Come gli alchimisti trasformavano il ferro in oro… voi potete trasformare l’oscurità in luce. Siete tutte benvenute.

sabato 8 gennaio 2011

Favolose

Il nostro più profondo timore non è l’essere inadeguate, sbagliate, incapaci di mantenere la motivazione a combattere contro l’anoressia. Il nostro più profondo timore è l’essere incredibilmente forti. È la nostra luce, non la nostra oscurità quel che ci spaventa di più. Ci chiediamo: “Ma chi sono io per essere così brillante, talentuosa, favolosa?”. E allora io vi chiedo: “Ma chi siete voi per non esserlo?”.

Ragazze mie: siete brillanti. Siete talentuose. E siete tutte favolose.

Lo so che la consapevolezza delle vostre capacità e di tutto di quello che potete portare a termine se vi lasciate essere voi stesse può far paura. Può essere così terrorizzante da farvi desiderare di rinchiudervi nella crisalide dell’anoressia per sempre.

Il vostro potenziale è in effetti sorprendente, stupefacente e terrificante. Ed è un vero crimine non lottare per tirarlo fuori. Perciò, perché non smetterla di restringere anche sulle vostre competenze e capacità? Perché non smetterla di bruciare la luce che irradiate? Perché non smetterla di rinunciare ai vostri sogni solo per paura di fallire (o forse per paura di realizzarli)?

Non imbrogliatevi su quello che desiderate dal vostro futuro solo perché non riuscite a vedere dove possa portarvi, solo perché al momento l’anoressia v’impedisce di vedere quanto lontano possiate arrivare nel momento in cui l’abbandonerete.

Non azzoppatevi prima di esservi date la possibilità di provare a camminare. Non desiderate la morte solo perché la vita vi fa paura. Perché morire è il coraggio di un attimo. Ma vivere è il coraggio di sempre.

Ricordatevi sempre che potete fallire a causa dell’anoressia, o riuscire nonostante l’anoressia.

Per favore, meravigliose creature, datevi la possibilità di vivere. Datevi la possibilità di avere successo. Datevi la possibilità di sognare. Datevi la possibilità di essere tutto ciò che potete essere. Libratevi in volo verso altezze inimmaginabili. Lasciatevi andare.

Siete tutte favolose.

Vi voglio bene,

Veggie

25 commenti:

Michiamomari, e ha detto...

Ciao Veggie.
Giusto. Sono d'accordo! Arise, girls!

Blackbird singing in the dead of night
Take these broken wings and learn to fly
All your life
You were only waiting for this moment to arise

Black bird singing in the dead of night
Take these sunken eyes and learn to see
all your life
you were only waiting for this moment to be freeeeeeee!!!
http://www.youtube.com/watch?v=BmianZoxlRw

Anonimo ha detto...

Sono favolosa dici?
...no, io non mi vedo x niente favolosa.
LE MIE QUALITà possono essere favolose,questo si, ma IO no.
No perchè non trovo la forza di reagire, e mi lascio prendere dall'anoressia.
Tu mi dirai che la forza però ce l'ho devo solo avere il coraggio di combattere... ma non si riesce a combattere odiando se stesse. L'odio ti fa combattere CONTRO te stessa...e lo sai...

Vele Ivy ha detto...

Ognuna di noi ha pregi e difetti, purtroppo spesso l'insicurezza fa accentuare solo i difetti e ci si sente "persone da poco". Ma nessuna lo è, proprio perchè ognuna è unica e ha delle caratteristiche che la rendono speciale e diversa da ogni altra. In questo senso ognuna è favolosa e deve cercare dentro di sè le doti che la rendono tale.

Musidora ha detto...

TU.SEI.FANTASTICA.
e intelligente, in modo quasi sconcertante.

Sono sempre gli altri che ci devono dire che valiamo, perchè da sola non ci credi, ma è così. Sconfiggere la pavidità è il punto.



<3

Musi*

chocoholicamente ha detto...

Mi serviva un post così,
a me che stasera mi fingo malata e non rispondo al telefono perchè ho paura di uscire.

Non mi sento favolosa, nè tantomeno talentuosa, eppure per un momento mi hai donato un po' di coraggio.
Forse domattina mi sveglierò con un sorriso e guarderò in faccia al mondo, togliendo un po' di grigio da questa stanza e buttandolo fuori dalla finestra.

