Come gli alchimisti trasformavano il ferro in oro… voi potete trasformare l’oscurità in luce. Siete tutte benvenute.

lunedì 27 ottobre 2008

Attraversare il tunnel

È interessante vedere quanto si può crescere come persone – persone a tutto tondo – e apprezzare quello che si ottiene in questo percorso. È una scoperta interessante, talvolta, poiché sembra d’immergersi improvvisamente nell’essenza di una persona che è stata sempre vicino, ma che non si è mai sentita come un’entità completa. Un po’ come quando si attraversa un tunnel in autostrada, e poi dietro la curva si sbuca all’improvviso e si viene investite dalla luce. Spesso ci è facile pensare a noi stesse come ad anoressiche, bulimiche, depresse, preoccupate, ansiose, nevrotiche, matte, o addirittura semplicemente come a un corpo da esibire. Ma pensare a noi stesse esattamente per quello che siamo – nella totalità – ha innegabilmente un suo fascino speciale. Certo, potrete non amare completamente tutto quello che vedete in voi stesse, ma è assolutamente normale avere dei difetti e non apprezzarsi al 100%. È naturale trovarsi imperfette: come si usa dire, “Nessuno è perfetto”. Ma ricordatevi che le cose più belle non sono mai perfette. Ed è forse proprio per questo che sono così meravigliose. Perciò nessuna di noi può essere perfetta. Nessuna di voi può esserlo. Ma potete essere voi stesse. E questo è molto più che perfetto.

Finora ho scritto su questo blog diverse “strategie di auto-aiuto” rispetto ai disturbi alimentari, quelle che ho attuato e che ho trovato utili, ma quando si arriva ad applicarle, allora sta a voi metterci la forza e la volontà necessaria per venirne a capo. Desiderandolo veramente. E fregandovene di tutto ciò che gli altri possono fare o dire. E cercando di tacitare tutte le ansie che il distaccarsi dai disturbi alimentari inevitabilmente comporta. E tentando di staccarsi dall’autocommiserazione. E provando a tacitare i soliti pensieri ossessivi. Perché solo dentro di voi potete trovare la forza, la determinazione, la volontà, il coraggio… la chiave per abbandonare i DCA, per uscire dal tunnel e tornare a vedere la luce.

Purtroppo, al solito, la via giusta da seguire non è mai la più semplice. Ma vi assicuro che più combatterete, meglio vi sentirete quando a poco a poco vi libererete da ciò che oggi vi soffoca. Tutto ciò che vale merita di essere vissuto. Ed ogni battaglia che vale merita di essere combattuta fino in fondo. E, credetemi, la vostra salute e la vostra felicità costituiscono una battaglia che vale davvero la pena di combattere. So che lasciare i DCA può far paura, può mettere ansia. So che, nonostante tutto, rappresentano un appiglio in quello che pare un mare in tempesta. Ma alla fine di ogni tunnel c’è la luce. Se continuate a stare aggrappate al guardrail non riuscirete mai a vederla. Perciò provate a mollare un po’ la presa e a fare qualche passo avanti. Così vi accorgerete che, non appena inizierete a vedere i primi spiragli di luce, avrete molta più voglia di raggiungerli che non di ricacciarvi nel buio della galleria. Perché il buio può essere rassicurante, ma non permette di vedere niente. Neanche voi stesse.

Al solito, lo so che è più facile a dirsi che a farsi. Molto più facile a dirsi. Ma ogni azione inizia con un pensiero. Perciò, lasciate che questo post sia il vostro pensiero. E iniziate.

10 commenti:

Imperfect ha detto...

Belle parole veggie... quanto è vero che lasciando la definizione di depresse, bulimiche, anoressiche o altro ci si scopre per quello che veramente si è...
Io ho scoperto dentro di me una bellissima persona che non cambierei mai... e devo ringraziare questa malattia per avermi fatto diventare così... pare strano, ma ha dei lati positivi in quanto sono più sensibile e attenta a tante cose, ma anche molto più forte... Un abbraccio!

Perfettamai ha detto...

Hai ragione, si inizia con un pensiero. Non sarà guarigione, ma è comunque un buon inizio. Questo post, poi, è un bellissimo pensiero da cui cominciare.

