Come gli alchimisti trasformavano il ferro in oro… voi potete trasformare l’oscurità in luce. Siete tutte benvenute.

sabato 11 ottobre 2008

Anoressia VS me

Buon Sabato sera a tutte! Oggi voglio postare un qualcosa che ho scritto, anche stavolta in Inglese, a seguito del mio ultimo ricovero. È il risultato di un lungo lavoro in cui ho cercato di guardarmi dentro il più oggettivamente ed onestamente possibile. Spero che possa significare qualcosa per voi… spero che qualcuna di voi possa capire.
Al solito, ho aggiunto una traduzione in Italiano che però non rende molto bene. Se ve la cavate con l’Inglese, non leggetela.

I ask myself such questions
Like “Am I okay or not?”
Unwilling to give myself
Or my own mind a shot.

I let It claw at me with nails
That could cut without much force;
I let It strangle me with passion
And I scream until I’m hoarse.

You try to pull me back,
Keep me safe from all It’s pain,
But sometimes I look away from you
And It just snatches me again.

You tell me I can beat It
And I know that this is true…
It has no power over me
If I’m with someone like you.

I know you try to help me
And I argue and I cry…
I wish I could explain It;
I wish I could tell you why.

I want to cling on tightly
And make you save me from it all,
But no matter how I try
It’s inevitable that I fall.

I know I’m disappointing
And I know I must be strong,
But it’s hard to give up something
That has held you for so long.

One day I will be rid of It;
It will be all in the past
It’s something I’ll break free from,
But you’re something that will last.

It’s the last thing I should choose
And it’s the last thing I should do;
I keep holding on to It
When I should be holding on to you.

[Mi sto facendo un sacco di domande/come “Che cosa c’è che non va?”/senza però volere darmi/risposte in tutta onestà./L’ho lasciata cingermi in catene/che non potevo tagliare senza forza e volontà/Ho lasciato che mi strangolasse con passione/gridando fino a che la voce se ne va./Tu provi a riportarmi indietro/a salvarmi da tutto il Suo dolore/ma qualche volta non mi faccio trattenere/e Lei mi riafferra con tutto il suo amore./Tu puoi dirmi che posso batterLa/e so che in questo della verità c’è…/Lei non ha nessun potere/se sono vicina a qualcuna come te./So che stai provando ad aiutarmi/e io discuto e piango davanti a te…/Vorrei poterteLa spiegare,/vorrei poterti spiegare il perché./Vorrei qualcosa a cui potermi aggrappare strettamente/vorrei che tu potessi salvarmi da tutto questo,/ma per quanto possa provarci/inevitabilmente sto ancora cadendo./Lo so che sono delusa/e lo so che dovrei essere forte/ma è difficile lasciarmi alle spalle qualcosa/che mi ha stretta così a lungo alla morte./Un giorno, un giorno mi libererò di Lei/e sarà tutta acqua passata/Lei è qualcosa di cui posso fare a meno/ma menomale che tu sei restata./E’ l’ultima cosa che dovrei scegliere/ed è l’ultima cosa che dovrei fare/tener duro con l’Anoressia/quando solo tu puoi farmi arrivare].

9 commenti:

marco ha detto...

Più ti leggo e più cresce la mia stima per te, dolce Veggie:-)
Hai fatto per te grandi cose e adesso stai facendo per gli altri grandi cose!
Sei una persona specialissima, amica mia dolcissima:-)
Ti abbraccio con immenso affetto:-)
Marco

Duccia ha detto...

Io non sono brava come te con le parole, quindi prendo in prestito quelle di una canzone...

You will come alive again and call the trying times your friend
The pain that you have suffered through will never get the best of you
You will hope in something real that won’t depend on how you feel
When you call my name then I will answer, answer

I am on your side though the wind and waves beat against your faith

You have climbed an uphill road, You have worn a heavy load
You have cried through endless nights and nearly given up the fight
Watched your dreams like falling stars the heartaches made you who you are
Now looking back you see that I have always been there

Grazie di cuore...

Don't look away from me... I'll always be there...

kay ha detto...

è bellissima e come al solito esprime molto bene una cosa in realtà così complessa...
io credevo di aver fatto dei passi avanti,ma in questi giorni mi rendo conto che forse mi ero sopravvalutata...
certo io non sono a livelli "critici", ma incontro quotidianamente gente che mi avanza delle critiche...
razionalmente mi rendo conto che 42 kg per 1.60 non sono tanti...il mio BMI mi dice che sono fortemente sottopeso...so perfettamente che le persone non ti devono amare per quanto pesi,ma per quello che hai dentro...
eppure nonostante tutta questa razionalità continuo a farmi schiacciare dai sensi di colpa ogni volta che mangio qualcosa al di fuori di quella che è la mia personale razione quotidiana...non riesco a guardarmi in fotografia senza provare una sensazione di fastidio...provo un'enorme insoddisfazione ogni volta che mi pongo a confronto con lo specchio...non riesco a credere ai complimenti che la gente mi rivolge...
e la cosa che più mi fa star male è rendermi conto che quando esterno queste sensazioni ricevo come risposta sorrisetti ironici...consigli in merito ad una buona psicoterapia...che in realtà servono solo a farmi arrabbiare...
perchè è così difficile a volte per la gente capire che una persona può provare un reale disagio di fronte a se stessa??
scusa per lo sfogo...ma a volte mi sembra che solo qui ci sia qualcuno in grado di capire realmente quello che provo senza trattarmi con sufficienza...
un abbraccio forte

Alfa ha detto...

