Come gli alchimisti trasformavano il ferro in oro… voi potete trasformare l’oscurità in luce. Siete tutte benvenute.

lunedì 11 gennaio 2010

Punti di forza

Quali sono i vostri punti di forza?

Nel momento in cui siamo in balia dell’anoressia, questa ci convince a poco a poco che, in realtà, noi non valiamo niente, non siamo capaci di fare niente, eccetto che di restringere l'alimentazione. Parte del nostro percorso di ricovero, perciò, credo dovrebbe essere incentrata sulla ricerca dei nostri talenti e dei nostri punti di forza. TUTTI hanno punti di forza. Assolutamente TUTTI. Sì, anche VOI.

Okay, adesso abbandonate per un attimo il computer, e andate a prendere carta e penna. Perché adesso farò una lista di quelli che potrebbero essere dei punti di forza. Per ogni punto di forza che sentite di avere, scrivetevi il numero corrispondente.

1 – Curiosità, interesse nei confronti del mondo circostante. Sei aperta alle nuove esperienze e hai un approccio flessibile verso la maggior parte delle cose. Guardi il mondo che ti circonda ad occhi aperti, e sei pronta a cercare di capire il perché di ogni cosa.

2 – Amore per il sapere. Ti piace conoscere nuove cose ed utilizzare le tue conoscenze per poter aiutare gli altri.

3 – Pensiero critico, apertura mentale. Ti piace riflettere sulle cose ed esaminarle sotto ogni possibile angolazione. Non balzi rapidamente alle conclusioni, ma soppesi ogni eventualità prima di dire come la pensi.

4 – Originalità. Sei in grado di trovare nuovi modi d’approccio verso quello che ti si presenta di fronte, verso i problemi e verso gli obiettivi che vuoi raggiungere. Non scegli sempre la via più semplice – cerchi di inventarne una nuova su misura per te.

5 – Intelligenza sociale ed emozionale. Sei capaci di leggerti dentro con onestà, ed avete una buona empatia nei confronti degli altri. Sai cosa fare con te stessa quando ti senti in difficoltà. Sei in grado di comprendere gli stati d’animo altrui, e rispondi in maniera adeguata alle loro necessità.

6 – Prospettiva. La forza è una forma di saggezza. Gli altri ti cercano per dargli una mano a risolvere i loro problemi in modo che possano guadagnarne in prospettiva. Hai un modo di guardare alla vita che aiuta te stessa e gli altri.

7 – Coraggio. Sei sempre pronta a combattere e ad affrontare le difficoltà. Hai il coraggio di superare la paura e dare slancio morale a tutti anche nei momenti più duri.

8 – Perseveranza, diligenza. Non lasci mai niente a metà, finisci sempre quello che inizi. Sei pronta a lavorare su progetti anche difficili, e li porti sempre a termine. Fai sempre quello che dici, e talvolta anche di più.

9 – Sincerità, onestà. Non hai peli sulla lingua, dici quello che pensi, ed in maniera estremamente genuina, come genuino è il tuo modo di guardare alla vita.

10 – Gentilezza, generosità. Sei gentile e generosa con gli altri, mai troppo impegnata da negargli un favore. Sei felice quando senti che puoi fare qualcosa per gli altri. Molto spesso le tue azioni sono proprio guidate dal desiderio di ottenere il meglio per le persone cui vuoi bene.

11 – Amare, essere amata. Dai molta importanza ai rapporti con le persone cui sei affezionata. Oltre che il semplice amare e prenderti cura degli altri, gli altri ti vogliono bene e così anche tu ti dai il permesso di amare te stessa.

12 – Lealtà, lavoro di squadra. Sei abile nel lavoro di gruppo. Sei leale ai tuoi amici, e contribuisci sempre facendo del tuo meglio affinché il lavoro di squadra possa avere buon esito.

13 – Imparzialità, equità. Non permetti ai tuoi sentimenti d’influenzare le tue decisioni rispetto alle altre persone. Dai a tutti una possibilità e sai valutare in maniera mirata ed obbiettiva.

14 – Leadership. Sei una buona organizzatrice e riesci a fare in modo che i tuoi piani si realizzino. Sei capace di guidare, motivare, e mantenere unite le persone.