Ci vuole tanto coraggio per ammettere di essere qualcuno senza l'anoressia. Di contare davvero, di poter essere in grado di far qualcosa di bello.
Ci vuole tanto coraggio per crederci.

Ti abbraccio

withoutexit ha detto...

wow,parole giuste al momento giusto. sembra quasi tu abbia letto i pensieri che mi frullavano in testa stamattina.
sono delle parole bellissime e ti direi anche che sono vere,applicate a chiunque. ma non a me,non riesco in alcun modo a farle valere per me,nonostante creda davvero che siano giuste per gli altri.
dovrei smetterla di fare queste differenziazioni.
ma tra il dire e il fare..

comunque grazie per questo bellissimo post,ci voleva proprio :)

LaLe Smiles ha detto...

Un testo fantastico :)
Complimenti!! Ti ringrazio per il commento che mi hai lasciato sul blog, e voglio farti una proposta: parteciperesti ad un progetto creato da me?! Vorrei riuscire a scrivere un libro composto da capitoli scritti da persone che soffrono di dca...ti andrebbe di scriverne uno tuo?! Aggiungimi su fb, sono LaLe Faraway, oppure cerca il gruppo Il Nostro Libro <3 e scrivimi ad ourbook@hotmail.it
Ti aspetto speranzosa!! Baciii

Wolfie ha detto...

Questo post mi ha veramente caricata con tantissima energia positivaaaaaa!!!!! Grazie mille per averlo scritto, Veggie!!!!!!!!
Verissimo: a volte la consapevolezza di quello che si potrebbe fare fa più paura di ciò che non si potrebbe fare, ed è per questo che ci capita di rimanere bloccate nel dca! Però bisogna imparare a sciogliere le catene a cui ci siamo ancorate, e ricominciare a vivere!
Forse basta solo riuscire a trovare un sogno che sia tutto nostro (senza interferenze del dca), e seguirlo fino in fondo...

Aisling ha detto...

Perchè morire è il coraggio di un attimo ma vivere è il coraggio di sempre.
Con queste parole mi hai steso, Veggie!!!
Come farei senza i tuoi incoraggiamenti, senza la tua forza che si irradia dallo schermo, senza la tua presenza??GRAZIE amica mia!!!!
Anche tu sei favolosa, ma proprio tanto!
Farò in modo che quest'anno sia l'anno della svolta e sarà anche per merito TUO.

Ti voglio un bene immenso....^^

Anonimo ha detto...

beh, Veggie, che dire..io ti ammiro tantissimo e anche se non ti conosco di persona (spero un giorno riusciremo a incontrarci)SENTO che sei forte, anche se nella mia mente ti visualizzo una persona semplice, so che hai molta caparbia e sei intelligente, su questo non ci son dubbi. Tornando al post..dopo averlo letto mi è venuta in mente solo una frase: io non ce la faccio.. Alis_86

»Juno. ha detto...

Il coraggio che non trovo in me, me lo doni tu.
Questa mattinata è iniziata con entrambi i piedi sbagliati e grazie a questo meraviglioso post posso cancellare dalla testa l'idea di non continuare la terapia.
Anche tu sei più favolosa di quanto credi.

Vado a preparare i muffins per il mio medico, ti farò sapere se sono piaciuti e - chissà - magari domani riuscirò a mangiarne un pezzetto insieme a lui per merenda.

Un mega abbraccio forte forte!

GRAZIE!

Mia Wallace ha detto...

Quale miglior augurio per l'anno nuovo?

Allegra ha detto...

"Perché morire è il coraggio di un attimo. Ma vivere è il coraggio di sempre." - meravigliosa.

Ma tu scrivi sempre delle cose meravigliose, che risplendono della luce che hai dentro. Continua SEMPRE così!

Sonia ha detto...

Ok. Ho deciso (io che prendo una decisione O.o Wow!!^^)... lotterò. lotterò questa maledetta anoressia che mi a trascinato in un baratro fatto di promesse....che non si realizzano mai.
La vera felicità non è vedere le ossa, ma vivere. Vivere con tutta te stessa.
La felicità è sentirsi favolose in qualunque modo e ovunque.
Ok...non mi sento ancora del tutto favolosa ma cercherò di realizzare il mio primo obbiettivo di questo 2011: VIVERE SENZA ANORESSIA.
Ho letto molti tuoi post...FAVOLOSA!! Davvero...ti devo ringraziare di cuore xkè anche se non ci conosciamo sento che so cosa provo... e nessuno ci riesce...xkè non l'hanno sentito sulla propria pelle forse.
Grazie a te Veggie e grazie anche a tutte le ragazze che commentando con grinta me ne hanno trasmessa un po' anche a me!! =)

almacattleya ha detto...

