Come gli alchimisti trasformavano il ferro in oro… voi potete trasformare l’oscurità in luce. Siete tutte benvenute.

domenica 17 gennaio 2010

Memories of a special day...



Perché ho guardato nei tuoi occhi, e c’era lo stesso riflesso presente nei miei.

Carissima Fighter, la prima cosa che vorrei dirti, che vorrei gridare se potessi, è che sono qui. Che ci sono. Che sono pronta per ogni tuo sfogo. Che sono felice che ieri, in una giornata dove ti sei guardata dall’interno e poi dall’esterno, dove ti sei cercata e respinta, dove hai cercato un filo e l’hai trovato di acciaio e forse ti ha stretto il collo, hai voluto condividerlo con me. Mi hai mostrato un pezzo del tuo dolore, un pezzo tutto tuo che forse hai sempre reputato incondivisibile. Mi è arrivato tutto. E ti ringrazio, ti ringrazio perché so quanto sia vergognoso farlo, quanto ci si possa sentire stupide. Sono contenta che ti sia sentita libera di parlare con me. Non potrei mai reputarti stupida per ciò che mi hai detto. Non mi fai paura. Mi fanno paura tutti quelli che affermano di non avere mai paura, tristezza, rabbia, noia. Mi fanno paura perché non riconoscono di essere umani.

Mente parlavamo, ieri pomeriggio, mi hai detto che razionalmente capisci le cose ma poi non riesci ad applicarle, e ti chiedi dov’è che sbagli. Io non ho una risposta, però quello che vedo in me come l’errore più clamoroso è stato il sentirmi perennemente sbagliata. L’errore più grosso.

Cerchi di definirti, di capire chi sei e cosa vuoi dal futuro. Però credimi, Fighter, nessuna etichetta ti basterà. Anoressica, bulimica, borderline, depressa, autolesionista, essere umano, maggiorenne, donna, bambina, figlia, compagna, controllata, malata, disperata, morta, viva… non ti basterà. Non ti basterà perché ogni giorno si saltella tra le mille etichette che ci diamo, perché ogni giorno ci mettiamo sulla fronte Post-It diversi sui quali scriviamo una parola che chi ci guarda non sa leggere, che noi stesse non riusciamo a leggere, che la pioggia cancella, che il vento lascia volare via. E allora ce ne marchiamo a fuoco un’altra, ma anche quella si cicatrizza, viene coperta dai capelli, occhi distratti se ne dimenticano… per qualche istante ce ne dimentichiamo. Non ci basterà definirci perché il nostro muoverci non ce lo permette. Ma questa è una ricchezza. È una ricchezza che rischia di farci sembrare povere, derelitte: è la ricchezza di sapere di non sapere, di avere chiaro quanto sia ciò che ci manchi. Però dovresti faticosamente tentare di gettare uno sguardo su quello che hai, perché non esiste il niente. Dimmi dolore, dimmi senso di vuoto, dimmi rabbia, disperazione, dimmi voglia di morire, dimmi voglia di cambiare, dimmi incapacità di rispondere attivamente a questa voglia, ma non dirmi niente. Mi prendi in giro. Ti prendi in giro. Non rispetti il dolore che hai dentro. Almeno quello consideralo. Perché anche se ci fosse solo lui come mi è sembrato tante volte, non è neanche paragonabile al niente.

Riconosco la difficoltà nel seguire il “regime alimentare” di cui mi hai parlato, soprattutto nei primi momenti. Però credo che sia importante. È importante perché se tramite questo “regime alimentare” riusciamo a metterci d’accordo con il DCA in qualche modo vuol dire che ci interagiamo e che non lasciamo che ci divori interamente. Non ci saremmo potute abbracciare ieri. Io avrei perso tanto se non avessi vissuto ieri pomeriggio.