15 – Autocontrollo. Sai regolare i tuoi sentimenti, facendone mostra nelle giuste occasioni. Sapendo quel che è corretto mostrare, sei in grado di mettere in atto questa capacità.

16 – Cautela. Sei una persona cauta. Ci pensi due volte prima di buttarti. In questo modo, raramente fai qualcosa di cui poi ti rimproveri. Cerchi sempre di considerare tutte le opzioni possibili prima di imbarcarti in ogni qualsiasi azione.

17 – Modestia, umiltà. Non senti il bisogno di metterti sotto i riflettori. Sei felice se quello che fai può servire agli altri, ma non desideri attirare l’attenzione.

18 – Apprezzamento della semplicità. Sei una di quelle persone che riesce a vedere il lato positivo in tutto, e a trarre gioia dai piccoli eventi quotidiani.

19 – Gratitudine. Sei consapevole di tutto quello che ti è capitato, e non prendi mai niente come una garanzia. Riesci a ringraziare gli altri e a farti aiutare se senti che ne hai bisogno.

20 – Speranza, ottimismo. Ti aspetti il meglio dal futuro… e lavori duro per ottenerlo. Ti focalizzi sul futuro, e fai di tutto per realizzarlo entro le tue aspettative. Sei consapevole che se ti poni degli obiettivi e ci metti tutta te stessa, li realizzerai.

21 – Propositività. Sei decisa e coerente, e hai delle idee ben precise sul mondo che ti circonda. Conosci la tua posizione, e sai lavorarci per cercare di ottenere ogni giorno qualcosa di migliore.

22 – Capacità di perdonare (e di perdonarti). Anche se subisci un torto, riesci a dare alle persone una seconda possibilità senza meditare vendetta. Se hai sbagliato, riconosci l’errore senza avercela con te stessa e ti dai da fare per non ripeterlo in futuro.

23 – Senso dell’umorismo. Ti piace ridere e far ridere gli altri. Ti piace giocare. Riesci a vedere il lato “soft” della vita. Possiedi la giusta dove d'ironia.

24 – Passione, entusiasmo. Sei energica e appassionata. Hai voglia di vivere ogni giornata che ti si presenta davanti. In tutto quello che fai, ci metti anima e corpo cercando di fare sempre del tuo meglio.

Quali sono i vostri punti di forza?
Valorizzateli!

28 commenti:

La Ely ha detto...

A volte siamo così concentrati sui nostri difetti, così abituati a vedere solo i l "marcio", da non saperci valorizzare.
E' ovviamente una nostra manchevolezza perchè chiunque ha dei pregi, dei valori e dei talenti che vanno coltivati.
Mica facile a volte, è più comodo piangersi solo addosso piuttosto che migliorarsi.
Io mi metto ovviamente nel mazzo: so elencare decine di difetti e forse solo un paio di buone qualità.
Proprio per questo, passato il momento di maggiore sconforto, ho cercato, appena possibile, di lavorare su me stessa.
E' servito? Eccome! Anche se costava fatica e costanza, anche se spesso ero sfiduciata.
Il segreto è anche mettersi alla prova per scoprire i propri limiti ed eventualmente superarli.

Vele/Ivy ha detto...

Si può anche prendere questa lista pe vedere in cosa siamo più "deboli" E LAVORARCI SU! :)
Baci

CONTRA ha detto...

Mi piacerebbe che Jonny non rimanesse solo un anonimo in quanto non ci potrebbe essere una discussione articolata su quel che è stato scritto.
SE LEGGI FAMMI SAPERE SE HAI UN BLOG O UN CONTATTO.

Comunque non so cosa dire.
Taccio.
Se è davvero così,
se la guarigione deve essere la lotta di giorno in giorno delle paranoie che da l'anoressia..Beh io mi ritiro nel mio guscio per il resto del tempo a venire.
Buon proseguo.
Continua così.

mariella ha detto...

Si, ci vuole anche il confronto..ci fa' riflettere ed incontrare noi stessi... tanta luce un sorriso..

Alice and my world ha detto...