Morire è il coraggio di un attimo, vivere il coraggio di sempre. Hai per caso letto Jim Morrison? :)
Lì dice "Uccidere è il coraggio di un attimo..."
E sì l'anoressia (e la bulimia) uccide sin dal primo momento però grazie alla luce che irradiamo si può allontanare la morte.
La luce ce l'abbiamo dentro di noi anche in quelli che dicono di no. E' solo che spesso tanti voci sbagliate ci fanno credere di non essere luminose.

LE STELLE BRILLANO, MA TU PUOI ILLUMINARE.

Anna ha detto...

Grazie, Veggie, a volte c'è proprio bisogno di sentirsi dire certe cose.

Giù" ha detto...

Siamo favolose. Sei favolosa.
Sono favolosa.
Anche se è difficile capirlo ed ammetterlo, so che è così. è esattamente, meravigliosamente così.

Bello questo post Veggie, grazie dei tuoi commenti :)

un abbraccio.. Giù".

sorridente ha detto...

TU SEI FAVOLOSA. Sai che penso? Che il bello di ciascuno è proprio l'essere speciali, ognuno a proprio modo, ma speciali e unici.

Lovlin ha detto...

Post meraviglioso, complimenti.
Auguro a tutte voi di guarire, ragazze. Non è vero che dall'anoressia o dalla bulimia non si guarisce mai: la pelle resta sempre un po' debole, e la zona delicata, ma lì fuori c'è un mondo che non aspetta voi e che dovete avere il coraggio di vivere al massimo.
La vita è questa, unica, breve, che senso ha rincorrere così tanto la perfezione?

Francy ha detto...

Purtroppo, cara Veggie, per me non sempre è così. Ci si sente favolose in certi momenti, non lo nego, ma poi svanisce questa sensazione meravigliosa e ritorna tutta la tristezza di prima.
Proviamo ad amare, ma non ci sentiamo adeguate. Ci sentiamo strette in questi sentimenti, nell'amore e nel sentirci favolose, e allora decidiamo di ritornare nel nostro buio.
Buio che alla fine è un po' il nostro nido, la nostra culla, e ci sentiamo coccolate e rassicurate.
Ma chi ci sta cullando? È la nostra dolce mamma? È lei che ci canta una ninna nanna e ci fa chiudere gli occhi serenamente nella speranza di trovarci, la mattina dopo, più belle e più forti di prima?
No.
Al posto suo c'è una signora con un cappuccio nero e che con le sue mani scheletriche e ruvide ci accarezza nella speranza di farci addormentare per sempre.
Come possiamo sentirci favolose se poi rimaniamo deluse e ferite dalle persone in cui noi avevamo riposto il nostro amore, o almeno il nostro tentativo di amore?
Sono loro che ci respingono e che ci fanno sentire inadeguate?
O è forse la vecchia signora con il cappuccio nero?
Ti abbraccio forte Veggie, continuiamo a lottare: la signora è più vecchia di noi e se ne andrà prima lei.

Eloìse ha detto...

Certo che ci sono=) sono sempre qui!
Io tutto sommato bene. Grazie!

Un abbraccio grandissimo

Ellie ha detto...

Non credo di essere favolosa,anzi...

Però hai regalato a tutte una carezza e di questo ti dico grazie Veggie perchè sei sempre cara...

Ti abbraccio,
Ellie.

Veggie ha detto...