Anni ed anni spesi in compagnia di un DCA sono tanti. Sembrano una vita intera. Forse lo sono. Dunque, l’equazione che viene in mente immediatamente è: “è stato così sempre = sarà così sempre”. Non è detto che non sia vero. Quello che è vero è che non possiamo pretendere che la vita segua un linguaggio matematico. Essa segue un linguaggio che non conosciamo, o che conosciamo solo in parte. Ma lei segue una logica imprevedibile, improvvisata certe volte. Con questo, quell’equazione maledetta ogni tanto mi salta in mente e sento che mi schiaccia. Ma è un’equazione mia. La vita può fregarsene. Se poi non se ne frega, forse sono io a suggerirgliela.
Eppure, nonostante i quintali di buio che sembrano permeare una vita in compagnia dell’anoressia, ieri pomeriggio ho visto da una fessurina uno spiraglio di luce. Un’opportunità. Perché, volendo, ogni giorno lo è. Se solo avessimo la forza di coglierla. Se non ci fosse tutta questa presunzione, questa convinzione, questa ostinazione, questa paura.

In ogni caso, Fighter, per qualsiasi cosa, io ci sono. Ci sono. Mi sembra strano dirlo, ma ci sono. Voglio rivederti ancora, riabbracciarti ancora, ascoltare le tue parole. Perchè c’è una vita intera dentro. C’è dolore, ci sono tanti scuotimenti del capo. Ma non è affatto vero che non c’è niente. Ogni tua parola, ieri, per me è stata un regalo immenso. Magari non riesco neanche a farti capire quanto lo sia stata.

Vorrei solo dirti che ti penso. Che sei in ogni passo che faccio. Costantemente nei miei pensieri. Ti penso, ti intrecci con me e con tutto quello che ho (dalla speranza alla fatica al dolore).

Perché ho guardato nei tuoi occhi, e c’era la stessa luce presente nei miei.

23 commenti:

Milly Ray ha detto...

Non so se può essere d'aiuto.... ma fighter è bellissima. VEramente. Al di là di tutti gli altri problemi che possono presentarsi... il suo aspetto di certo non è da mettere in dubbio... perchè quello, intanto, è già perfetto. :-)
Anche Veggie è una bella ragazza, ne vedo il viso ed ha delle ottime linee, particolarissime.

Ma è possibile che siano sempre le belle ragazze a sottoporsi a diete inutili e ad odiare il loro corpo???? ;-)

Aisling ha detto...

Hai proprio ragione, Veggie, negli occhi avete entrambe una luce che esprime voglia di farcela e di lottare con le unghie contro gli spettri! Vi meritate il meglio da questa vita! Ho avuto l’onore di conoscere FIGHTER e ho trovato una ragazza davvero speciale, attenta ai piccoli grandi problemi di ognuno, bella dentro e bella fuori….E TU non sei da meno Veggie! SIETE bellissime,dentro e fuori, il computer irradiava energia positiva quando ho visto questa foto ! Magari all’inizio le etichette ci fanno sentire parte di qualcosa, ci classificano da qualche parte e ci fanno sentire più sicure…Io non sono mai riuscita a classificarmi esattamente. Sono diversa dagli altri balbuzienti e non mi sento parte di loro, non mi sento parte della mia classe, non mi sento parte di tanti altri gruppi, sono un’ibrida e questo ogni tanto mi fa sentire sola, da una parte, dall’altra ne sono contenta, però è certo che non si risolvono le cose con l’etichetta….
Non è facile seguire quel benedetto regime alimentare, in questi giorni ho tentato di mettere i 2 cucchiai d'olio che c'erano sulla dieta ma ne ho messo mezzo e stavo già male, ieri ci ho messo un mucchio di tempo a finire quel pranzo, mi alzavo ogni secondo e mi veniva da vomitare..
Veggie , ma in che senso se piacessimo a tutti non piaceremmo neanche a noi stesse?
I vostri sguardi mi hanno trasmesso una forza incredibile, grazie ragazzeeeee!^^ Vi abbraccio foorteeeee!

evaluna ha detto...