Ciau, sisi siamo fatte di un fuoco che tempra, di emozioni e passioni voraci.
Spesso ci si concentra sui difetti, anzichè dare valore alle doti che si hanno, si perdono di vista, si svalutano, fino a che non le rendiamo totalmente invisibili agli occhi e anche all'anima.
Lasciamo emergere solo cose che non ci piacciono e quindi alla fine, non siamo più riconoscibili ai nostri occhi.
Tuttavia...i nostri valori ci sono e lì rimangono, basta solo disseppellirli e farli splendere.
Brillare del proprio valore, un tesoro specile perchè UNico, come unici siamo noi, come individui.
Un abbraccio.
iO e Alice

YoungGirl,Don'tCry ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
YoungGirl,Don'tCry ha detto...

--Errore-- =)

Veggie! Non sai quanto mi sei stata d'aiuto!!
Spesso tendo a sentirmi totalmente sbagliata e inutile, a sentire che come mi odio io, di certo non possono che odiarmi gli alti. Perchè in me c'è tanto da odiare.
Questo esercizio mi ha aiutata tantissimo a vedere anche ciò che di buono c'è in me!
Grazie Veggieeee
Peraltro: ho letto il post a cui mi avevi mandata, lo sai che quando l'hai pubblicato, poche settimane dopo l'inizio dei miei DCA, sono finita nel tuo blog e l'ho letto??
E mi aveva fatta riflettere..
Quindi, ti ringrazio per ora e anche per quel giorno!
Ti voglio bene Veggieeeeee :)

Anonimo ha detto...

Ognuno di noi ha i suoi punti di forza e deve fare leva su di essi quando si trova in difficoltà..
Un saluto.
Pachucha.

Sky ha detto...

Il nostro maggior punto di forza è essere semplicemente noi stessi andandone sempre fieri, senza mai fingere di essere quello che non siamo solo per essere accettati dagli altri, solo così possiamo camminare sempre a testa alta e senza vergogna...

Francesco ha detto...

Ciao carissima, Credo che questo POST mi aiuti sul serio a riflettere sulla mia motivazione, hai elencato molte caratteristiche che mi riconosco e non riuscivo a vedere, potessi abbracciarti! non saprei come incontrarti perchè sono in sardegna, però mi piacerebbe molto, vorrei solo RINGRAZIARTI INFINITAMENTE perchè mi stai aiutando a integrare in manier ap del tutto positiva il lavoro che sto facendo con la psicologa, prima andavo da un nutrizionista, ma mi spaventavo e prima delle visite mi abbuffavo per poi ripetere il ciclo di restrizione "post-visita", abbuffata "pre-visita", fino a quando alla fine ho preferito smettere di andarci peerhè prendevo in giro prima di tutto me stesso poi i miei genitori. mentre dalla psicologa non ho mai interrotto perchè ci cred veramente in lei...
VEGGIE volevo dirti che a differenza tua io manco di orgiginalità, e ho sempre bisogno di fare "copia-modifica-incolla" (anche di idee) dali altri, e tu in questo sei stata veramente utile.
scusa se sembro troppo mieloso, ma sono davvero felice di aver fatto la vostra conoscenza (Vostra perchè ringrazio anche le altre e se mai ci fosse qualche uomo altri)...
Un bacio e vi ricordo il sito
www.vocidellanima.it

Iwillbe ha detto...

grazie del commento.. e dei preziosi consigli di questo post..
spesso in certi momenti però i difetti coprono tutto il resto.. sarebbe meglio, nei momenti di luce, segnarceli questi pregi.. così da trarne coraggio e conforto nei giorni grigi..
grazie ancora, un abbraccio

evaluna ha detto...

Coraggio.
Perseveranza.
Leadership.
Autocontrollo.
Capacita' di perdonare me stessa.

La domanda era: quali sono i miei punti di forza?
E il mio cervello invece cosa ha fatto?
Si e' sintonizzato immediatamente sui punti deboli, quelli che ho elencato.

Ma perche' mai mi concentro sempre su cio' che manca invece di cogliere l'importanza di cio' che possiedo, e quindi valorizzarlo?

Eppure credo di possedere tutto cio' che mi serve per vivere pienamente.
Posso scegliere di manifestare il meglio di me,posso scegliere di amare, di essere competente, di trovare un senso alla mia vita, di vivere in armonia con me stessa e gli altri.

