto, davvero, che questo tuo post dia l'occasione, a tante che in queste promesse ci credono (ancora), di provare a esporre, qui, le motivazioni per cui fanno una "scelta" di cui si sentono sicure... nonostante le esperienze di tante altre che le inviano a essere critiche.

Anonimo ha detto...

Quello che possiamo ottenere non dipende dal nostro corpo, ma dalla nostra volontà
Un abbraccio.
Pachucha.

Milly Ray Oxygen ha detto...

Bel disegno, complimenti. :-) Ho visto che le parole prese sono ritagli di giornale... ancora più efficace, quindi, a dimostrare che le false promesse dell'anoressia sono in realtà trasportate da messaggeri mediatici. E questo rende la tua creazione ancora più d'impatto. Hai un sito in cui metti tuoi disegni? :-)

Lilù ha detto...

ma che bel disegnooooooo!!! sei bravissima cavoli. e pure intelligente (ho letto che fai medicina..passare il test nn è da tutti ;) )

Milly Ray Oxygen ha detto...

:-) Grazie per le tue parole. TRa poco la cena prevederà kebab. Non è da dieta, ma ho deciso che quando sono in gruppo mangio come il gruppo. E questo non per amalgamarmi quanto per non isolarmi con le mie menate di sempre. Il pomeriggio è andato... normale. Non proprio bene come avevo sperato ma... normale...

silvia ha detto...

Penso che nessuno scelga consapevolmente di diventare anoressica.La manifestazione sintomatica non è che il culmine di un processo,la punta di un iceberg, dietro il quale si cela un malessere esistente a priori.Il sintomo ha un senso,un significato simbolico,per lo più inconscio e non immediatamente accessibile.Bugie, autoinganni,autoconvincimenti, sono riconducibili a questo significato.Il primo passo per "guarire" secondo me è scoprire il significato della propria bugia,poichè ciascuna ha la/le propria/e.Io ho smascherato la mia grande bugia:credere che per essere nel pensiero dell'altro si debba non essere.Ed è attorno questo costrutto che si organizza tutto il sistema di autoinganni.Dobbiamo decostruire questo sistema,anzi,demolirlo!!!E' un processo che richiede tempo,molto tempo...E non solo.Complimenti Veggie per il disegno,sia dal punto di vista grafico che simbolico.Grazie anche per aver risposto alle mie mail.Ciao!

Milly Ray Oxygen ha detto...

a proposito... ru quanti anni hai? :-)

Musidora ha detto...

Mi piacciono i collage, sono molto efficaci le scritte + disegno!
Mi è venuta voglia di ritagliare!^^

E il "POTERE" è la bugia più grossa in effetti...

Ciao!

Jesse ha detto...

Purtroppo come hai detto anche tu non è così facile uscirne, mentire dà una speranza, una specie di ideale progetto dove la conclusione vorremmo che fosse quella giusta ma non lo è mai. Il problema è capirlo!

francesca ha detto...

questo collage è tremendamente evocativo....poi secondo me è anche significativo (sul tipo di società in cui viviamo) che tu sia riuscita a trovare su riviste/giornali intere frasi di stampo 'anoressizzante'...
un bacione
ps. ho letto anche tutti i post indietro :-)

Anonimo ha detto...