Io non ho conosciuto Fighter, ma ho visto diverse foto sue qua e la', e la prima domanda che sorge spontanea, vedendo quanto e' bella, e': PERCHE'?
Perche' non ci vediamo mai come siamo realmente?
Perche' e' così difficile ritrovare noi stesse nell'immagine che lo specchio ci rimanda?
Vediamo solo i difetti, e anche se non ci sono ,ce li immaginiamo.
E' proprio vero che l'idea che ci facciamo del nostro aspetto fisico non e' solo visiva ma e' plasmata dal nostro vissuto, imbevuta di emozioni, deformata dalle nostre fantasie.
Dovremmo sforzarci di piu' per prendere le distanze dal mondo delle apparenze per dare spazio alla nostra interiorita', ma che fatica a volte!!!
Comunque la luce che avete entrambe negli occhi arriva tutta, attraverso il monitor:la luce di chi a volte sbaglia, accettando i doni del nemico, ma poi si interroga e continua a ricercare il significato, finche' non lo trovera'.
A volte puo' sembrare duro sopportare questa luce, ma grazie alla volonta' gli occhi e il cuore finiranno per abituarcisi.
Accettiamo le sconfitte e trasformiamole in vittorie, da vere guerriere.
Un abbraccio

RossANA ha detto...

che bei momenti Veggie.
momenti di incontro e ascolto. spazi di condivisione e di accoglienza.
e nno c'è nulla di più meraviglioso che sentirsi accettatti e accolti nel proprio dolore e nella propria felicità.
perchè non siamo sole a combattere, perchè meritiamo di volerci bene.
perchè è davvero stupendo poter pensare di avere una persona speciale come te accanto! e Fighter è fortunat, perchè può contare su tutto questo.
non mi resta che fare un mega in bocca al lupo a voi, a tutte noi! perchè come dici tu Veggie, nessuna diagnosi ci basterà. nessuna etichetta ci rasserenerà. lo stare insieme, questo sì. ci darà forza e coraggio.
vi abbraccio di cuore,
Rox

Vele/Ivy ha detto...

Siete proprio belle... la cosa che mi colpisce di più nella foto è la dolcezza dei vostri sorrisi :)

Lena ha detto...

Siete davvero belle. E' proprio vero. La vostra luce abbaglia. Oltre il vostro sorriso. Oltre lo schermo. Diretta al cuore. Vi sono vicina.

_Lady Sissi_ ha detto...

ciau veggie..ma io ora non digiuno piu! :)
cioe assumo dalle 600 alle 800 kcal giornaliere..e stò dimagrendo lo stesso..sempre meglio di digiunare no?
kiss :)

Alice and my world ha detto...

Bello incontrarsi vero?
volti che parlano più di mille discorsi, sorrisi che spiegano storie, abbracci che durano secondi, ma rimangono addosso per giorni e giorni.
Un abbraccio carissima.
iO e Alice

§emplicemente**VIRGI** ha detto...

che belline che siete!!!!

spero che troverete forza l'una nell'altra

un bacione

La Ely ha detto...

E' una pagina molto personale, ovviamente, e riprende tematiche su cui ho già ampiamente detto la mia, soprattutto su etichette ed autodefinizione.
Ma è bello leggerti, e lo sarà soprattutto per Fighter, perchè si capisce come l'ascolto e l'aiuto reciproco,anche fosse solo un'offerta, siano indispensabili non solo per chi riceve, ma anche per chi dà.
Sono certa che il confronto che avete avuto sarà una risorsa per entrambe e che il riflesso che leggi nei suoi occhi sia in realtà specchio di un'immagine comune che vi renda entrambe più forti.

sorridente ha detto...

Avete visto la foto? quella luce negli occhi è tipica delle guerriere della luce. Semplicemente stupende, tutte e due.

mynameis... ha detto...

Ciao,passo solo per un saluto,per ringraziarti dei commenti che mi lasci e per dirvi quanto siete belle!

Enigma ha detto...

*___*


Bellissime!! Vi ho pensato tanto sabato! Fighter mi aveva detto del vostro incontro.. avessi potuto teletrasportarmi sarei venuta immediatamente lì con voi!

Siete così importanti per me tu e Fighter!

Vi voglio bene!

bolledipaura ha detto...

a questo post non ho molto da commentare,come non ho molto da commentare al tuo commento (che giro di parole) perchè mi riempi il cuore per quei piccoli secondi che ti leggo..e non scherzo. come sempre,hai una forza incredibile.

Wolfie ha detto...

