Come gli alchimisti trasformavano il ferro in oro… voi potete trasformare l’oscurità in luce. Siete tutte benvenute.

giovedì 3 dicembre 2009

Recovery Way

Io sto andando a "Recovery"; la strada è estremamente lunga e decisamente pessima, ma pare che sia un gran bel posto quando ci arrivi...

Chi viene con me??



(click sull'immagine per ingrandire)

24 commenti:

Vele/Ivy ha detto...

Che bella!! Ma come fai a disegnare degli occhioni così espressivi?
Dovrebbero assumerti per fare le pubblicità progresso contro l'anoressia!

Pupottina ha detto...

quanto sei brava Veggie!!!
è bellissima questa immagine slogan!!!

Balua ha detto...

.. buon viaggio a tutte!!

Wolfie ha detto...

IO!!!!!!!!
Io vengo con teeeee!!!!
Quindi, aspettami perché sto arrivando!!

BALUA, grazie per l'augurio!

memy ha detto...

grazie che mi segui!!!!veramenre

CONTRA ha detto...

fighter viene con te dopo natale.
e penso servirebbe a tante altre.
quello che penso l'ho gia detto in tutti i miei post non serve che mi dilungo.

Un abbraccione
bellissima l'immagine

Aisling ha detto...

Vengo pure iooooooooooooooooooo! Sono stufa dei DCA, sto sprecando un sacco di tempo a guardarmi la grandezza dei polsi e delle mani, quando ci sono un saco di cose che mi aspettano... Oggi è andata un pò meglio, in classe ho scoperto delle ragazze che sono diverse da come le pensavo, hanno una lealtà e una sensibilità straordinaria, cavolo, quanti errori che ho commesso! Mia mamma ha prenotato dalla dietista per il 17 dicembre! Ovviamente sarai la prima ad avere il responso, anche ,mia mamma vuole farci 2 chiacchiere, le ho fatto vedere il tuo video in cui distruggi la bilancia (che fra l'altro è identica alla nostra) ed è rimasta molto colpita! Anche mio padre è rimasto colpito, sono 2 giorni che non fa più discorsi sulla magrezza, ora si dedica al valore della glicemia :) che si alza e si abbassa e provoca tutti i problemi fisici che ho, santa pazienza! Nel complesso, è stata una giornata producente, nota negativa... il telefono... Vorrei chiamare la psicologa ma non ci riesco.. Ho paura del blocco in partenza (si chiama così l'inceppo iniziale nella balbuzie) e dei blocchi in generale, in questi giorni sono molto frequenti, la colpa è mia, le abbuffate bloccano il respiro... Come si affronta la paura, Veggie? Quella paralizzante che ti logora, non c'è disturbo alimentare che tenga, non c'è niente che mi spaventi di più!
Ho riflettuto sulla paura di avere fame, la tua teoria è molto interessante,ci rifletterò su ancora...
Ora vado a studiare arte, approfitto della lucidità di oggi ( sarà che ho mangiato qualche brioches in meno!)!
Ti abbraccio forte forte!

SRIJPB ha detto...

...veggie...è esattamente come quando vado ad affrontare un salto...l'avvicinamento...terribilmente ansiogeno...non sono convinta di poterlo saltare...spero faccia tutto moreno...spero mi porti di la senza che io faccia nulla...è tutto così prossimo...ecco un secondo e arriva il punto di battuta...eccolo...ma no...Moreno non vuole saltere "senza" di me,non vuole che mi faccia trasportare inerme...rifiuto...allora bisogna tornare...e tutto riinizia...la tensione...ok...ora provo a fare qualcosa sopra a quel cavallo...a non lasciare fare tutto a lui e basta...ci metto impegno...un po'più voglia di andare di là...ma ancora tanto tanto terrore che faccia nuovamente rifiuto...lui lo sente...ecco...il punto di battuta...ci siamo...il momento della verità...niente...ancora rifiuto...allora mi incazzo...non è possibile che un ostacolo ci possa fermare...non è possibile 2rifiuti sullo stesso ostacolo...in gara...doppio rifiuto uguale eliminazione...allora ritorno...ma questa volta convinta di poterlo superare insieme al mio cavallo...sicura che non ci fermerà questo maledetto ostacolo...ecco...ci siamo...punto di battuta...e...si volaaaaa...ecco la strada del ricovero forse è un po'questo...l'ansia,la paura che ti accompagna sempre...le difficoltà...ma poi...quando vai oltre l'ostacolo...quando arrivi alla mete...beh...wow...capita spesso di sbagliare strada...di prendere scorciatioie che poi purtroppo ti fanno ritornare all inizio...ma si...hai ragione...quando arrivi alla meta...forse si davvero trovi il paradiso...purtroppo io ora sono persa nei meandri di una di queste scorciatoie...che inevitabilmente mi porterà ancora all inizio...un bacio!!!!!!