eccomi qui... sn deborah e come vi dicevo è un annetto ke sn caduta nelle grinfie di questa falsa amica.. ke ti fa sentire potente...ma ke poi ti distrugge la vita...
è vero all'inizio sembra darti tutto...ma poi con il passare del tempo ti accorgi che non ti ha dato niente e ke piano piano ti toglie il respiro... t toglie la vita...
vorrei portare la mia esperienza..
non hoo ben capito ancora i motivi per i quali ci sono caduta ma ci sto lavorando...
sono stata ricoveratain un centro a nemi(vicino roma) dopo ke non mi reggevo più in piedi e dopo aver passato 15 giorni in ospedale per i vari collassi...
ho rischiato l'infarto poikè avevo indebolito troppo il cuore... i medici hanno detto:alti due giorni e non so qnt e l'avrebbe fatta..
cmq il ricovero è andata bene... avevo ripreso mangiare e dallo stato acuto di malnutrizione le analisi sembravano andar meglio...
a livello psicologico però pensavo sempre alle calorie introdotte m stando in un ambiente protetto era come se riuscissi a farle tacere le mie paranoie...
premetto ke non vivo cn i miei genitori e ke sto in una casa famiglia..
cmq appennauscta sono ricaduta iniziai a fare kilometri e kilometri di camminate nascondevo il cibo in tasca masticavo e sputavo...
cercando consigli perdistruggermi la vita..
dopo però ho ritrovato la forza grazie ai miei genitori di lottaree sono arrivata ad oggi ke il mio peso è rimasto stbile 37.5
da ottobre tornerò pr semprea caa cn i miei perchp hanno capito ke ho bsognodel'amore della mia famiglia..
però ho un forte desiderio...
lottare con voi..condividere la strada di guarigione con voi..
per quanto difficile possa essere..
ma dobbiamo farcela, dobbiamo tornare a sorriere alla vita..
perchè l'anoressia come tutti i dca ti toglie tutto e ti inganna...coraggio ragazzi..prendiamola come una sfida.. spero ke qualcuno risponda...
in bocca al lupo a tutti...

Anonimo ha detto...

eccomi qui... sn deborah e come vi dicevo è un annetto ke sn caduta nelle grinfie di questa falsa amica.. ke ti fa sentire potente...ma ke poi ti distrugge la vita...
è vero all'inizio sembra darti tutto...ma poi con il passare del tempo ti accorgi che non ti ha dato niente e ke piano piano ti toglie il respiro... t toglie la vita...
vorrei portare la mia esperienza..
non hoo ben capito ancora i motivi per i quali ci sono caduta ma ci sto lavorando...
sono stata ricoveratain un centro a nemi(vicino roma) dopo ke non mi reggevo più in piedi e dopo aver passato 15 giorni in ospedale per i vari collassi...
ho rischiato l'infarto poikè avevo indebolito troppo il cuore... i medici hanno detto:alti due giorni e non so qnt e l'avrebbe fatta..
cmq il ricovero è andata bene... avevo ripreso mangiare e dallo stato acuto di malnutrizione le analisi sembravano andar meglio...
a livello psicologico però pensavo sempre alle calorie introdotte m stando in un ambiente protetto era come se riuscissi a farle tacere le mie paranoie...
premetto ke non vivo cn i miei genitori e ke sto in una casa famiglia..
cmq appennauscta sono ricaduta iniziai a fare kilometri e kilometri di camminate nascondevo il cibo in tasca masticavo e sputavo...
cercando consigli perdistruggermi la vita..
dopo però ho ritrovato la forza grazie ai miei genitori di lottaree sono arrivata ad oggi ke il mio peso è rimasto stbile 37.5
da ottobre tornerò pr semprea caa cn i miei perchp hanno capito ke ho bsognodel'amore della mia famiglia..
però ho un forte desiderio...
lottare con voi..condividere la strada di guarigione con voi..
per quanto difficile possa essere..
ma dobbiamo farcela, dobbiamo tornare a sorriere alla vita..
perchè l'anoressia come tutti i dca ti toglie tutto e ti inganna...coraggio ragazzi..prendiamola come una sfida.. spero ke qualcuno risponda...
in bocca al lupo a tutti...

Vele/Ivy ha detto...

Brava! Un disegno efficacissimo, come tutti quelli che proponi. Ho notato che la prola più in evidenza è POTERE: in effetti forse è la bugia più grande dell'anoressia, perchè è LEI che prende il potere sulla sua "vittima", non viceversa.

irene ha detto...