Mammamia, di fronte ad un post così anche io che sono una che non la smette mai di parlare, rimango senza parole!
E' bellissimo! Voi siete bellissime!
Avrei tanto voluto essere lì con voi!
Veggie, davvero un giorno o l'altro dobbiamo incontrarci! Ma perchè stiamo così lontane? Non è giusto!
Anch'io voglio abbracciarti e voglio che tu scriva un post così bello anche per me!
No, adesso sto scherzando! Vorrei semplicemente abbracciarti, anche solo per un momento; vorrei abbracciare tutte quante voi ragazze, e spero che un giorno questo succederà davvero!
KISS!

Enigma ha detto...

P.s Scusa^^
No c'entra con il post, ma volevo evitare altri mezzi infarti dato che Dona mi ha detto che non si riesce più a trovarmi.

L'indirizzo del mio blog è http://leinigma.blogspot.com/

e dato che ci sono volevo anche scrivere a Woolfie, dato che non ha un blog e non so come fare a rintracciare:

Il 31 c'è un altro incontro a Bologna!Ci sei?

Siete tutti invitati.

Scusa Veggie se ho usato questo spazio^^'
So che non potrai esserci...
Non vedo l'ora di incontrare anche te!!!!=))))
Un abbraccio forte forte

Anna ha detto...

Siete stupende, vi abbraccerei anch'io.

Pupottina ha detto...

eccomi di ritorno dopo una serie di sfortunati eventi ...

^_______________^

Nena ha detto...

ma io ti conosco. ho visto dei tuoi video su youtube :) complimenti per il blog..sei una persona forte. Ti sono vicina

Veggie ha detto...

@ Milly Ray – Oh, ecco! Finalmente una sostenitrice del mio pensiero che Fighter è bellissima… sotto ogni punto di vista, adesso che l’ho conosciuta di persona posso dirlo per certo… anche se l’avevo già capito “parlandoci” tramite blog, e-mail e telefono… E’ BELLISSIMA, semplicemente, bellissima…
E, ehi, ti ringrazio anche per quello che hai scritto su di me… ma non dovevi… Sono oggettivamente consapevole di non essere un granché, da un punto di vista prettamente fisico… ma spero di essere un po’ migliore come persona, un po’ più bella dentro… ^^”

@ Aisling – Queste maledette etichette… odio e amore… Perché danno senso d’appartenenza, ma poi catalogano e distruggono tutto ciò che avremmo potuto essere… Non servono a niente, in definitiva, se non a farci soffrire… Noi siamo noi stesse, questa è l’unica etichetta che ci deve definire…
Lo so quant’è difficile seguire il regime alimentare”… per me i primi mesi sono stati letteralmente una tortura… Pianti dall’inizio alla fine del pasto, ma sul serio, lacrimoni… Poi però, poco a poco, mi sono accorta che epr quanto la cosa mi sembrasse astrusa, effettivamente le cose andavano meglio… ed è diventata un po’ meno pesante… una sorta di abitudine… Vedrai che sarà così anche per te… Devi solo munirti di taaaaanta pazienza per sopportare i primi periodi… poi ti accorgerai da sola che non c’è niente di cui aver paura e che va davvero tutto bene…

@ Evaluna – La frase con cui concludi il tuo commento è semplicemente bellissima… L’ho scritta anche su un Post-It che ho attaccato in camera mia… E’ vero, la luce fa paura perché mostra come stanno realmente le cose… e per chi si è rifugiata per tanto tempo nel buio, questa luce fa male… Ma è l’unico modo per poter andar avanti, per non essere più dominate dall’oscurità…

@ Rox – Hai proprio ragione, l’unione fa la forza… Io ne sono assolutamente convinta… Proprio perché abbiamo vissuto un dolore simile, siamo “sorelle”, possiamo capirsi, e sfruttare questa cosa per combattere insieme quello che ci fa stare male… Perché meritiamo ben altro…

@ Vele/Ivy – Grazie mille, tesoro…

@ Lena – Anch’io ti sono vicina… Sempre… Lo sai, vero?!...