PiccolaTy ha detto...

ehi grz ancora x essere passata...cmq x qnt io ci provi nn riesco ad accettarmi,è + forte di me..cmq i tuoi disegni sn stupendi,ank'io disegno :):) un bacione e grz ancora!

--->Sissi<--- ha detto...

ciau veggie grazie per il commento ^_^
da una parte sinceramente non vedo l ora di andarci..finalmente, era anche ora eheh!
bacio

vale84 ha detto...

Ciao Veggie!!!In questo giorno buio per me questo disegno porta un pò di luce...io vengooooooooo!!!
Aspettatemi ^_^

Alice and my world ha detto...

A me e Alice piace un sacco come disegni gli occhi UUUUUU....
Necessità del proprio mondo, dove ad imperare sono le nostre emozioni vere e schiette senza giudici...
Ciau e grazie del tuo passaggio
iO e Alice

evaluna ha detto...

Io ti sto seguendo da tanto, e non ti lascio sola proprio adesso!!!
Casomai, quando mi verra' di nuovo la tentazione di voltarmi nella direzione opposta, sei autorizzata a trascinarmi per i capelli pur di non permettermi di andare alla deriva!
Disegni anche da Dio, oltre a scrivere gia' così!!!
Ti abbraccio!

Musidora ha detto...

è una strada difficile... Bisogna assicurarsi di allacciare bene gli scarponcini!
Ciao

pansy ha detto...

complimenti per il talento che hai, bravissima :-)

Anonimo ha detto...

È proprio lì che sto io. Di fronte a quel maledetto cartello. In the middle waiting. E non vado né di là né di qua. Perché cerco di tenere il piede in 2 staffe, e quindi non arrivo a una sega. Sto ferma. Perché non ho abbastanza palle per andare né da una parte né dall’altra. Sono bloccata. Lì in mezzo. Al dannato bivio. Da una parte c’è il cartello che dice “Anoressia”, dall’altra quello che dice “ricovero”. Non ce n’è un terzo, e non posso più tornare indietro. Devo scegliere.

Jonny

mimì ha detto...

Io ci sto provando a venire con te verso quella strada... Ma è dura sai...

Comunque anch'io ho fondato il mio blog.. Io e te ci siamo sentite per email se ti ricordi ( sono Camy )

Quando vuoi farmi visita... Ne sarò lieta..

Un bacio

http://lamusicadelsilenzio.blogspot.com/

Ilaria ha detto...

ci sono anch'io...!!
anzi, spero di "esserci stata" anche io...
mi auguro non sia infinita questa benedetta strada!
un bacio :):)

Aisling ha detto...

Hai ragione, Veggie, è proprio una stronzetta, purtroppo non posso cambiare banco, i gruppi in classe sono già formati, ci sono i bamchi a tre, io sono a sinistra, l'altra compagna in mezzo e la famosa compagna di banco a destra.... Ci rimango male perchè non era così un tempo.... In prima,in seconda e terza liceo eravamo sempre insieme, ci confidavamo tutto,eravamo entrambe ancora un pò bambine e stavamo bene insieme, credevo sul serio di aver trovato un'amica vera, poi dalla quarta ha iniziato a diventare cattivella, mi guarda sempre con invidia, fa commenti sul mio corpo, sulla magrezza, sul mio parlare, sui miei vestiti, su ogni parola che dico, lei ha problemi con il peso ma io non le ho mai detto niente, anche perchè non è brutta con quei chili in più, ha un bel viso, ma ha dei comportamenti assurdi, dei giorni mi tratta di merda, altri mi viene vicino e fa la bambina, dice che è piccola, che vuole essere una bambina,pesta i piedi e si fa le treccine...
Il ciclo non arriva, Veggie, speriamo derivi solo dallo stress, è la prima volta che salta...
Un forte abbraccio!

Enigma ha detto...

facciamo così... dato che mi sento calamitata a destra, non è che mi spingete a sinistra? non so .. prendete una corda, tiratemi.. fate qualcosa please! non so bene dove sono, ma qui inizia a fare un pò freddo...

fiordimagnolia ha detto...

mah.. io teoricamente dovrei essere a sinistra, dovrei essere sulla strada buona.. i meccanismi che ho messo in moto sono per la strada giusta, ma la testa ed i comportamenti sono e vanno nella strada destra, quella distorta e sbagliata.. poggio e buca fa pari.. forse sono ancora al bivio anch'io..