Devo acquisire nuove abitudini mentali, voglio diventare cosciente del valore che ho...

SRIJPB ha detto...

....io riesco sempre a rovinare tutto...ho perfino rovinato il rapporto che avevo con moreno...ho sbagliato e forse è giusto che paghi...il lavoro di squadra lo rovino sempre...dovrei starmene sola...farei meno danni...e sarebbe meglio per tutti...

Wolfie ha detto...

Ecco, anch'io sono una di quelle persone che tende a vedere subito tutti i suoi difetti; faccio invece fatica a capire quali sono i miei pregi, perchè spesso mi vedo come una persona mediocre senza alcun talento particolare.
Perciò, quando ho letto per la prima volta questo post ho pensato che io non avevo nessuno dei pregi qui elencati.
Poi però ho pensato una cosa: che il mio atteggiamento era quello sbagliato. Perchè quando sono partita a leggere, già dopo le prime righe mi ero buttata giù e mi ero detta che non faceva per me, quindi ho letto tutto il post in maniera negativa e non mi sono identificata in niente.
Allora sono tornata a leggerlo dopo un po', e mi sono resa conto che invece anch'io ho alcune di quelle qualità, se le voglio vedere. Il problema è proprio questo: il volerle vedere.
Perchè vedersi in maniera negativa è più facile e deresponsabilizza, mentre il vedersi in maniera positiva righiere un certo coraggio. E spero, prima o poi, di riuscire a trovarlo!

mynameis... ha detto...

La cosa triste è che tutto questo è assolutamente necessario...ma non sufficiente...

Aisling ha detto...

Pensa che strana la vita, avevo dato lo stesso consiglio due, tre anni fa a Lela che era caduta in depressione e si odiava, le avevo fatto scrivere una lista dei suoi pregi e di tutte le cose che voleva fare per migliorarsi...Lei lo aveva fatto e l'aveva aiutata molto, io invece per me non l'avevo fatto, certa di non meritare una cosa così buona...Questa volta però l'ho fatto! Mi ci è voluta una notte per rifletterci su ma alla fine sono riuscita a individuare i miei punti di forza e uno di questi è la testardaggine! Sono al secondo giorno di dieta del regime della dietista e vado avanti...Poi non so perchè ma ieri la prof di religione ha parlato dell'aborto e ha detto una frase che mi ha paralizzato..."Il nostro organismo è meglio di una macchina,funziona alla grande, pensate che la maggior parte degli aborti spontanei avvengono perchè l'organismo riconosce che l'embrione è malato e lo espelle naturalmente". Poi ha continuato a parlare di aborto e bambini e non so perchè ad un certo punto ho sentito una lacrima uscire...Mi veniva da piangere, un pò per i bambini che sono sempre un argomento molto importante e toccante per me, in pò per quelle allusioni sul nostro organismo...Io lo sto distruggendo l'organismo...E' stato bello sentire un'emozione però! Ho fatto la lista dei punti di forza e in fondo c'è di peggio, qualcosa so fare,sono umile, so ascoltare, so amare molto e senza chiedere tanto, e sono sensibile...
Ho pensato a te, a ogni volta che superi i momenti più difficili, ripartendo più forte di prima e al fatto che da mese mi sento meno sola grazie a tutte voi!
Ieri sera , dopo un anno e mezzo, ho preso timidamente un libro dalla mia stanza, un romanzo, non eccessivamente contorto e ho iniziato a leggerlo..Ho letto 120 pagine tutte di un fiato e mi sono lasciata assorbire del tutto! Ho preso il magnesio, sono andata a dormire e mi sono addormentata...Stamattina mi sono sentita male a scuola, ma ho cercato di non buttarmi giù e di non fare continuo movimento, mi massacro un pò meno di movimento, mangiando normale sono senza forze, stamattina per alzarmi c'è voluto un sacco di buon senso, la dietista ha detto che avvertirò dei fastidi la prima settimana perchè il corpo depurarsi, speriamo di arrivare a fine settimana senza abbuffate però, lei parla già al futuro hihihihihihi! Proviamo, tentar non nuoce....
Sono moooolto ripetitiva ma non importa: Grazie Veggie!!grazie perchè mi stai dando un aiuto enorme, la cosa migliore che abbia fatto è stato scriverti quel commento quel lontano giorno di...Non mi ricordo più che mese, settembre, ottobre più o meno:)Sta di fatto che mi stai aiutando a essere migliore!
Ti voglio bene! Tanto tanto!