hei,ciao sono tornata,ho avuto problemi col pc,e sono sparita per un pò.
Compliemti come al solito per i tuoi post sono molto d'effetto.hai perfettamente ragione,concordo su tutto.L'anoressia ci aveva promesso tante cose,o noi le avevamo promesse a noi stsse basandoci sull'anoressia e nessuna di queste promesse è stata realizzata.Ma come hai detto tu,on è facile uscirne.
Voglio dirti una cosa,in un post precedente hai scritto :
"E se salverò anche una sola vita, lei riavrà la sua."
Ti dirò una cosa,io credo che tu di vite ne abbia salvate molte di più di una,a partire dalla mia.Semplicemente leggendoti ho capito che vale la pena viversi la propria vita e non dobbiamo per nessun motivo portarcela via da sole,con le nostre mani.
Ho capito che la strada del ricovero e quella di chiedere aiuto è la strada più giusta,e sono esperienze che fanno crescere e piano piano ti portano a sconfiggere l'anoressia.
Io tutt'oggi combatto,ma so che ci siete voi,se pur separate da uno schermo,a farmi forza con le vostre parole.E per questo ringrazio te,e tutte le altre.

un bacione grande,tornerò presto a leggerti :)

irene.

Pupottina ha detto...

ciao Veggie
buon inizio settimana ^__________^
l'anoressia ne dice troppe o meglio ci entra nella testa e ce le fa dire o pensare come se fossero verità nostre....
sono parole a cui non bisogna credere...

Enigma ha detto...

Bravissima come sempre!!!

Il collage è molto efficace...
baci baci

La Ely ha detto...

Ma come mai hai accantonato l'idea di diventare fumettista? Sei proprio brava! ^_^
E sempre efficaci i tuoi appelli. Di bugie ce ne raccontiamo tante, ma vederle manifestarsi concretamente è tutto un altro paio di maniche..

PS: non ho ancora visto Totoro, come leggerai nel blog mi son data ad altri intrattenimenti nel week end!! ;-)

don luca ha detto...

I fantasmi disegnati così fanno molto meno paura.. grazie, come sempre.

Veggie ha detto...

@ sorridente – La voce dell’anoressia è così convincente che, per un certo tempo, si finisce inevitabilmente per credere che tutto ciò che ci dice corrisponda a verità… Ma quando i giochi vengono svelati, arriva il momento di ascoltare l’unica persona che può dirci veramente la verità: se stesse.

@ MiChiamoMari – E’ anche la mia speranza… lo spazio è libero, chiunque voglia dire la sua è sempre la benvenuta…

@ Pachucha – Quoto in pieno!!...

@ Milly – Sì, le parole sono ritagli di riviste… è una specie di collage… Se decontestualizzate, penso siano molto efficaci ai fini di questo post… soprattutto, facendo il collegamento con le false promesse dell’anoressia…
P.S.= L’unico posto in cui pubblico i miei disegni è questo blog…! ^__^”
P.P.S.= Fai benissimo a mangiare come gli altri quando sei con gli altri… Anche perché, credo sia importante ad un certo punto cercare di “normalizzarsi” da un punto di vista alimentare… E cercare di farlo facendosi aiutare dagli altri ed imitandoli, è un ottimo modo…
In quanto al pomeriggio… Anche se non è andato alla perfezione, è andato, no?!.. Ecco, pensa che tu hai tutte le capacità di farlo andare sempre…

@ Lilù – Ehi, grazie, mi fa davvero felice che ti piaccia il mio disegno!! ^__^ Sì, faccio Medicina… ma ti assicuro che passare il test non è per niente difficile… non è nemmeno necessario essere intelligenti, basta avere una fortuna con la “C” maiuscola… ^^”

@ Silvia – Ma scherzi? Grazie a te per avermi scritto, piuttosto!! E grazie anche per essere sempre qui sul blog a leggere, commentare, e fornirmi spunti d’introspezione e di riflessione molto importanti… GRAZIE!!
In quanto a quello che hai scritto, quoto in pieno… Nessuno sceglie un male sapendo che è un male ma solo se, per sbaglio, in quel momento lo considera come un bene rispetto a qualcos’altro che gli appare come un male maggiore… La restrizione, la perdita di peso, non sono che gli aspetti tangibili di tutta quella che è la sofferenza ed il tormento interiore… E cercare di capire quali sono le bugie che ci raccontiamo e perché, cercare di essere sempre sincere con noi stesse, è un passo di estrema importanza nel processo di ricovero… Rompere il circolo vizioso lo è altrettanto… E dato tutto il tempo che abbiamo investito sull’anoressia, è chiaro che non è un qualcosa d’immediato, un qualcosa che possiamo fare dall’oggi al domani… non ci sono bacchette magiche… ci siamo solo noi… e abbiamo nelle nostre mani la capacità di lavorare e di ottenere tutto quello che vogliamo, se solo ci mettiamo tutte noi stesse…