Veggie ha detto...

@ Vele/Ivy – Magari… per lo meno avrei un lavoro assicurato, già che di questi tempi è così difficile trovarlo…! ^__^”

@ Pupottina – Grazie tesoro! Spero che ti sia stata almeno un pochino d’aiuto…

@ Balua – Grazie mille… io sto qua che sto camminando…

@ Wolfie – Ma certo che ti aspetto… Anzi, guarda, ti tendo la mano e cammino al tuo fianco… Perché siamo più forti se possiamo camminare insieme dandoci una mano a vicenda… Ti abbraccio stretta e continuo a camminare verso “Recovery” insieme a te…

@ Memy – Grazie a te per essere qui, invece, altrochè!! Un abbraccio forte…

@ CONTRA – Sì, io e fighter ci vedremo durante le vacanze di Natale… e cammineremo veramente insieme fianco a fianco… e tu, o chiunque altra avesse voglia di conoscermi nella vita reale, a me non fa che piacere… Penso che supportarsi a vicenda, a prescindere, possa comunque servire a tutte…

@ Aisling – Benvenuta a bordo, mia cara! Siamo felici di averti qui con noi in questo viaggio! ^__^ Perché per quante difficoltà possano esserci, in più siamo e più sarà facile affrontarle…
In quanto al giudicare le persone… capita di sbagliare… a me capita in continuazione… l’importante è rendersi conto dell’errore, e provare a rimediare… Se hai scoperto che ci sono delle belle persone intorno a te, anche se prima non gli avresti dato una cicca, prova ad approfondire a tua amicizia con loro… potrebbe nascere un bel rapporto, no?!...
Tra l’altro, sono onorata che tu abbia fatto vedere il mio video a tua mamma ^^” GRAZIE!!! E’ bello che andiate insieme dalla dietista: oltre che come aiuto da un punto di vista alimentare e quindi prettamente materiale, magari questo fare qualcosa insieme può aiutarti anche a far nascere un nuovo rapporto di complicità tra te e tua mamma… Così da potervi aiutare a vicenda in questo percorso difficile… In quanto a tuo papà… è ovvio che essendo “esterno” al problema continua a vedere solo gli aspetti materiali connessi al DCA, quelli fisici, quelli che si possono toccare e misurare… perché così è più facile per lui: a quello che può toccare riesce a relazionarsi, a quello che è emotivo e non percepisce, invece, non ci riesce… Sono goffi, emotivamente parlando, questi papà, non c’è che dire… Però, guarda quanta cura e quanto affetto ci mette… probabilmente te lo dimostra nel modo sbagliato, ma guarda quanto è preoccupato per te e quanto ci tiene a te… e anche questo è bello, in fin dei conti…
E a proposito del telefonare alla psicologa… è quello che io, da profana, chiamo “fare il primo passo”… che è sempre il più difficile. Non conta poi la distanza che si ha da percorrere, è fare il primo passo che è la cosa più tosta. Ma, prova a pensarci: se telefonarle ti viene difficile, perché non le scrivi una e-mail? Oppure, la fai chiamare da tua mamma? Così avrai comunque la possibilità di parlare con lei, ed un mezzo “indiretto” ti aiuterà a compiere il primo passo… Mi chiedi come si fa ad affrontare a paura… Ed è proprio così cje si fa: affrontando quello che ci terrorizza, facendolo. E ti dirò una cosa: nel momento in cui lo fai… ti accorgi che non era più così terribile e pauroso come ti sembrava prima di farlo!
Ti abbraccio strettissima…

@ SRIJPB – La tua metafora è meravigliosa ed assolutamente calzante. Di fonte a quel bivio, di fronte a quel cartello, di fronte a quell’ostacolo, si può restare ferme per un sacco di tempo… perché, in fin dei conti, entrambe le direzioni fanno paura… Ma l’importante è non rimanere ferme, continuare sempre a camminare… può darsi che s’imbocchino scorciatoie… e può darsi che quelle scorciatoie ci riportino al punto di partenza… ma da lì, possiamo sempre continuare a camminare… ed imboccare la strada della luce… ed arrivare a meta…

Veggie ha detto...