**

Pupottina ha detto...

infatti
veggie hai ragione!
bisogna guarire dentro per amarsi davvero.....

Anonimo ha detto...

L'ansia dei disturbi alimentari,
punto interessante.
Se si supera l'ansia dei disturbi alimentari, non credo si superi ogni ansia. Anzi, è col guarire che si devono affrontare le altre ansie della vita, quelle vere, forse, quelle non schermate da una vita alla base. Routine fatta di...conto delle calorie, conto delle ossa, conto dei chili persi...
La squallida vuotezza dei numeri, infondo. La vita è diversa, è più difficile.
Proprio per questo infinitamente più bella. Visto no, gli aquilottiquando devono imparare a volare e hanno un baratro sotto di loro? Ecco, gli aquilotti.
Saltare è difficile, volare è faticoso.
Ma vogliamo mettere ciò con la visuale dal punto più alto del cielo?
Lety

Marco ha detto...

Passerei ore a leggere quello che scrivi... è meraviglioso ascoltarti mentre parli con così tanta sensibilità e saggezza:-)
Ti voglio bene,Veggie:-) e ti abbraccio con tutto l'affetto che ho:-)
Marco

Anonimo ha detto...

Con un pò di forza di volontà nulla è impossibile...
Ciao.
Pachucha.

Alfa ha detto...

Una scintilla può appiccare un grande incendio.
un pensiero può spingere a ritrovare la luce.
Hai ragione, Veggie.

ha detto...

Si sarebbe già a metà opera se si iniziasse ... non è facile trovare l'incipit, ma è possibile.

Duccia ha detto...

E anche oggi una frase letta per caso mi riporta qui, da voi... Per voi... Con voi...

Ring the bells that still can ring. There is a crack, a crack in everything. That’s how the light gets in...

(Suona le campane che ancora possono suonare. C'è una crepa, una crepa in tutto. E'così che entra la luce...)

Non è necessario che qualcosa sia perfetto per essere speciale...

Un abbraccio a tutti...

Veggie ha detto...

@ Imperfect - Non bisogna lasciarci mai incastrare dalle etichette che noi stesse finiamo per appiccicarci addosso... Noi siamo quello che siamo, semplicemente, e non c'è niente di meglio al mondo...

@ Perfettamai - Bè, da qualche parte bisogna pur iniziare, no?! E quando si è iniziato, non si sa mai quanto lontano potremo arrivare... Sono felice che tu abbia considerato questo post davvero un pensiero da cui iniziare... Spero che ti sia utile...

@ Pupottina - Sì, perchè amare no istesse è il primo passo per aprirci all'amore altrui...

@ Marco - Grazie di tutto! E spero che quello che scrivo possa davvero esserti utile...

@ Pachucha - Hai perfettamente ragione... Forza ragazze, perchè dipende tutto da noi!

@ Alfa - Sì... e un primo passo può segnare l'inizio di un lungo percorso sulla strada dela luce...

@ Lety - Hai perfettamente ragione... Ma perchè questa è la vita, ed è una lotta sotto ogni punto di vista. Con o senza DCA. Forse più senza che con. Perchè, in fin dei conti, i DCA non sono altro che un simulacro di vita costruito per proteggersi da quella che è la vera vita. E' questo che dobbiamo fare, sì, imparare a volare. Ma per farlo, non bisogna guardare verso il basso, verso l'abisso, altrimenti ci prende paura e non abbandoneremo mai il nido. Per farlo bisogna alzare la testa verso il cielo.

@ Jessica Infinito - L'hai detto, ragazza: è possibile. E questa è la parola magica: possibile. Se solo lo vogliamo. E' tutto nelle nostre mani. E' ovvio che non è facile... se fosse facile, non saremmo qui adesso... Ma è possibile. Lo è davvero. Per tutte. Nessuna esclusa.

@ Duccia - Grazie per le tue parole... sei tu lo spiraglio di luce... No, non è necessario che qualcosa sia perfetto per essere speciale... Anzi, siamo speciali proprio perchè non siamo perfette...

 
Clicky Web Analytics Licenza Creative Commons
Anoressia: after dark by Veggie is licensed under a Creative Commons Attribution-NoDerivs 3.0 Unported License.