Anonimo ha detto...

non ho letto questo post. vorrei solo una carezza, per favore, mi sento così disperata per niente...si, è proprio un'elemosina. per me questo è un guscio, tutte siete carine e vi fate le cocole a vicenda, non negatemene una e ditemi che andrà tutto bene..
catz@splinder.com

Enigma ha detto...

non so perchè ma ultimamente non riesco a dire la mia..

ti leggo sempre ma sono un po' in difficoltà..

Non riesco a riflettere sui miei punti forti..

Va bè, ci tenevo comunque a mandarti un abbraccio^^

Astrid distratta ha detto...

Ciao Veggie questo post mi è decisamente piaciuto xchè è pieno di positività e voglia di guardare al futuro x costruire x il meglio di noi stessi^^ quello che però nn mi riesce di capire è appunto la stessa cosa che "nn torna" a Contra cioè la vita nn può essere una lotta contro le paranoie di una malattia avuta anni fa!. spero cn tutto il cuore di nn urtare la tua sensibilità, xrò penso che questa anoressia in quanto malattia si possa guarire. x quello ke riguarda te, dalle foto e da ciò che scrivi emerge tutto meno che una persona ancora anoressica(metti sempre grinta in ciò ke scrivi!)! alla fine ormai lavori, studi e mangi regolarmente e sei cme tutte le altre ragazze della tua età. ora nn vorrei far confusione xrò ho in parte ricostruito la tua "storia personale" leggendo il blog. tu sei stata anoressica quando eri adolescente, ok hai avuto delle ricadute xrò ora mi pare di aver capito ke hai circa 25-26anni...sn passati tanti anni xchè dovresti portare il marchio di una malattia che nn hai più?
se molte ragazze sono ancora malate di questo problema è xchè nn hanno cercato o trovato la cura giusta...scusa ma mi pare impossibile come mi pare volesse comunicare Jonny che si rimane sempre un pò malati...anche le malattie psicologiche hanno una cura o no? non vorrei sembrarti una persona che parla senza sapere o superficiale ma solo esprimerti il mio punto di vista. spero di nn aver urtato nessuna di voi xchè mi spiacerebbe molto xrò ci tenevo a scriverti/vi questa cosa.
vi abbraccio ragazze

Anonimo ha detto...

Punti di forza? Se mai li ho avuti, li ho mandati completamente a puttane.

Per Contra:

Non ho un blog perchè non saprei che cazzo scriverci. Però ho un'e-mail. Se t'interessa "parlarmi", dimmi come posso contattarti.

Jonny

memy ha detto...

ricordo molti di questi punti di forza come delle rimembranza...£quella che er prima"...
ora solo la cautela..una cautela merdosa..una gabbia...sono il vento ingabbiato...
io odio essere cauta..lo odio.io voglio essere dinamite..ma non sento la forza...

Veggie ha detto...

@ La Ely – Ti quoto in pieno, mia cara.. Piangersi addosso è sempre la cosa più facile… Perché così ci si può infangare, e non lavorare… Trovare i nostri pregi è certo più difficile… ma dobbiamo farlo per imparare a prenderci cura di noi come si deve… Perché quei pregi ce li abbiamo e possono e devono essere apprezzati… bisogna solo imparare a lavorarci su e a tirarli fuori…

@ Vele/Ivy – Ottima idea!... Non ci avevo pensato in questi termini… Grazie per averla tirata fuori!... Lo dicevo io che c’è sempre qualcosa da imparare…

@ CONTRA – Perché ritirati nel tuo guscio? A me fa piacere poter parlare con te… Quindi, qualsiasi cosa tu abbia da dire, sappi che sarai sempre la benvenuta… Anche perché, se tutte la pensassimo allo stesso modo su tutto, sarebbe la fine della razza umana, credo… la variabilità serve proprio per creare discussione e capire come si può guardare una stessa cosa di diversi punti di vista… Quindi, ribadisco, qualsiasi cosa tu voglia scrivere, vieni pure che a me non fa che piacere…