@ Musidora – Aspetto di vedere i tuoi “ritagli”, allora… Sì, penso anch’io che il “POTERE” sia un’immensa bugia… perché, se di “potere” si può parlare, è quello che l’anoressia finisce per esercitare su di noi…

@ Jesse – In realtà lo capiamo già fin dall’inizio… solo che preferiamo illuderci, perché così è più semplice… Ma l’illusione non si tramuta mai in qualcosa di reale… ed è la realtà che invece noi dobbiamo imparare a costruire…

@ Francesca – E’ proprio questo il motivo per cui mi piacciono molto i collage… perché hanno una gran forza dentro, riuscendo a comunicare un messaggio forte con poche parole… Sì, certe frasi decontestualizzate e riferite all’anoressia sono veramente incisive…

Veggie ha detto...

@ Deborah – Grazie mille per aver condiviso la tua esperienza… non dev’essere stato facile parlare di te così a fondo, e sappi che ammiro il tuo coraggio e mi fa veramente piacere che tu abbia voluto scrivere la tua storia qui… Non so se l’hai notato, ma sulla colonnina di destra del blog c’è una sezione chiamata “A voi la parola”, in cui diverse altre ragazze hanno raccontato la loro esperienza… Leggi le loro testimonianze, se ti va… e ti accorgerai che davvero non sei sola… e che qui possiamo combattere tutte insieme… Tieni duro e continua su questa strada, perché è la cosa più difficile ma anche quella più giusta che puoi fare per te stessa… Ti abbraccio forte…

@ Vele(Ivy – Sì, è quella più in evidenza e non è una scelta affatto casuale… Perché quella è la primaria sensazione derivante dall’anoressia… ed è quella da cui è più difficile staccarsi… bisogna mettercela tutta… L’anoressia non ha nessun potere… siamo noi che, investendo su di lei, glielo conferiamo… ed è poi quello stesso potere che finisce per governarci in misura spietata…

@ Irene – Ciao Irene, bentornata! Mi fa estremamente piacere tornare a leggerti! In quanto a quel che hai scritto, sono dell’idea che destrutturate la rete di inganni e auto-inganni tesi con l’anoressia sia un qualcosa di estremamente arduo… Ma anche l’unica cosa da fare per imparare, a poco a poco, a riappropriarci della nostra vita… riempiendola delle verità che solo noi saremo capaci di costruire… con la nostra volontà e la nostra determinazione… Continua sempre a combattere, Irene… Io sto combattendo insieme a te… Un abbraccio forte…

@ Pupottina – Hai perfettamente ragione… bisogna razionalizzare le bugie e cercare di scavare alla ricerca delle verità nascoste…

@ Enigma – Ehi, grazie!!... Ti abbraccio forte forte…

@ La Ely – Perché, essendo il disegnare una cosa che mi piace molto, non voglio sciuparla rendendola oggetto di studio/professione…
In quanto alle bugie, penso sia una costante nella vita di ciascuno di noi… Ma cercare di riconoscerle è già un primo passo per contrastarle, no?!...

@ don luca – Quando si mette qualcosa bianco su nero la si razionalizza… e se si ha di fronte il nemico, è più facile affrontarlo…

Annarita ha detto...

Un disegno molto espressivo che potrebbe essere utilizzato da associazioni mediche e dintorni. Brava, Veggie. Mi piace molto.

Le immagini hanno una potenza di sintesi incredibile quando sono utilizzate con efficacia.

Un caro saluto.
annarita

 
Clicky Web Analytics Licenza Creative Commons
Anoressia: after dark by Veggie is licensed under a Creative Commons Attribution-NoDerivs 3.0 Unported License.