@ Piccola Ty – Anche tu disegni?! Che bello! Che genere di disegni fai? Perché non ne pubblichi qualcuno sul tuo blog? Sarei davvero curiosa di vedere quanto sei brava! Pensaci, okay?!... E se sei capace di disegnare, se sei capace di creare con le tue mani dei piccoli capolavori… credo che l’apprezzare questa parte positiva di te sia già un primo passo verso l’accettazione…

@ Sissi – Grazie a te… e stai tranquilla… dalla psicologa andrà tutto bene… hai fatto la scelta giusta! Ti sono vicina…

@ Valentina84 – Ma certo che ti aspetto! Sei la benvenuta… Usciamo dal buio di oggi ed immergiamoci nella luce di domani… Possiamo farcela, insieme…

@ Alice and my world – Ma grazie! E a me piace un sacco leggere le tue parole… Vedrai che riusciremo a crearci il nostro mondo senza più lo spettro del DCA… e là saremo libere…

@ Evaluna – Sì, sì, okay, dato che a karate faccio spesso a botte me la cavo anche nel prendere la gente per i capelli, quindi non dovresti correre il rischio… Anche se, più che prenderti per i capelli, io preferisco camminare fianco a fianco con te prendendoti per mano… Grazie per essermi sempre vicina… Continuiamo questo percorso insieme… Ti abbraccio fortissimo…

@ Musidora – Guarda, se vuoi ti do una mano a legarli… Dato che dobbiamo andare tutte insieme, è meglio darsi una mano a vicenda, no?!... ^__-

@ Pansy – Grazie mille!! ^__^

@ Jonny – Tu non sai quanto ci sono stata io davanti a quel cartello… anni e anni… forse, in un certo senso, potrei dire che ci sto un po’ ancora… Non pensare che lo stare ferma lì di fronte sia una cosa totalmente negativa… Per lo meno, se stai inchiodata lì non ti spingi nella direzione sbagliata… E’ già qualcosa… Poi, prenditi il tuo tempo e fai la tua scelta… e sono certa che sarà quella giusta…

@ Mimì – Provarci significa implicitamente già fare un grande passo in avanti, perché significa essere disposte a mettersi in gioco… Il provarci racchiude già in sé il seme del successo… E, perciò, tu ce la puoi fare sicuramente… Lo so che è difficile… Purtroppo è così… le cose più giuste per noi stesse non sono mai le più facili… Ma ne vale la pena…
P.S.= Appena ho un attimo di tempo passerò sicuramente dal tuo blog!! Un abbraccio!!

@ Ilaria – Quanto questa strada sarà lunga, solo la vita ce lo potrà dire… L’importante è che noi continuiamo a camminare… tutte insieme… Ti abbraccio strettissima!

Veggie ha detto...

@ Aisling – Se non puoi allontanarti da lei, cerca almeno di non dare peso alle sue parole: come tu stessa hai scritto, mi sembra di capire che questa ragazza è molto contraddittoria, e probabilmente questo potrebbe derivare dal fatto che anche lei a problemi con se stessa… che non riesce ad affrontare, e quindi preferisce chiudere gli occhi, non vederli, e scaricare tutto su di te… Consapevole di questo, perciò, cerca di dare alle sue parole un peso relativo… Sapendo da che tipo di persona vengono, e perciò non lasciarti influenzare…
In quanto al ciclo… ci sono miriadi di ragioni per cui il ciclo può ritardare/saltare… non solo ragioni relative al peso, ma anche allo stress, alla situazione ormonale, a rallentamenti dell’ovulazione e a tante altre ragioni… Quindi, non fasciarti la testa prima di averla battuta… Anche perché, più ti flashi su una cosa, più quella cosa non viene… è una reazione fisiologica… Quindi, tu lascia correre e aspetta con pazienza… se devono venire, verranno… E se saltano, pensa che non è comunque una tragedia… capita che saltino a chiunque, anche senza nessun tipo di problema sottostante… Quindi stai tranquilla, okay?! Ti sono vicina e ti abbraccio forte…

@ Enigma – Guarda, sto spingendo con tutta la mia forza… Spingendo, tirando, o tutto quello che vuoi… Dai che insieme ce la facciamo a prendere la giusta direzione… Sì, è vero, nell’oscurità dell’anoressia il gelo rimane l’unica sensazione che è possibile provare… Ma tu sei ancora in tempo per scegliere la strada della luce… Ti abbraccio…

@ fiordimagnolia – Credo che, in un certo senso, un po’ nel bivio ci saremo sempre… la nostra testa tenderà sempre a andare in quella direzione… ma l’importante è che ci diamo da fare per mantenere la giusta via… e controllare quel che prima ci controllava in misura spietata…

 
Clicky Web Analytics Licenza Creative Commons
Anoressia: after dark by Veggie is licensed under a Creative Commons Attribution-NoDerivs 3.0 Unported License.