@ Mari – Bellissima questa canzone, non la conoscevo… grazie mille per averla condivisa linkandola qui!... Sii libera anche tu Mari… da qui per sempre…

@ Anonima – Tu e le tue qualità non siete mica due blocchi separati… siete il tutt’uno che integrandosi costituisce la tua personalità in toto… Se le tue qualità sono favolose, perciò, anche tu lo sei, perché esse sono parte costituente di te… E’ vero, l’odio ti fa combattere contro te stessa, ma pensaci: per combattere ci vuole una forza enorme. Se tu perciò adesso stai combattendo contro te stessa, vuole dire che stai usando contro te stessa una forza enorme: dimostrazione del fatto che la forza ce l’hai, e l’hai anche tirata fuori… adesso, tutto quello che devi fare è convertirla. Rivolgere il negativo in positivo. E vedrai come tutta la meraviglia che hai dentro inizierà a sgorgare in modo che neanche te lo immagini…

@ Vele/Ivy – Sono assolutamente d’accordo con te… Inevitabilmente ognuna di noi ha dei difetti… sarebbe impossibile non averne… Ma non bisogna scordare che a fianco di questi difetti ci sono altrettanti (e molti di più!...) pregi.. che aspettano solo che noi li tiriamo fuori…

@ Musidora – Sì, è vero, le parole degli altri molto spesso contano più di quelle che ci diciamo noi… forse perché, se la persona da cui quelle parole vengono è un’amica o, comunque, una di cui sappiamo di poterci fidare, siamo consapevoli che quelle parole sono semplicemente sincere, senza alcun doppio-scopo… Perciò, proviamo a fare un gioco: proviamo a immaginare che anche “noi stesse” siamo “gli altri”… e proviamo a credere un po’ di più in quello che diciamo… perché abbiamo dentro molta più verità di quanta non crediamo…

@ chocoholicamente – Invece di aspettare che qualcuno ti chiami per uscire… perché non esci tu per prima?!... Perché non fai tu qualcosa che davvero ti piace, invece di aspettare di essere coinvolta nei programmi altrui, che probabilmente non ti piacciono sul serio??!... Io credo davvero che domattina ti sveglierai col sorriso sulle labbra. Perché avrai di fronte a te un nuovo giorno, come la pagina bianca ed intonsa di un libro che aspetta solo che tu ci scriva su per essere riempita… esattamente nel modo in cui tu lo vorrai… usando tutti i colori della vita… E’ vero, all’inizio ci vuole tantissimo per credere che è possibile vivere anche senza l’anoressia… (anzi, per la precisione, è possibile vivere SOLO senza l’anoressia… con l’anoressia, tutt’al più si sopravvive…) ma, lo sai che cosa?!... più vai avanti, e più ti accorgi che è proprio come ho scritto in questo post… e ti stupisci di quanto tempo hai impiegato a correre dietro alle bugie dell’anoressia, quando la verità era così a portata di mano…

@ withoutexit – Ma la sai una cosa?... TU sei GLI ALTRI!... Non c’è alcun motivo per cui tu la veda diversamente… Tu, tutte le ragazze che commentano su questo blog, tutte le persone che mi stanno intorno… tutti, per me, sono “gli altri”…e, perciò, lo sei anche tu… e dunque, per proprietà transitiva, necessariamente queste parole appartengono e descrivono anche te…

Veggie ha detto...

@ LaLe Smiles – Ciao, grazie a te!... Ti ringrazio anche per la proposta, sembra davvero interessante!... Mi spieghi con più precisione di che si tratta, e cosa mi sarebbe richiesto di scrivere in termini di contenuti??!... Io non ho Face Book, però puoi scrivermi qui sul blog o all’indirizzo e-mail veggie.any@gmail.com … Aspetto tue notizie, allora!... Un abbraccio forte…

@ Wolfie – Quelle catene ce le siamo strette da sole… per questo abbiamo tutta la capacità di allentarle. Trova il tuo sogno, Wolfie, trovalo e tienilo stretto… e segui la sua scia… perché sarà quella che ti porterà esattamente dove vuoi arrivare: dalla Vera Te Stessa… Un baciotto!...

@ Aisling – No, tesoro, sarà solo ed esclusivamente merito tuo… perché sei tu l’unica vera padrona della tua vita… potrà diventare esattamente come la vorrai inventare… E io sono certa che riuscirai a costruire qualcosa di meraviglioso, perciò… metticela tutta!...

@ Alis – Lo spero proprio anch’io che un giorno riusciremo a conoscerci di persona, assolutamente, mi farebbe proprio tanto piacere!... E comunque, sì, mi visualizzi bene, sono una persona semplice… ^^” Comunque volevo dirti… pensaci bene: non è che non ce la fai. È che non ce la vuoi fare. Perché l’idea di potercela fare ti fa paura. È per questo che ti rifiuti di ascoltare ogni segnale che ti può cambiare… perché ti terrorizza quello che succederà se poi dovessi sentirti uguale. Ma ascoltami… un tentativo vale sempre la pena… perciò, datti un’altra possibilità… dattela sempre… perché un’altra possibilità è una possibilità in più… Un abbraccione!...