@ Lady Sissi – Sicuramente lo è… ma se ti fai aiutare da una dietista, vedrai che potrà elaborare per te un regime alimentare corretto che ti farà dimagrire senza bisogno che tu ti sottoponga a una dieta assurdamente restrittiva che non può che danneggiare il tuo organismo…

@ Alice and my world – Altro che bello, bellissimo… Perché basta uno sguardo per dirsi tutto ciò che mille parole non riuscirebbero mai a dire…

@Virgi – Grazie piccola!... Io ho trovato molta forza in Fighter, forza che ha saputo trasmettermi… e se anche io le avessi passato solo un decimo della forza che lei ha dato a me, ne sarei già felice ed onorata…

@ La Ely – Penso che l’interscambio sia la matrice fondamentale su cui vive e si regge tutto questo… Io ho attinto molto da Fighter, e spero che lei sia riuscita a trovare qualcosina in me, anche se non sono tutto ‘sto granché… Ma sicuramente, se ci mettiamo insieme, siamo molto più forti che prese singolarmente…

@ sorridente – Grazie carissima… leggere le tue parole mi ha illuminato la giornata… GRAZIE…

Veggie ha detto...

@ mynameis… - Figurati, sono io che ringrazio te per essermi vicina… Passa pure quando vuoi, sarai sempre la benvenuta…

@ Enigma – Dai che tanto prima o poi ci incontreremo anche noi 2 dal vivo… e sarà veramente bellissimo… Perché anche tu sei MOLTO importante per me…

@ bolledipaura – E credimi se ti dico che è la stessa identica forza che hai tu… Devi solo imparare a canalizzarla e a tirarla fuori… Perché quando ce l’avrai fatta, sarai in grado di fare grandi cose…

@ Wolfie – Di sicuro un giorno ci abbracceremo… Dovessi essere io a venire fino a casa tua, ma vedrai che prima o poi succederà… Perché anch’io ho tanta voglia di abbracciarti…

@ Anna – Anche tu lo sei… E sappi che io ti abbraccio sempre forte forte, anche da lontano… spero ti arrivino le mie vibrazioni positive…

@ Pupottina – Mi dispiace che tu abbia attraversato un periodo difficile… Spero che d’ora in poi le cose possano andarti bene e sempre meglio… perché te lo meriti… Ti abbraccio forte…

@Nena – Ciao Nena, benvenuta!... Sì, è molto probabile che tu abbia visto dei miei video su YouTube, ne ho caricati diversi sul mio canale, alcuni dei quali riportati poi anche qua sul blog… Comunque, ti ringrazio per le tue parole… E credo che anche tu sia una persona molto più forte di quel che credi… Ricambio l’abbraccio, spero di rileggerti presto…

memy ha detto...

beh per quanto riguarda il mio post..dovresti ringraziare alision kennan per la frase!!!
per quanto riguarda il tuo post(e anche alti post)volevo dirti una cosetta...sono incazzata!!!sì non con te ma incazzata perchè voglio guarire,voglio essere seguita da un medico della usl e voglio trovare o creare un gruppo di auto aiuto per dca...ma non trovo i mezzi..la storia della mai vita!!!posso dire vita di merda??no.non posso ma lo faccio lo stesso perchè almeno mi libero!
Scusa sono matta concedimelo

Veggie ha detto...

@ Memy – Ma figurati se sei matta!... E hai fatto benissimo a sfogarti e a non tenerti tutto dentro… Sai, io credo che quella rabbia che ti senti dentro sia positiva, perché sia uno stimolo a reagire… non rivolgerla contro te stessa, rivolgila contro il DCA che ti ha fatta e ti fa stare male… perché se la canalizzi in quella direzione, è una forza abbastanza grande da distruggerlo… Tu hai bisogno d’aiuto, certo, come tutte, perciò prenditelo senza esitare!... Vai alla USL e rompi le palle per tutto i tempo finché non ti avranno assegnato un medico, perché è quel che ti spetta… E ricordati che se decidi di combattere mettendoci tutta te stessa, hai già fatto un passo verso la vittoria…

 
Clicky Web Analytics Licenza Creative Commons
Anoressia: after dark by Veggie is licensed under a Creative Commons Attribution-NoDerivs 3.0 Unported License.