@ Mariella – Perfettamente d’accordo con te… Un sorriso grande anche a te…

@ Alice and my world – Purtroppo i difetti fanno male, e quindi ci balzano all’occhio prima dei pregi… ma non bisogna dimenticare che abbiamo anche questi ultimi… e che meritiamo di farli notare al mondo, perché non siamo solo negatività, ma possiamo dare anche tanto di positivo…

@ La Felicità – Ma scherzi, tesoro?!... Grazie a te… sempre… Ti abbraccio fortissimo…

@ Young Girl,Don’t Cry – Semmai sono io quella che ringrazia te per le tue parole… Nei momenti in cui prevale l’odio per noi stesse, è normale scoraggiarsi e porre l’accento sulla negatività… Ma dobbiamo anche imparare a tirar fuori la nostra positività… perché c’è sempre e comunque… ed è quella che ci permetterà di fare tanto nella vita… E se è vero che in te c’è tanto da odiare, allora ti dico che c’è anche tanto, tantissimo da amare… Io le ho viste, tutte quelle cose positive che ci sono in te… e spero che possa riuscirci anche tu…

@ Pachucha – Lo penso anch’io!... Perciò, soprattutto quando ci sentiamo giù, concentriamoci sui nostri punti di forza… Questo ci aiuterà tanto… Un bacio!...

@ Sky – Quoto in pieno il tuo punto di forza… Sperando che noi tutte possiamo trovare a forza e il coraggio di farlo nostro a pieno… Un abbraccio…

Veggie ha detto...

@ Francesco – Sai, io credo semplicemente che tu abbia beccato il nutrizionista “sbagliato” per te… E te lo dico perché ci sono passata anch’io… Prima della dietista che mi segue attualmente, sono passata per le mani di altre 2 persone… e con queste 2 persone non sono riuscita a combinare nulla… Perché non mi fidavo di loro, e quindi, nonostante i loro “regimi alimentari”, io continuavo a fare di testa mia e, conseguentemente a restringere… e quindi le cose non andavano affatto bene… Poi, però, ho trovato la dietista “giusta” per me… e da quel momento in poi le cose da un punto di vista alimentare sono nettamente migliorate… Questo semplicemente per dirti che magari, anche se con quel nutrizionista è andata male, ciò non significa che debba essere sempre e comunque così con tutti… Quindi, magari, se te la senti, prova a contattare qualche altro dietista… e continua a provare e ad insistere fino a che non trovi la persona che fa per te… Perché sarà quella e solo quella che ti aiuterà a fare progressi… UN po’ come dici della psicologa: perché vai da lei? Perché è la persona “giusta” per te, senti che ti puoi fidare/affidare a lei, e questo rende la tua psicoterapia positiva e costruttiva, e questo è bellissimo… e fai benissimo a continuare fino a che non avrai sciolto i nodi che t’imprigionano in questo momento… Però non cassare a priori l’idea di essere seguito da un nutrizionista solo perché una volta è andata male… perché così potresti perderti l’opportunità di farti aiutare in maniera positiva… Tra l’altro, io non credo proprio che tu manchi di originalità… per lo meno, da quello che scrivi non si direbbe… Io credo che ognuno di noi sia originale… semplicemente perché è se stesso… E, in quanto tale, è unico, e quindi originale…
Ricambio l’abbraccio stretto stretto… e se lasci la tua isola per venire “nel continente” io sarò qui ad accoglierti sempre a braccia aperte…

@ Iwillbe – Ma certo che te li devi segnare… E te li devi sempre ricordare bene… Per non permettere alla negatività di certi giorni di far prevalere i difetti… Perché tu hai molti più pregi di quel che credi… devi solo tirarli fuori…

@ Evaluna – Okay, hai messo a fuoco i tuoi punti deboli… Non è sbagliato… Perché così adesso puoi lavorarci sopra e cercare di trasformarli in punti di forza… E poi, pensaci: hai elencato 5 punti di debolezza… se sono “solo” quelli che hai, sei a cavallo! Pensa a quanti altri punti di forza puoi avere, invece…! Tu hai un grande valore, ce l’hai eccome… devi solo cambiare metro di giudizio… Allontanarti dal pattern dell’anoressia, per scoprire la Vera Te Stessa…