@ Juno – Allora te ne do poco, perché tu sei veramente molto coraggiosa anche di per te… Secondo me fai benissimo a non mollare la terapia (e non sai quante volte anch’io, in passato, ci ho pensato…), perché la terapia può far paura perché ci mette in luce delle cose di noi che magari preferiremo non vedere… ma sono proprio poi quelle cose che ci aiutano ad andare avanti in questo percorso e a riprenderci la nostra vita… Spero anch’io che riuscirai a mangiare un muffin per merenda col tuo medico… Ti abbraccio stretta…

@ Mia Wallace – Nessun altro!... ^__^ Grazie!...

@ Allegra – E perché, tu non fai altrettanto?!... Hai una luce che brilla così forte che illumina tutto…

Veggie ha detto...

@ Sonia – E’ il più bel commento che avresti mai potuto lasciarmi, Sonia!... Grazie davvero!... Leggere le tue parole vibranti di energia positiva e combattiva è una cosa davvero bellissima!.. Forza e coraggio, che io sono convinta che ce la puoi fare assolutamente… se lo vuoi con tutta te stessa, non c’è niente che potrà impedirtelo!... Certo, non sarà facile, ci saranno momenti duri e momenti ancor più duri, in cui ti verrà voglia di mollare tutto e tornare indietro… ma, in quei momenti, ricordati di stringere i denti e di continuare comunque ad andare avanti… Perché tu MERITI di vivere una vita senza l’anoressia… meriti di vivere una vita degna d’essere chiamata tale… Hai detto una cosa giustissima: la felicità è vivere con tutte noi stesse. Perciò… rendi questo 2011 il tuo primo anno pieno di felicità!... Io faccio il tifo per te!

@ AlmaCattleya – Yes, mi sono ispirata da lui… Comunque hai ragione, spesso è difficile vedere la nostra luce interiore… ci si sente luccicanti ma non luminose… Ma quella luce, in realtà, ce l’abbiamo tutte… basta volerla vedere…

@ Anna – Grazie a te, piuttosto… A volte c’è anche bisogno di dirle, sennò ci se ne dimentica…

@ Giù – Grazie a te per essere passata di qui, tesoro… Oh, sì, siamo tutte meravigliose… molto più di quanto crediamo… E tu, tu lo sei tantissimo… vorrei darti i miei occhi affinché tu potessi vedere quanto lo sei davvero…

@ sorridente – Sì, credo anch’io che l’essere uniche e irripetibili è quello che ci rende speciali…

@ Lovlin – Non è la perfezione che si cerca, è il sentirci a nostro agio con noi stesse… In tal senso, l’anoressia sembra funzionare per un po’… salvo il fatto che, poi, ci si accorge che erano tutte bugie… e la scelta che avevamo fatto per affrontare i problemi, diventa essa stessa il problema… Certo non si guarisce come da un’influenza… ma di sicuro si può stare meglio, e ricominciare a vivere più a pieno… ed è proprio questo che bisogna cercare di fare…

@ Francy – Cara Francy, hai racchiuso tutto nelle ultime frasi del tuo commento… ovviamente è impossibile sentirsi sempre al 100% nella vita, e i momenti di tristezza sono innegabili ed inevitabili… l’importante è che questi momenti di tristezza non ci tolgano la consapevolezza di quanto, comunque, siamo favolose… e di quanta luce possiamo tirare fuori nel momento in cui decidiamo di farlo… Nella vita capiterà inevitabilmente che la gente intorno a noi ci ferisca… ma quello che conta non è come ci colpiscono, ma come siamo capaci noi per prime di reagire ai colpi della vita…

@ Eloise – E io sono felice che tu ci sia, perché sei molto importante per me!... Ti abbraccio forte forte forte…

@ Ellie – E io invece sono proprio convinta che tu lo sia… E lo sei, lo sai che lo sei… devi solo crederci davvero…

 
Clicky Web Analytics Licenza Creative Commons
Anoressia: after dark by Veggie is licensed under a Creative Commons Attribution-NoDerivs 3.0 Unported License.