Buona domenica, Veggie.
Un abbraccio.

ha detto...

Concordo con Marco!!
Grazie dei tuoi commenti, si avverte subito che sei una ragazza intelligente!
;)

...

@ Kay

hey... un po' lo immaginavo, ma non ne ero sicurissima...
Non ti sto conoscendo nella realtà, ma in un’altra dimensione, almeno ho la possibilità di leggere alcuni tuoi pensieri e continuo costantemente a farlo.
Senza mai vederci mi hai anche regalato un utilissimo consiglio, forse non lo sai, ma quel post, i tuoi suggerimenti, mi hanno dato la forza di risolvere un problema, mi hai aperto gli occhi su una questione importante... con questo voglio dire di essermi affezionata a te e mi stai a cuore, lo dico sinceramente… sapere quindi che anche tu hai questo problema mi rattrista parecchio.
Non riesco a concepire come una ragazza ricca di pregevolezze, oltretutto colta, tenace e vera possa provare un reale disagio di fronte a se stessa, ma perché?!!
La vita è già crudele di suo, allora perché infangarla ancora di più detestandosi?
La gente percepisce in te molti aspetti positivi, ricevi anche svariati complimenti, come fai a non capire di essere una ragazza eccezionale? Perché ci sono persone che amano ciò che vedono di te mentre tu lo disprezzi? A quale scopo lo fai? E a quale prezzo?
Spero che passi tutto in fretta, prima che tu aggravi la situazione con le tue stesse mani, spero inoltre che tu capisca di non aver motivi tangibili per non accettarti, hai tutte le carte in regola per amarti!
Un abbraccio sincero!
:*

johnny says ha detto...

un giorno o l' altro ti chiederò seriamente un testo.....e verrai nominata come autrice ovviamente

ClarinetteM ha detto...

Ciao cara,
ti auguro un buon inizio di settimana.
Come sempre le tue parole raggiungono direttamente il cuore...
Sai, venerdì ho scoperto che una mia compagna di corso è uscita da qualche anno dal tunnel dell'anoressia.
La rivelazione mi ha lasciata di stucco, perchè a vederla mai lo si direbbe...
Come te dimostra un coraggio da leonessa.
Ed entrambe avete tutta la mia stima.

.Clara.

Veggie ha detto...

@ Marco & Alfa & Jessica Infinito - Grazie mille, ragazzi... sono fortunata ad avervi qui... siete sempre così supportivi... GRAZIEEEE!!

@ Johnny says - Sono qui che aspetto... pronta a scrivere...

@ Duccia - E che importa se sono le parole di una canzone? Sono comunque le parole più belle che potevi scrivermi... Grazie, tesoro... E anch'io ci sarò sempre per te, non lo dimenticare mai...

@ Kay - Innanzitutto grazie davvero per aver voluto condividere qui questa parte così intima di te stessa... Immagino che non sia stato facile... e sappi che ti ammiro per la tua forza... Non ti devi assolutamente scusare per lo sfogo, anzi! Questo blog è qui proprio per questo, per poter condividere le nostre esperienze e aiutarci così a vicenda... Certo che capisco (e non solo io, qui) realmente quello che provi... e non verrai mai e poi mai trattata con sufficienza... perchè lo so che la tua sofferenza è autentica e merita ogni possibile rispetto... Per quanto riguarda quello che hai scritto... dire che Jessica Infinito ha ragione mi sembra così ovvio da essere superfluo... Perciò, voglio solo aggiungere che capisco perfettamente come ti stai sentendo perchè è lo stesso anche per me... i sensi di colpa anche solo all'idea di mangiare qualcosina di più di ciò che c'è scritto sulla "dieta"... il non piacersi fisicamente e l'avere in odio le fotografie... la difficoltà di guardarsi allo specchio... la sensazione che manchi qualcosa... quel sentirsi estranee, diverse, osservate... il capire le cose con la testa, ma poi non arrivarci con i sentimenti... lo capisco a pieno... Ma lascia che ti dica una cosa. La gente non capisce. Semplicemente. E non per cattiveria, ma semplicemente perchè non l'ha vissuto. E non lo sa com'è. Non lo può sapere. E' dall'altra parte del muro, e quando apre bocca lo fa per lo più senza neanche sforzarsi di capire, e quindi senza cognizione di causa. E noi siamo lì, imprigionate in mezzo, tra quello che vorremmo per noi stesse, e il timore di quello che potranno dire gli altri... perchè purtroppo siamo così, abbiamo sempre il timore di non essere all'altezza delle aspettative, di non essere abbastanza. E allora, prova a pensare a questo: vivere all'altezza delle aspettative altrui non è una tua responsabilità. Se vieni sopravvalutata, l'errore è loro, non tua la mancanza. Cerca di essere semplicemente te stessa. Allenta il freno a mano. Sono assolutamente certa che sei una ragazza meravigliosa. Perchè sei bella dentro.
Un abbraccio forte FORTE...

kay ha detto...

@veggie-jessica...
solo una parola...GRAZIE...

 
Clicky Web Analytics Licenza Creative Commons
Anoressia: after dark by Veggie is licensed under a Creative Commons Attribution-NoDerivs 3.0 Unported License.