@ SRIJPB – Ecco, questo è uno dei tuoi punti di debolezza: il piangerti addosso. Non te la prendere, lo sai quanto bene ti voglio… te lo dico con tutto l’affetto possibile… Però, appunto, almeno una volta, prova un po’ a fare quello che ti dico in questo post… a mettere il luce tutte le doti che hai – perché lo so che le hai! – anziché continuare a rigirarti nell’autocommiserazione… e vedrai quante cose possono cambiare se solo tu le guardi con occhi differente… Ti abbraccio forte…

@ Wolfie – Io credo che tu abbia molti più pregi di quel che credi… hai ragione, devi imparare a valorizzarti… Nel “brutto” si va sul sicuro perché, come si sul dire, un pessimista è sempre preparato… Ma possiamo cercare di avere un po’ più di fiducia in noi stesse, e cercare di cogliere anche il “bello”… perché c’è…

@ Mynameis – Ben poche cose nella vita credo siano sufficienti in quanto tali… proprio per questo dobbiamo stare continuamente alla ricerca… e mettere insieme le cose necessarie… che non saranno mai sufficienti… ma che s’integreranno come le tessere di un puzzle per dare un’immagine ogni volta un po’ più completa…

Veggie ha detto...

@ Aisling – Sei tu che stai aiutando te stessa ad essere migliore… perché stai imparando a prenderti cura di te, a valorizzare quelle che sono le tue capacità, a volerti un po’ più bene… E sono tutte cose che hai fatto da sola, perciò… tanto di cappello, davvero… Forse tu credi di no, ma io ti assicuro che meriti tutte le cose più belle di questo mondo… perché sei una persona speciale, e devi aver cura di te in qualsiasi modo possibile… Comunque, quoto in pieno quello che ha detto la tua prof… sono perfettamente d’accordo sul fatto che il nostro corpo è una macchina davvero eccezionale… purtroppo i DCA la danneggiano in maniera non indifferente… E ci sono alcuni danni che non possiamo riparare… Ma possiamo cercare di fare in modo, da ora in poi, di non provocarne altri… Comunque, sono felice di leggere che stai seguendo il “regime alimentare” che ti ha dato la tua dietista… sono convinta che è una persona in gamba, perciò saprà sicuramente qual è la cosa più giusta da fare per te… quindi cerca semplicemente di affidarti ai suoi consigli… I primi periodi sono un po’ strano, lo so, corpo e peso fanno un po’ le bizze perché si devono riabituare ad un’alimentazione normale, ma ti assicuro per esperienza che dopo i primi mesi le cose si regolarizzano… Perciò, cerca di tenere duro… E vedrai che tu ce la puoi fare tranquillamente…

@ Anonima – Ma certo che ti lascio la mia carezza… tante carezze quante vuoi… E non sai quanto vorrei poter combattere la tua battaglia al posto tuo… affinché tu non dovessi soffrire… Purtroppo non posso… Tutto quello che posso fare è starti vicina con le mie parole… E so che non è molto, ma spero possa essere un inizio… Perché sei tu la prima che deve fare una carezza a se stessa… Perché la meriti…

@ Enigma – Tesoro, stai tranquilla e prenditi tutto il tempo di cui senti di aver bisogno… avere dei momenti in cui ci si sente un po’ “bloccate” è normale… Non forzarti in niente e rispetta i tuoi ritmi… e vedrai che arriverà il momento in cui ti sentirai di nuovo libera di esprimere te stessa… Ricambio l’abbraccio, anzi, ti stringo in uno ancora più forte…

Veggie ha detto...

@ Astrid – Ma figurati se urti la mia sensibilità!... Finché si discute con educazione, rispetto ed intelligenza, non c’è niente che mi possa urtare, ci mancherebbe… E non penso affatto che tu sia una ragazza superficiale… Quello che posso rispondere a te, comunque, è un po’ la stessa risposta che ho dato a Contra nel post precedente… Credo che tutto dipenda da che cosa si intende per “guarigione”… Proprio perché malattia fisica e malattia psichica sono 2 cose differenti, anche il concetto di “guarigione” è diverso nei 2 casi… Perché si può guarire da un sintomo, certo… quello da cui è più difficile guarire è il pattern di pensieri che stanno a monte del sintomo… Si può certo mangiare normalmente – e già qui potrei dire che io in realtà non “mangio normalmente”, perché seguo rigidamente il “regime alimentare” che mi ha dato la mia dietista, perché so che senza di esso non sarei capace di gestirmi autonomamente – e si possono comunque recuperare da un punto di vista prettamente fisico alcune delle conseguenze dell’anoressia – ma anche qui non tutte, ed infatti io ho delle conseguenze, dei danni irreversibili con cui devo e dovrò fare i conti – ma è dalla mentalità di base che reputo estremamente difficile riuscire ad uscire… Un po’ come dicevano Gabry e Fiordimagnolia in risposta al post precedente, insomma… Sicuramente l’atteggiamento individuale e il supporto medico adeguato è determinante per riuscire ad uscire dalla fase più “grave” dell’anoressia, ma al di là di questo, secondo me qualcosa dentro ti rimane per tutta la vita… qualcosa che comunque ti fa sempre shiftare in quella direzione, per lo meno come metodica di coping… Poi, ovvio, anch’io non ho verità assoluta da portare, anche questo è semplicemente il mio punto di vista per quella che è la mia esperienza e le esperienze delle persone che conosco…
Ti abbraccio forte anch’io…

@ Jonny – Se anche fosse veto – per assurdo – che non hai punti di forza, puoi sempre cominciare da qui a costruirli… E trasformare quello che c’è di negativo in qualcosa di positivo…

@ Memy – Perché pensi che la cautela sia una cosa negativa?... Secondo me, invece, nella cautela c’è molto di positivo… C’è una grande capacità di riflessione e d’introspezione… e la grande intelligenza che serve per agire in maniera attenta ed oculata… A me sembra un gran bel punto di forza la cautela, una cosa tutt’altro che da odiare…! Certo, tutte si cresce, si cambia, sono le esperienze della vita che facciamo che ci portano a ciò, e quel che eravamo non è uguale a ciò che siamo né a quel che diventeremo… perché siamo tutte in divenire… Tu sei già dinamite per quello che sei… solo che ancora non te ne rendi conto…

almacattleya ha detto...

Sono d'accordo con te, sul puntare su questi punti di forza.Solo che su uno non sono tanto d'accordo: la cautela o meglio nel suo eccesso.Perché aver troppa cautela, aver paura di commettere qualcosa ti impedisce di vivere pienamente. Non sempre il buttarsi è una cosa orribile e non sempre l'incoscienza è un difetto.
Credo che la miglior cosa sia capire quando buttarsi e quando invece no e questo grazie al proprio intuito. A volte ascoltare l'intuito è la migliore cosa. Ma questa forma di conoscenza è ormai in disuso.
Queste sono delle mie osservazioni che derivano anche dal mio vissuto.

Pagliuzza ha detto...

Ciao bella, grazie del commento :) Hai ragione dovrei stare nella via d mezzo ma sai nn riesco in ness1ambito dlla vita a stare in mezzo.. sono o tutto o niente.. so ekè sbagliato ma è il mio carattere.. e nel cibo xo' è 1ks ke m fa del male.. :(
1bacione..

Veggie ha detto...

@ almacattleya - Io penso che ogni qualsiasi cosa, anche la migliore, se portata all'estremo si deforma e si distorce... Quindi, tutto può essere pregio e difetto... Tutto sta nel riuscire a trovare un equilibrio tra le 2 cose per barcamenarsi e fare di ogni cosa un punto di forza...

@ Pagliuzza – Anch’io tendo ad essere abbastanza dicotomica, lo ammetto… Per, col tempo, ho imparato che nella vita non è tutto bianco e nero, c’è anche un po’ di grigio… e che è possibile sopravvivere anche barcamenandoci in quel grigio… soprattutto se lo impariamo a colorare… senza alcun bisogno di continuare a farci del male…

 
Clicky Web Analytics Licenza Creative Commons
Anoressia: after dark by Veggie is licensed under a Creative Commons Attribution-NoDerivs 3.0 Unported License.